Incentivi Lombardia per l'acquisto di auto elettriche nel 2021

La Lombardia da tempo sta scommettendo sulla mobilità elettrica, come dimostra l’approvazione della nuova delibera attraverso cui la regione mette a disposizione 36 milioni di euro come incentivi per l’acquisto di auto elettriche (e moto). La somma di denaro verrà spalmata su due anni: 18 milioni quest’anno, gli altri 18 saranno invece elargiti nel 2022.

Vediamo ora in dettaglio quali sono gli incentivi Lombardia per auto elettriche nel 2021, elencando qual è la somma destinata agli automobilisti in base alla classe di appartenenza dell’automobile che intendono acquistare. Dedicheremo poi un secondo capitolo agli incentivi previsti per scooter e moto elettriche, mentre nella seconda e ultima parte della guida vedremo brevemente come presentare la domanda.

Nota: i contributi finanziati dalla regione Lombardia sono cumulabili con quelli già previsti dal governo nazionale.

Incentivi Lombardia per le auto elettriche 2021

Ecco gli incentivi previsti dalla Lombardia per l’acquisto di una nuova auto elettrica nel 2021:

  • 8.000 euro per auto a zero emissioni (auto elettriche o a idrogeno): l’incentivo dal valore più alto spetta a chi acquista un’auto elettrica pura o una vettura a idrogeno, rottamando contestualmente la vecchia automobile con omologazione fino a Euro 2 (a benzina) o Euro 5 (diesel). Nell’eventualità si disponga di un veicolo diesel fino a Euro 5 da rottamare, si può beneficiare dell’incentivo da 8.000 euro cancellando dal Pra la vecchia auto per l’esportazione all’estero. In caso di mancata radiazione, invece, l’incentivo scende a 4.000 euro.
  • 5.000 euro per auto con emissioni di anidride carbonica inferiori a 60 g/km e con livelli di ossidi d’azoto (NOx) fino a 85,8 mg/km: rientrano in questa classe le automobili Euro 6D a benzina, metano, GPL e le auto ibride. A differenza però delle vetture elettriche o fuel cell, l’incentivo viene concesso solo in caso di rottamazione o esportazione (lo stesso discorso vale anche per le altre classi inferiori).
  • 4.000 euro per auto con livello di emissione di CO2 inferiori a 60 g/km e livelli di ossidi di azodo (NOx) compresi nella fascia che va da 85,9 e 126 mg/km: oltre alle già citate auto a metano, GPL e ibride, rientrano anche le Euro 6D-Temp benzina e le Euro 6D diesel
  • 4.000 euro per auto con emissioni di CO2 comprese tra 60 e 110 g/km e con livelli di ossidi di azoto che non superino il valore di 85,8 mg/km: sì dunque alle vetture Euro 6D a benzina, ibride, a metano e GPL.
  • 3.000 euro per automobili con emissioni di anidride carbonica comprese tra 60 e 110 g/km e con NOx al di sotto dei 126 mg/km: rientrano nell’elenco anche le Euro 6D-Temp a benzina, le Euro 6D diesel, e le classiche auto ibride, a metano e GPL.
  • 3.000 euro per vetture le cui emissioni di CO2 siano comprese tra un valore di 110 e 145 g/km, e con valori ossidi di azoto inferiori a 85,8 mg/km: ad esempio si può usufruire di uno sconto pari a tremila euro acquistando un’auto Euro 6D a benzina, una ibrida, a metano e GPL.
  • 2.000 euro per auto con emissioni comprese nei valori di 110 e 145 g/km di CO2, e con NOx che non superi i 126 mg/km: l’incentivo viene erogato agli automobilisti che scelgono di acquistare un’auto ibrida, GPL e metano, oltre ai modelli Euro 6D-Temp a benzina ed Euro 6D diesel.

Va da sé che lo sconto più invitante è il primo: la regione lombarda è disposta a offrire un contributo di 8.000 euro a chiunque acquisti un’auto elettrica nuova o immatricolata dal 1° gennaio 2020; grazie all’unione degli incentivi Lombardia e gli incentivi statali, con la rottamazione lo sconto complessivo raggiunto è di 18.000 euro.

Immaginiamo che un’automobilista residente nella regione Lombardia sia interessato all’acquisto del modello base della nuova Fiat 500 elettrica: a fronte di un prezzo di listino di 26.150 euro, grazie ai 18.000 euro di incentivi può acquistarla a poco più di 8.000 euro.

Un discorso analogo, pur tenendo in considerazione la differenza di prestazioni e costi, può essere fatto per la Model 3 Standard Range Plus di Tesla (versione di accesso della gamma Model 3): di listino ha un costo di 48.970 euro, con gli incentivi Lombardia e quelli statali il prezzo può scendere fino al di sotto dei 31.000 euro.

Importante: è previsto un ulteriore sconto da parte del venditore di almeno il 12% sul prezzo di listino del modello base (sono esclusi eventuali allestimenti superiori). In caso di acquisto invece di un’auto elettrica al 100% o ad emissioni zero, lo sconto applicato è pari a 2.000 euro.

Nota: c’è un ultimo punto importante da sottolineare e riguarda le regole sulla radiazione per demolizione delle auto, al fine di essere idonei a presentare la domanda per gli incentivi Lombardia. Rientrano nel bando le auto a benzina fino a Euro 2 incluso e diesel fino a Euro 5 incluso, mentre per esportazione all’estero il bando indica come idonee soltanto vetture diesel Euro 5.

Incentivi Lombardia per moto e scooter elettrici

Gli incentivi voluti dalla regione Lombardia interessano anche l’acquisto di motoveicoli e ciclomotori elettrici, per cui vengono destinati 1,8 milioni nel 2021 e altri 1,8 milioni di euro nel 2022. Anche in questo caso gli incentivi sono cumulabili con quelli statali, ed è previsto un importo maggiore in caso di radiazione auto.

Ecco la lista degli incentivi regionali della Lombardia validi per l’acquisto di moto e scooter elettrici:

  • fino a 3.000 euro, con uno sconto del 30% sul prezzo di listino, se si decide di radiare per demolizione un’automobile
  • fino a 2.000 euro, con uno sconto del 20% sul prezzo di listino, in caso di radiazione di una moto
  • fino a 1.000 euro, con uno sconto del 10% sul prezzo base, nel caso non si voglia ricorrere alla radiazione di un’auto o di un motoveicolo di proprietà

A differenza degli incentivi per le auto elettriche, lo sconto è da intendere fino a un importo massimo di “X” euro. Per evitare fraintendimenti, il consiglio è di prendere come punto di riferimento esclusivamente lo sconto riportato in termini percentuali (30-20-10 per cento).

Importante: il venditore è tenuto a operare un ulteriore sconto di almeno il 7% sul prezzo di listino del modello base (tale sconto non comprende gli allestimenti opzionali). Inoltre, a differenza che per le auto, i veicoli a due ruote dovranno necessariamente essere immatricolati per la prima volta nel nostro Paese. Infine, un’ulteriore regola da rispettare ha per oggetto la tempistica della radiazione, da effettuare dopo la data di approvazione del bando attuativo.

Nota: la stessa nota riportata nel capitolo precedente delle auto elettriche vale anche per l’acquisto di moto e scooter elettrici. Dunque gli incentivi sono validi solo in caso di radiazione per demolizione di un’auto a benzina fino a Euro 2 o diesel fino a Euro 5, oppure per esportazione all’estero unicamente per automobili diesel Euro 5.

Come presentare domanda per gli incentivi della regione Lombardia per le auto elettriche

I cittadini interessati agli incentivi Lombardia per l’acquisto di un’auto elettrica (o una vettura con emissioni che rientrano nei valori consentiti) possono presentare domanda tramite la piattaforma Bandi online del sito della regione a partire dal 1° marzo. L’inizio del prossimo mese infatti coinciderà con la data di apertura del bando.

Una volta inoltrata la domanda si è poi liberi di andare presso un qualsiasi concessionario aderente all’iniziativa e acquistare la vettura desiderata, disponendo dello sconto previsto. Inizialmente il contributo verrà sostenuto dal concessionario, che in seguito riceverà il rimborso da parte della regione Lombardia.

Se volete approfondire ulteriormente l’argomento vi rimandiamo al link qui sopra, dove trovate il bando attuativo contenente tutte le informazioni sugli incentivi.

Potrebbe interessarvi anche: Conviene acquistare un’auto elettrica rispetto ad una a benzina?