iOS 13 beta

A due settimane dal rilascio della prima beta pubblica, gli sviluppatori di Apple hanno avviato il roll out dell’aggiornamento della seconda beta pubblica di iOS 13 e iPadOS a tutti coloro sono iscritti al programma di beta test. Stranamente Apple ha atteso 5 giorni dal rilascio della seconda beta pubblica di tvOS 13 e macOS 10.15 prima di rilasciare quella per iOS 13 e iPadOS.

La beta pubblica offre a coloro che non hanno un account sviluppatore la possibilità di testare tutte le nuove funzionalità in vista del rilascio in forma stabile atteso in autunno (in concomitanza con la presentazione degli Apple iPhone XI).

Al momento non sappiamo se vi sono novità sostanziali rispetto alla prima beta pubblica. Fra le novità che troviamo nella seconda beta pubblica del nuovo sistema operativo per iPhone vi sono:

  • Nuovi elementi dell’interfaccia utente
  • Possibilità di acquisire schermate a schermo intero al di fuori di Safari.
  • La condivisione dell’audio è ora disponibile per AirPods
  • Possibilità di ignorare i mittenti bloccati attivabile in Impostazioni> Posta. Questo elenco è condiviso con Messaggi, FaceTime e Telefono, quindi una volta bloccato qualcuno in un’app, vengono bloccati ovunque.
  • FaceTime si arricchisce della funzione “Attention Correction” per per modificare gli occhi nel video della videochiamata e far sembrare che l’utente stia guardando in camera.

Allo stesso modo, sono stati risolti alcuni bug presenti nella precedente beta:

  • Il tap nei link non manda più in crash le app.
  • L’icona Wi-Fi viene visualizzata in modo coerente.
  • Il valore VO2 Max viene visualizzato correttamente nell’app Salute.
    Risoluzione dell’apertura di PDF nell’applicazione Apple Books.
  • Le mappe ora cambiano in modo dinamico in CarPlay in base al tema chiaro e al tema scuro.
  • Le cartelle di iCloud condivise ora visualizzeranno correttamente i loro contenuti.
  • La musica non verrà visualizzata come in pausa anche durante la riproduzione.
  • Funzionalità di “Visualizza intero messaggio” di Gmail nuovamente funzionante.
    Possibilità di disattivare QuickPath (tastiera swipe).

Ricordiamo poi che tra le principali novità di iOS 13 trovano spazio la Dark Mode iOS 13 a livello di sistema, tanto che non solo le applicazioni proprietarie di Apple (e quelle degli sviluppatori di terze parti) ma anche la grafica delle impostazioni, dei menu e delle notifiche ha veduto delle novità in tal senso.

Oltre a ciò troviamo l’introduzione del nuovo Cryptokit utile a creare wallet per criptovalute e modifiche significative apportate all’app Apple Salute su iOS.

Per maggiori informazioni sulle novità di iOS 13, vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento. Nel caso foste interessati a procedere al download e all’installazione di queste due beta pubbliche, vi rimandiamo alla nostra guida dettagliata che vi seguirà passo passo.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo indicare che Apple ha provveduto a rilasciare anche una versione rivisitata della terza beta per sviluppatori di iOS 13. Il motivo della nuova versione non è del tutto chiaro, ma la terza versione beta non era disponibile per iPhone 7 e 7 Plus per qualche ragione. L’aggiornamento di oggi (build 17A5522g) è solo un incremento minore rispetto alla build 17A5522f della versione originale, ma Apple sembra che lo stia rilasciando per tutti i dispositivi, non solo per l’iPhone 7 e 7 Plus che non lo avevano originariamente ricevuto.