lunedì, Novembre 30, 2020
Home Tags IOS 14

iOS 14: novità, caratteristiche, dispositivi compatibili

ios 14 iphone

iOS 14 (precedentemente iPhone OS) è la quattordicesima versione del sistema operativo a derivazione Unix che Apple ha sviluppato per iPhone. L’ultima versione presentata porta con se considerevoli funzionalità aggiuntive e soprattutto un discreto numero di miglioramenti QoL (Quality of Life) che si concentrano sull’esperienza utente, a partire dai miglioramenti dell’interfaccia grafica.

La prima versione di iOS è stata rilasciata il 29 giugno 2007, successivamente, con cadenza annuale, Apple ha rilasciato altre versioni:

Cronologia versioni ios

L’ultima versione stabile rilasciata, nel momento in cui scriviamo, è la versione 13.5.1, ma le novità di cui parleremo nelle prossime righe fanno riferimento a quanto svelato durante la WorldWide Developers Conference, l’evento annuale che Apple dedica agli sviluppatori per presentare le novità relative ai nuovi sistemi operativi.

In occasione del WWDC 2020, tenutasi il 22 Giugno, è stata rilasciata in concomitanza la prima versione beta del software di iOS 14: nei paragrafi seguenti troverete informazioni utili per scaricare ed installare iOS 14, una lista aggiornata di tutti i dispositivi che riceveranno la nuova release software e una panoramica completa delle nuove funzionalità di iOS 14.

Cos’è iOS 14

Il sistema operativo iOS 14 è stato annunciato all’evento Worldwide Developers Conference, abbreviato WWDC 2020. Non porta con sé stravolgimenti dell’interfaccia, ma sicuramente gli amanti delle novità apprezzeranno i miglioramenti che Apple ha riservato per la prossima release software, il cui rilascio finale è previsto in concomitanza con la presentazione dei nuovi iPhone 12.

Come di consueto, insieme alla presentazione l’azienda di Cupertino ha reso disponibile anche la prima versione software iOS 14 Developer Beta 1.  Gli utenti in possesso di un device compatibile possono accedere al programma Apple Developer Program a questo link e provare in prima persona il software beta, ma attenzione: si tratta di una versione dedicata esplicitamente agli sviluppatori per testare la compatibilità delle app con la nuova versione del sistema operativo. Per questo motivo, sconsigliamo fortemente di installarla su device usati tutto il giorno, e di aspettarsi bug e malfunzionamenti.

Se volete provare le novità in anteprima, ma non vi sentite pionieri del software, basterà attendere il mese di Luglio, quando verrà rilasciata la prima beta pubblica, disponibile all’installazione per tutti.

Tutti i dispositivi aggiornabili a iOS 14

Molto interessante la lista dei device che verranno aggiornati da iOS 13 a iOS 14: iPhone 6 e 6s vengono riconfermati come idonei anche per la nuova release del sistema operativo, e tra le gradite sorprese vi è anche iPhone SE di prima generazione, un vero campione di longevità.

I modelli compatibili col nuovo sistema operativo sono:

  • iPhone 11
  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11 Pro Max
  • iPhone XS
  • iPhone XS Max
  • iPhone XR
  • iPhone X
  • iPhone 8
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone 6s
  • iPhone 6s Plus
  • iPhone SE (1° generazione)
  • iPhone SE (2° generazione)
  • iPod touch (7° generazione)

Come installare iOS 14

Apple nel tempo ha reso la procedura di installazione dei nuovi sistemi operativi molto semplice e con iOS 14 non vi è nessuna eccezione. Una volta rilasciata la release finale stabile, sarà possibile installare il sistema operativo attraverso due modalità: aggiornamento OTA oppure con un’installazione pulita tramite iTunes o Finder.

Aggiornamento OTA (Over-the-Air)

Aggiornare via OTA il proprio iPhone è il metodo più conveniente: non si deve disporre di un PC Windows o Mac, e soprattutto questa procedura consente di mantenere tutti i dati personali presenti sul proprio dispositivo. Per poter procedere con l’aggiornamento OTA ad iOS 14 bisogna fare attenzione a due requisiti importanti: avere una copertura di rete ideale per scaricare una mole di dati abbastanza grande, solitamente superiore al gigabyte di dati; inoltre, avere il telefono carico almeno all’80%.

Per verificare se il nostro iPhone sia idoneo all’aggiornamento software via OTA basta in Impostazioni, poi in Generali e successivamente in Aggiornamento SoftwareIl telefono in quel momento verificherà la presenza di un aggiornamento e vi permetterà, se le condizioni sono idonee, di procedere alla sua installazione.

Aggiornamento incrementale tramite iTunes

In alterna è possibile utilizzare anche iTunes o Finder per procedere per poter eseguire l’aggiornamento:

  • Collegate l’iPhone al computer ed avviate iTunes o Finder
  • Selezionate il dispositivo iPhone connesso
  • Fare clic su Riepilogo
  • Cliccate su Verifica aggiornamenti
  • Premete il pulsante Scarica e aggiorna

Installazione pulita in caso di problemi

Procedere ad un’installazione pulita è il metodo migliore quando la memoria del telefono è particolarmente satura di foto, documenti, dati di app rimosse che però vengono conservate ancora nella memoria interne e così via. Per poter effettuare un’installazione pulita di iOS 14 serve avere un PC Windows con iTunes, oppure utilizzare il nuovo Finder, disponibile per tutti i Mac e MacBook con a bordo macOS Catalina.

Ricordiamo agli utenti che procedere con questo genere di installazione eliminerà tutti i dati presenti sul device, per cui prima di procedere è consigliato eseguire un backup degli stessi, così da non perderli irreparabilmente. Il PC, sia Windows che Mac, dovrà essere connesso alla rete internet, con l’ultima versione di iTunes installata o macOS Catalina a bordo, e dovrà essere collegato fisicamente all’iPhone tramite cavetto Lightning. Infine, sarà necessario anche il file .ipsw del firmware iOS che potrete scaricare da questo sito una volta che iOS 14 sarà stato rilasciato.

Quando abbiamo a nostra disposizione tutti gli elementi procediamo in questo modo:

  • Colleghiamo l’iPhone al computer
  • Avviamo iTunes o Finder
  • Su Mac: tenete premuto il tasto Alt e cliccate su Ripristina iPhone
  • Su Windows: tenete premuto il tasto Shift e cliccate su Ripristina iPhone
  • Selezionate il file .ipsw di iOS precedentemente scaricato
  • Attendete il termine della procedura di ripristino: verrà scaricato e installato iOS 14, e al termine potrete scollegare lo smartphone dal computer

Tutte le novità di iOS 14

Con un format totalmente inedito che farà scuola per tutte le aziende, che sul marketing e la cura dei dettagli hanno molto da imparare (ancora) da Apple, il WWDC ha visto concentrare tutte le novità di iOS 14 in pochi minuti.

iOS14 novità

Nei prossimi paragrafi spiegheremo brevemente quali sono le funzionalità che attendono i possessori di un device compatibile con la nuova release software, cercando di riassumere le caratteristiche principali e le potenzialità di utilizzo. Se volete approfondire tutte le novità in arrivo su iOS 14 vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento.

I widget arrivano anche su iOS

ios 14 widget

Su Android sono presenti da una decade, ma l’attesa per gli utenti iPhone è terminata: i widget fanno la loro comparsa ufficiale nel mondo della mela morsicata. Gli utenti potranno posizionare widget tematici nella homescreen, finora relegati nella schermata di recap laterale. Sarà possibile quindi ridimensionarli, e verrà ampliato il numero di widget disponibili. Inoltre, tramite Smart Stack e al machine learning, iPhone imparerà dalle nostre abitudini mostrando il widget più pertinente in un dato momento della giornata.

Picture in picture (PiP) su iOS 14

Picture in picture iOS

Anche qui un’altra “novità” che nel mondo del robottino verde è presente da anni, ma come sempre Apple ha saputo implementarla in maniera intuitiva e comoda. Grazie al PiP potremo continuare a guardare video e serie mentre navighiamo l’interfaccia, con la possibilità di ridimensionare il rettangolo o spostarlo temporaneamente fuori dalla visuale, con l’audio che continuerà in background.

Nuova veste per Siri, l’assistente digitale di Apple

Nonostante sia considerato l’assistente virtuale meno pertinente ed evoluto, Siri si rivela utilissimo sui prodotti Apple, anche se perde nel confronto con Google Assistant e Amazon Alexa. Nella prossima release software Siri non occuperà più l’intero schermo, ma un piccolo globo di luce comparirà nella parte bassa dell’interfaccia, ma le novità non finiscono qui.

Quando possibile, Siri mostrerà i risultati di ricerca in widget, come per il meteo, basandosi sulla richiesta ed il contesto di utilizzo; infine, l’assistente potrà tradurre in tempo reale anche in modalità offline: basterà chiedere a Siri e posizionare il telefono in orizzontale.

Messaggi iOS 14

Apple non si dà per vinta e tenta di svecchiare l’app Messaggi, rendendola più competitiva e al passo con i tempi: le conversazioni preferite ora possono essere appuntate in alto, mentre la comunicazione si arricchisce di nuove Memoji, ora utilizzabili anche nei gruppi. Infine, in modo simile a tanti altri social ed app di messaggistica come Instagram, Snapchat e Twitter, arrivano le menzioni nelle conversazioni.

Guide per i luoghi iOS 14

L’app Mappe non sarà la preferita degli utenti Apple, che spesso gli preferiscono concorrenti come Waze e Google Maps, ma ha dalla sua una politica trasparente sulla privacy dei dati dei propri utenti, la migliore al mondo. Con il nuovo aggiornamento però arriveranno anche Guide sui posti più interessanti da scoprire e luoghi in cui rifocillare il corpo e lo spirito, curate da un team di persone in carne ed ossa.

App Clips iOS 14: ecco le Instant Apps del mondo Apple

Capita a volte di voler utilizzare un servizio che però prevede lo scaricamento di un’app: pensiamo ad esempio alla possibilità di usufruire di uno sconto speciale ordinando cibo tramite l’app della catena di ristoranti, oppure alla possibilità di noleggiare un monopattino elettrico. Perché attendere il completamento dell’intero download quando possiamo scaricare soltanto una piccola parte dell’app ed utilizzarla per i nostri scopi? Ecco, in poche parole, in cosa consistono le nuove App Clips.

Si tratta di piccoli pezzi di app, di dimensione inferiore ai 10 MB, che occupano poco spazio sul telefono, utili se dobbiamo utilizzare il servizio soltanto una volta, ad esempio per pagare il parcheggio. Così facendo si risparmiano tempo e dati.

Miglioramenti privacy e dati iOS 14

L’attenzione alla privacy degli utenti è uno dei cavalli di battaglia e mantra dell’azienda di Cupertino, per cui non stupisce che la gestione dei dati da parte delle app subirà una nuova modifica, stavolta riguardante il tracking della posizione geografica.

Sarà possibile infatti condividere con le app soltanto la propria posizione approssimativa, e non quella specifica, che avrà una precisione nettamente inferiore. Inoltre, ogni qual volta vengono utilizzati i permessi per la fotocamera e il microfono un led arancione illuminerà la parte in alto dello schermo, così da individuare in modo immediato app sospette.

CarKey e CarPlay: iPhone diventa la chiave per aprire l’auto

Su iPhone sarà possibile generare delle chiavi digitali con cui poter mettere in moto l’automobile: basterà semplicemente avvicinare il telefono alla portiera e, una volta all’interno dell’auto, poggiarlo su una base wireless predisposta per metterla in moto.

Le chiavi digitali potranno anche essere condivise tramite l’app Messaggi oppure conservate su iCloud, autorizzando di volta in volta guidatori differenti.

Find my potenziato in iOS 14

Entro la fine dell’anno arriveranno tanti accessori di terze parti che comunicheranno con il sistema di tracciamento offline che caratterizza i nuovi dispositivi Apple come MacBook e iPhone. Questo significa che potremo ritrovare gli accessori anche se spenti e privi di una connessione Wi-Fi o dati.

Miglioramenti dell’interfaccia su iOS 14

Ci sono poi dei miglioramenti marginali, ma che comunque impattano in modo positivo sull’esperienza utente, consentendo operazioni che prima non erano possibili, o concepibili.

Ad esempio, gli utenti saranno sicuramente grati per la possibilità di scegliere le app di default preferite: iPhone ora non proverà ad aprire sempre le app di sistema predefinite come Safari e Mappe quando si clicca su di un link o si invoca l’assistente Siri, ma aprirà quelle da noi specificate.

Altro piccolo, ma importante cambiamento che farà la felicità di fotografi e videomaker è la possibilità di cambiare risoluzione e frame rate di registrazione all’interno dell’app Fotocamera, senza dover aprire le Impostazioni. Sono anni che gli utenti Apple richiedono questa feature, e con iOS 14 diventerà finalmente realtà.

Per ovviare alla crescente entropia generata dalla mole elevata di app scaricate sul telefono, iOS 14 porta con sé App Library, una vera e propria libreria in cui catalogare ed indicizzare tutte le nostre app, così da potervi accedere in modo rapido. Sarà possibile organizzare le cartelle di App Library, ma grazie al machine learning sarà iPhone stesso a suggerirci quelle più indicate per noi.

Viene introdotto anche il pop-up delle telefonate, utile quando siamo impegnati in un’app a schermo intero: la schermata di ricezione chiamata non occuperà più l’intera superficie, ma soltanto la parte alta dello schermo, a mo’ di notifica. Infine, un’altra piccola chicca per chi utilizza la tastiera stock su iOS: ora si potranno cercare rapidamente le emoji direttamente da tastiera, grazie all’introduzione del tasto ricerca.

15,605FansMi piace
1,925FollowerSegui
811FollowerSegui
25,700IscrittiIscriviti