pagamenti automatici paypal copertina

Sei venuto a conoscenza per caso dei pagamenti automatici PayPal e hai cercato su Internet cosa fossero, e come sia possibile gestirli e bloccarli, perché sei preoccupato che un’azienda possa sottrarre, a tua insaputa, del denaro dai tuoi metodi di pagamento. Sappi che non sei il solo che si è posto questa domanda, e in questa guida troverai esattamente la risposta ai tuoi interrogativi.

Prima però voglio tranquillizzarti: i pagamenti automatici sono dei pagamenti preautorizzati per l’acquisto di beni o servizi che, in nessun caso, possono essere attivati contro la volontà dell’utente. Il sito o l’app che offre un servizio chiede agli utenti di inserire le credenziali PayPal e procedere all’attivazione di un pagamento del genere, per cui si è certi che, se un pagamento automatico è attivo, lo è perché si è scelto di attivarlo consapevolmente.

A volte però la tipologia di pagamento può trarre in inganno sulla sua vera natura, facendo nascere dei dubbi legittimi agli utenti: le commissioni eBay, ad esempio, sono elencate tra i pagamenti ricorrenti, ma anche altri servizi che ad un primo momento potrebbero sembrare totalmente estranei, come ad esempio i servizi per i monopattini in sharing.

Può capitare che questi pagamenti automatici vengano attivati attraverso una transazione una tantum, per poi rimanere attivi fino a quando non vengono disattivati. Ecco perché, prima di spiegare come poter gestire e annullare un pagamento ricorrente su PayPal, abbiamo deciso di dedicare alcuni paragrafi al loro funzionamento, così da rendere maggiormente consapevole l’utente che si appresta a disattivare abbonamenti indesiderati.

Cosa sono gli abbonamenti PayPal e come funzionano

PayPal definisce un abbonamento come un pagamento ricorrente: pensiamo ad esempio alle sottoscrizioni, mensili o annuali, per abbonarsi ad una rivista cartacea. Questi pagamenti ricorrenti PayPal sono rinnovati automaticamente alla loro data di scadenza (mensile, bimestrale, trimestrale, semestrale, annuale) fino a quando non vengono cancellati o il metodo di pagamento utilizzato (es. la carta di credito/prepagata/conto) non scadono.

I servizi in abbonamento più utilizzati riguardano i servizi di streaming online, sia video che audio: aziende come Spotify, Netflix e Amazon utilizzano proprio i pagamenti automatici PayPal per le sottoscrizioni, quando gli utenti decidono di utilizzare questo metodo di pagamento.

Il sistema di abbonamenti PayPal si pone come tramite da un fornitore di prodotti e/o servizi e il consumatore: alla scadenza, PayPal invia un pagamento che viene processato poi dai sistemi informatici, i quali provvedono a rinnovare l’abbonamento. Ecco perché, se si vuole disattivare abbonamenti indesiderati, si deve fare tutto tramite PayPal. Esistono due tipo di pagamenti automatici:

  • Contratto di addebito automatico: il cliente autorizza un addebito di importo variabile ogni volta che si acquista un bene o un servizio
  • Abbonamento: il cliente autorizza il pagamento di un importo fisso con una certa scadenza prefissata

Molti utenti si ritrovano spiazzati da alcune voci presenti nel menu pagamenti automatici di PayPal: alcune aziende infatti attivano questo servizio anche se non viene addebitato alcun importo, ma solo per aprire la strada ad addebiti futuri. È il caso dei servizi di monopattini in sharing, come Lime, o Facebook: in questo caso si tratta di contratto di addebito automatico.

pagamenti automatici paypal

Gli abbonamenti invece sono facilmente riconoscibili: servizi come Spotify e Netflix utilizzano questa modalità di pagamento.

pagamenti automatici paypal

Inoltre, è bene ricordare che, solitamente, la cancellazione di un servizio in abbonamento non inficia la possibilità di usufruire del servizio fino alla scadenza successiva. Se si è già pagato per una sottoscrizione annuale e a metà anno trascorso si decide di cancellarla, il servizio o il prodotto verrà erogato fino al termine del pagamento.

Quali vantaggi offrono i pagamenti automatici PayPal

Il primo vantaggio è la protezione dei dati degli utenti: PayPal è un’azienda che opera su scala mondiale e rispettabile nel panorama dei pagamenti online. Pagare un servizio in abbonamento con PayPal significa non mettere a rischio i dati della propria carta di credito/prepagata/debito o del proprio conto corrente, i quali rimarranno sicuri su PayPal, che agirà da intermediario. Quando si vuole disdire una sottoscrizione, non ci sarà bisogno di contattare l’azienda interessata: niente chiamate dal servizio clienti o email che invitano a ripensarci, con un click o un tap avremo smesso di pagare.

Un altro vantaggio da considerare è quello di avere sotto controllo, tramite l’app o il sito di PayPal, tutte le nostre spese, anche quelle per i pagamenti automatici PayPal. Possiamo controllare minuziosamente il dettaglio di ogni pagamento in un unico luogo, in modo facile ed intuitivo.

Come annullare un pagamento automatico su PayPal

La maggior parte delle persone non è a conoscenza dei pagamenti automatici PayPal, né che esiste una precisa area del sito e dell’app dedicata a questo servizio: utile quando si desidera disattivare abbonamenti indesiderati, dato che è possibile, in pochi clic, controllare che tutti i servizi attivi siano legittimi o, in caso negativo, porre fine alle spese superflue.

PayPal offre la possibilità di poter annullare i pagamenti automatici sia da sito web, utilizzando un qualunque computer dotato di browser, sia dall’app per dispositivi mobili iOS e Android.

Disattivare pagamenti automatici PayPal da computer

  • Vai sul sito https://www.paypal.com/
  • Effettua l’accesso con le tue credenziali
  • Clicca sull’icona Impostazioni nella parte superiore della pagina
  • Vai al tab Pagamenti, quindi clicca sul pulsante Gestisci pagamenti automatici
  • Seleziona il nome o l’indirizzo email del servizio e/o prodotto che desideri disattivare
  • Clicca su Annulla nella parte alta della pagina
  • Clicca sul pulsante Annulla pagamenti automatici

Annullare pagamenti automatici PayPal da smartphone

  • Vai sull’icona Impostazioni con il simbolo dell’ingranaggio, posta in alto a destra nell’interfaccia
  • Scorri in basso e tocca Pagamenti automatici
  • Individua l’abbonamento che desideri visualizzare
  • Nella parte inferiore dello schermo fai un tap su Rimuovi PayPal come metodo di pagamento
  • Tocca Rimuovi per confermare l’annullamento

Chiedere un rimborso per pagamenti automatici PayPal

Se non si desidera più ricevere l’addebito per un abbonamento o un contratto di addebito automatico, ma l’importo è già stato pagato, si può aprire una contestazione. Gli utenti possono annullare un pagamento automatico fino al giorno precedente il pagamento successivo, così da annullare l’abbonamento senza dover pagare nulla.

Se il pagamento è già stato completato, bisogna richiedere un rimborso dal venditore attraverso il Centro risoluzioni PayPal: contatta direttamente il venditore e chiedi della possibilità di un rimborso. Qui trovate maggiori informazioni su come aprire una contestazione e richiedere un rimborso dal venditore.