In occasione dell’ultima newsletter Power On, il celebre Mark Gurman ha fornito alla community di appassionati della mela una serie di indiscrezioni varie sul futuro di Apple; dall’implementazione dell’intelligenza artificiale nei prodotti dell’azienda, passando per i presunti nuovi iPad fino ad arrivare alle novità in ambito Mac, ce n’è per tutti i gusti. Diamo insieme un’occhiata agli ultimi rumor.

Apple starebbe lavorando a funzionalità AI per iOS 18, Siri, Apple Music, Xcode e altro

Partiamo dall’argomento che probabilmente più di tutti ha monopolizzato il settore tecnologico negli ultimi mesi, Apple a differenza di altre aziende non è ancora salita sul carro dell’intelligenza artificiale, ma ciò non significa che non sia intenzionata a farlo: si tratta infatti di un settore dalle enormi possibilità e ovviamente anche il colosso di Cupertino vuole la sua fetta della torta.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

Stando a quanto riportato da Gurman, Apple sarebbe al lavoro nel tentativo di recuperare terreno sui principali competitor in questo settore, cercando di integrare funzionalità basate sull’intelligenza artificiale nei propri prodotti e servizi: le idee sarebbero diverse, dall’implementazione di funzioni AI in iOS 18 (per esempio fornendo suggerimenti per le risposte più intelligenti in Messaggi), a funzioni per Apple Music (come la generazione di playlist in base ai gusti dell’utente), fino a funzioni di intelligenza artificiale generativa in applicazioni proprietarie come Pages e Keynote, nonché una presunta nuova versione migliorata di Siri.

Questo però non sarebbe tutto, Apple infatti parrebbe interessata anche a migliorare l’esperienza degli sviluppatori con funzionalità potenziate dall’intelligenza artificiale in Xcode, fornendo funzionalità come il completamento avanzato del codice. Secondo quanto riportato l’azienda finirebbe per spendere circa 1 miliardo di dollari all’anno nella ricerca sull’intelligenza artificiale e nello sviluppo dei prodotti, ma ci sarebbero anche alcune controversie interne, nello specifico sull’opportunità di basare queste funzionalità sui modelli di rete neurale AI in esecuzione sul dispositivo o se trasmetterle attraverso i servizi cloud di Apple.

La prima opzione sarebbe più orientata alla tutela della privacy degli utenti, ma non tutti i modelli linguistici di grandi dimensioni possono funzionare in locale, alcuni necessitano per forza di cose della potenza di calcolo delle server farm dell’azienda, che sarebbero in grado di offrire funzionalità molto più sofisticate. Sebbene non ci siano certezze al riguardo, è probabile che Apple alla fine decida il da farsi caso per caso.

La prossima primavera potrebbero arrivare dei nuovi iPad

Già da qualche tempo si vocifera riguardo una serie di aggiornamenti per iPad, secondo le precedenti indiscrezioni sarebbero attese una versione M2 dell’iPad Air, un iPad mini con un chip A15 Bionic e una versione potenziata nelle specifiche dell’iPad entry-level.

Secondo quanto riferito da Gurman, Apple avrebbe intenzione di annunciare le novità appena menzionate a marzo 2024 (del resto aveva frenato gli entusiasmi riguardo le tempistiche proprio qualche giorno fa), mentre per quanto riguarda una presunta revisione più radicale della linea iPad Pro l’analista non si sbilancia, visto che nel suo rapporto afferma che sono in arrivo “aggiornamenti minori per iPad a marzo”.

Secondo Gurman un nuovo Mac sarebbe imminente

Sempre nella sua ultima newsletter Power On, Gurman afferma che Apple sta “pianificando il lancio di un prodotto incentrato sul Mac intorno alla fine di questo mese”: secondo l’analista potrebbe trattarsi di un modello ‌iMac‌ aggiornato da 24 pollici, l’attuale modello infatti è stato lanciato nell’aprile 2021 ed è l’unico Mac della generazione attuale rimasto con il chip M1.

Gurman non ha espressamente menzionato il chip con cui sarà equipaggiato questo presunto e imminente nuovo iMac ma, sia lui che altri, hanno ripetutamente sostenuto che con il prossimo iMac Apple avrebbe saltato il chip M2. L’analista afferma inoltre che il colosso avrebbe “fatto progressi” sui nuovi MacBook Pro da 14 e 16 pollici, nonostante gli ultimi modelli siano stati presentati a gennaio di quest’anno, Gurman ritiene “non inconcepibile” un ulteriore aggiornamento per l’anno in corso. Ciò sarebbe a suo dire sostenuto da una presunta penuria di ‌iMac‌, MacBook Pro da 13 pollici e MacBook Pro da 14 e 16 pollici in diversi Apple Store, situazione vista come “un chiaro segno che qualcosa sta per succedere”.

Ad ogni modo secondo quanto condiviso, Apple potrebbe annunciare il nuovo iMac il 30 ottobre o al più tardi il giorno dopo, il dispositivi non dovrebbe vantare importanti cambiamenti oltre ai nuovi processori, al massimo qualche piccolo miglioramento lato display.

Infine Gurman ha “confermato” le precedenti indiscrezioni secondo le quali i modelli MacBook Air di prossima generazione con chip M3 non verranno lanciati prima dell’inizio del 2024 e che una versione “pro” più grande dell’‌iMac‌ con display da 32 pollici (e un nuovo design) sarebbe prevista per la fine del 2024 o 2025.

Potrebbe interessarti anche: Ecco le prime foto del presunto nuovo Apple HomePod dotato di display