Sul finire dello scorso mese Apple ha ufficializzato le date scelte per l’evento WWDC 2023, che si terrà dal 5 al 9 giugno; sono già circolate alcune voci riguardo le presentazioni che potrebbe effettuare l’azienda, sia lato hardware che software. Ora Mark Gurman, solitamente molto affidabile quando si parla del colosso di Cupertino, tenta di fare un po’ di chiarezza.

Ecco cosa possiamo aspettarci dall’evento WWDC 2023 di Apple secondo Gurman

Secondo Gurman Apple farà una serie di annunci importanti in occasione dell’evento, nello specifico:

Il nuovo visore per la realtà aumentata dell’azienda dovrebbe rappresentare il momento culmine dell’evento, anche se non sarà immediatamente disponibile per l’acquisto secondo Gurman, così da fornire agli sviluppatori il tempo necessario per creare software e applicazioni che siano pronte per la commercializzazione del dispositivo.

Rimanendo in ambito hardware, sembra che gli unici altri nuovi dispositivi saranno dei MacBook (visto che Gurman scarta l’ipotesi che possano essere presentati nuovi iPad), nello specifico si attendono MacBook Pro 13 e MacBook Air 13, nonché l’inedito MacBook Air 15 di cui di recente sono trapelate alcune nuove indiscrezioni.

Passando alle novità lato software, la maggior parte di queste potrebbe essere riservata a watchOS 10, che dovrebbe rappresentare “il più grande aggiornamento del software di Apple Watch dall’introduzione della prima versione nel 2015”, apportando anche diverse novità all’interfaccia degli Apple Watch, ma non solo.

Anche la prossima versione del sistema operativo dedicato agli iPhone, iOS 17, dovrebbe riservare alcune sorprese:

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%
  • Apple potrebbe riprogettare il Centro di controllo, rendendolo più personalizzabile a discrezione dell’utente
  • potrebbero essere introdotti alcuni miglioramenti per la Dynamic Island
  • l’azienda potrebbe inoltre essere costretta a piegarsi alla volontà delle leggi europee (Digital Markets Act), supportando quindi il sideload delle app e gli app store di terze parti
  • potrebbero essere introdotti dei nuovi widget attivi, diversi da quelli classici in quanto consentono l’interazione tramite pulsanti e cursori

Sembra dunque che le novità non mancheranno all’evento di giugno, ovviamente quanto sopra esposto è comunque frutto di indiscrezioni che, nonostante la fonte solitamente affidabile, non costituiscono una certezza; giugno non è però dietro l’angolo, non mancheranno quindi altre informazioni circa le novità in programma per l’evento Apple.

Potrebbe interessarti anche: Apple in forte calo, -40% annuo per le spedizioni dei Mac