Torniamo ad occuparci degli iPhone 14 Pro, i top gamma per eccellenza dell’attesissima gamma iPhone 14 che Apple svelerà al mondo ufficialmente il prossimo 7 settembre 2022, in occasione dell’evento di lancio Far Out.

I modelli Pro del 2022 rappresenteranno un punto di rottura rispetto ai concetti estetici introdotti con gli iPhone X del 2017, perdendo l’iconico notch (che rimarrà ancora sui modelli “base”) che verrà rimpiazzato con un sistema a due fori (pillola ovale più foro circolare). Un’altra novità attesissima è l’Always-on Display che farà il debutto assoluto sugli iPhone e, secondo le più recenti indiscrezioni, potrebbe funzionare in maniera piuttosto particolare, unito alla nuova schermata di blocco che verrà presto introdotta con iOS 16.

Il quadro sugli iPhone 14 Pro è sempre più completo

Qualche giorno fa abbiamo riportato alcune indiscrezioni che suggerirebbero la volontà di Apple di sfruttare via software lo spazio tra i due fori, presenti sugli iPhone 14 Pro e 14 Pro Max per sostituire il notch, per mostrare gli indicatori della privacy (gli indicatori verde per la fotocamera e arancione per il microfono) e per creare l’illusione che sui due modelli top gamma sia presente un unico foro a pillola ovale in luogo di due fori (pillola ovale + foro circolare) separati.

Oltre a questa differenziazione “estetica”, rispetto agli iPhone 14 “base”, gli iPhone 14 Pro saranno dotati di un comparto fotografico posteriore rinnovato (con la nuova fotocamera principale da 48 megapixel e la nuova fotocamera ultra-grandangolare, sempre da 12 megapixel ma con pixel più grandi), del nuovo chip Apple A16 Bionic e di tante altre piccole chicche che amplieranno la forbice a favore proprio dei modelli Pro.

Un’altra differenza marcata sarà legata ai display che, pur offrendo la stessa diagonale (e probabilmente risoluzione) e la stessa tecnologia OLED tra tutti e quattro i modelli (al netto di sorprese ci saranno due modelli da 6,1” e due modelli da 6,7”), solo sui modelli Pro offriranno la frequenza di aggiornamento variabile da 1 a 120 Hz, aprendo di fatto lo scenario all’approdo (solo sugli iPhone 14 Pro) dell’Always-on Display, funzionalità suggerita da più parti e scovata anche all’interno del codice di iOS 16.

La stessa fonte che ha suggerito il probabile “utilizzo” che Apple farà dello spazio tra i due fori, ha condiviso con il portale specializzato MacRumors quello che dovrebbe essere il funzionamento dell’Always-on Display sui prossimi iPhone 14 Pro e 14 Pro Max.

L’Always-on Display degli iPhone 14 potrebbe funzionare così

Una fonte anonima ha condiviso sul forum di MacRumors diverse immagini che ritraggono quello che, a suo dire, sarebbe l’aspetto definitivo della nuova schermata di blocco e dell’Always-on Display (AOD) degli iPhone 14 Pro e 14 Pro Max. Oltre al funzionamento dell’AOD, dalle immagini scopriamo anche come Apple dovrebbe sfruttare il maggiore spazio a disposizione presente sulla barra di stato.

Ecco, dunque, cosa si riesce a percepire da queste immagini che ritraggono schermata di blocco e Always-on Display degli iPhone 14 Pro; ribadiamo, tuttavia, che al momento queste non rappresentano nulla di ufficiale (per averla bisognerà attendere il lancio globale dei nuovi melafonini):

  • I colori dello sfondo pervaderanno le informazioni in primo piano
    Lo sfondo in secondo piano delle immagini con effetto di profondità utilizzabili sulla schermata di blocco verrà rimosso e completamente oscurato quando è attivo l’Always-on Display (la funzionalità potrebbe chiamarsi “Sempre attivo” come sugli Apple Watch); ciò che viene mostrato in primo piano, invece, sarà oscurato. Inoltre, il contenuto in primo piano verrà colorato con colori e luci che rispecchieranno lo sfondo in secondo piano, a seconda di come l’utente personalizzerà la schermata di blocco.
  • Widget e Always-on Display
    I widget saranno visibili anche nell’Always-on Display ma compariranno a intermittenza e ad intervalli prestabiliti, impercettibili per l’utente, in modo di evitare il burn-in, pecca intrinseca dei pannelli OLED.
  • Unica configurazione tra schermata di blocco e Always-on Display
    I contenuti mostrati nella schermata di blocco “sempre attiva” e nella schermata di blocco regolare dovranno essere configurati allo stesso modo e non potranno essere separati: questo significa che devono condividere lo stesso sfondo, le stesse scelte di colore, gli stessi caratteri e gli stessi widget. Gli elementi visivi principali dell’Always-on Display, invece, possono essere personalizzati in modo indipendente.
  • Notifiche sull’Always-on Display
    Le notifiche faranno parte dell’esperienza di visualizzazione dell’Always-on Display degli ‌iPhone 14 Pro‌ e, al pari della normale schermata di blocco, verranno impilate partendo dal basso e rimarranno leggermente più visibili per 10 secondi. Una volta riattivato il display, le notifiche si animeranno a partire dal basso e procederanno a impilarsi secondo la scelta dall’utente dalle impostazioni della schermata di blocco (si potrà scegliere tra conteggio, pila o elenco).
  • Presunto contatore delle notifiche
    Apple potrebbe anche consentire agli utenti di abilitare un contatore delle notifiche nella parte inferiore dell’Always-on Display.
  • Barra di stato degli iPhone 14 Pro
    Dalle immagini condivise, è possibile notare come nella barra di stato degli iPhone 14 Pro saranno riportate più informazioni rispetto a quelle presenti sui modelli precedenti (e a quelle che verranno mostrate dagli iPhone 14 “base”): la barra della ricezione della rete mobile e la tipologia di connessione attiva (5G/4G o l’icona con il segnale del Wi-Fi) verranno spostate a sinistra dei fori, a fianco del nome dell’operatore; a destra rimarranno l’icona della batteria, l’icona della geolocalizzazione e verrà introdotta la percentuale di ricarica, attualmente collocata nel centro di controllo ma che verrà inserita all’interno dell’icona della batteria negli iPhone dotati di notch (caratteristica introdotta con la beta 5 di iOS 16).

L’arrivo degli iPhone 14 Pro potrebbe essere accompagnato da un nuovo aggiornamento

Tra le più recenti indiscrezioni, sembra che Apple stia pianificando il rilascio di un nuovo aggiornamento software (si dice iOS 16.0.1) che accompagnerà l’arrivo degli iPhone 14 Pro, a questo punto successivo rispetto al rilascio globale (in versione stabile) della nuova versione di iOS: questo aggiornamento minore dovrebbe andare a risolvere alcuni problemi con display e gestione dell’Always-on Display, attualmente vittime di alcuni bug sugli smartphone di nuova generazione.

Gli sviluppatori del colosso di Cupertino, infatti, stanno affrontando alcuni intoppi nello sviluppo conclusivo della funzionalità e, secondo quanto riportato, starebbe richiamando ingegneri software anche da altri team di sviluppo, inclusi sviluppatori che solitamente si concentrano sulle funzionalità per Apple Watch (che dal modello Watch 5 offre l’Always-on Display).

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Avvicinandoci all’evento di lancio Far out del prossimo 7 settembre 2022, il quadro attorno alla generazione 2022 dei melafonini si fa sempre più completo: qualora Apple seguisse le tempistiche canoniche, è probabile che gli iPhone 14 e iPhone 14 Pro saranno disponibili al preordine già venerdì 9 settembre mentre la disponibilità effettiva dovrebbe arrivare una settimana dopo, ovvero venerdì 16 settembre.

Potrebbero interessarti anche: La ricarica rapida di iPhone 14 sarà molto più rapida rispetto al passato (rumor) e Apple valuta la connettività satellitare per iPhone 14 e Watch Pro (Gurman)

In copertina: un concept di iPhone 14 Pro realizzato da Ian Zelbo