iPhone 12 iPhone 12 Pro

Freschi di unveil ufficiale Apple vi presentiamo iPhone 12 e iPhone 12 Pro nella cornice del nostro storico format “24 ore con”. Abbiamo infatti iniziato a provare i due nuovi melafonini come telefoni principali e siamo pronti, dopo alcune ore di utilizzo, a darvi le nostre prime impressioni a riguardo, sufficienti per far emergere i primi pregi e i primi difetti ma ovviamente ancora presto per formulare un giudizio definitivo, che arriverà prossimamente.

iPhone 12 e iPhone 12 Pro dopo 24 ore

Unboxing

La prima esperienza particolare che potete fare con i nuovi iPhone è durante l’unboxing, lo spacchettamento, dove la confezione di vendita subisce un forte mutamento interno, che si ripercuote anche nelle dimensioni: ora è quasi dimezzata in spessore e non contiene più né alimentatore né cuffie EarPods con attacco lightning. Il motivo? Apple dice per maggior sostenibilità ambientale, se dunque non siete in possesso di un caricabatterie con porta Type-C, dovrete acquistarlo separatamente.

Rimangono solo il cavo USB C – Lightning, manualistica varia, spilletta vano SIM, 1 solo sticker adesivo rispetto ai precedenti due.

Design che divide ma la qualità resta

Sono smartphone che giocano la loro partita sul confine dei 1000 Euro e già per questo motivo non possono essere che di una qualità sopraffine. Vetro con particelle di argilla per migliorarne la resistenza alla caduta, frame in acciaio lucido per il Pro (a rischio graffi) e satinato per la variante standard. Una differenza importante rispetto al passato è nella forma, ora decisamente più spigolosi sparendo di fatto qualsiasi stondatura, e proprio questa novità divide un po’ i pareri tra chi piace perché ricorda l’iconico design di iPhone 5 e a chi no.

iPhone 12 poi è leggero il giusto mentre la variante Pro continua a pesare un po’ di più ma niente a confronto con la variante iPhone 12 Pro Max che arriverà verso la metà di novembre 2020.

Tornando a parlare di vetro fate molta attenzione a usarlo coi guanti di seta, sarà anche più resistente alle cadute ma a scapito di una minor resistenza ai graffi. È stato sufficiente poggiarli fianco a fianco per ritrovarsi una evidente riga sul vetro visibile sia in controluce che non, insomma una pellicola protettiva di qualsiasi tipo, in plastica o in vetro, è assolutamente d’obbligo (la trovate su Amazon.it).

Nessuna particolare differenza comunque tra i due modelli: al netto del sensore LiDAR che permette di mappare in 3 dimensioni stanze e oggetti oltre a velocizzare la messa a fuoco e aumentare la precisione nel ritaglio del soggetto in ritratto (anche con scarsa luce).

Quale iPhone 12 acquistare?

Per la prima volta può rivelarsi una scelta più saggia dirigersi verso iPhone 12 rispetto al 12 Pro. Questo perché l’hardware è poco diversificato e la differenza di prezzo di 200€ tra 12 (128 GB) e 12 Pro (128 GB) non rappresenta un incentivo a spingersi verso la versione Pro.

Certo, il tutto dipende dalle proprie esigenze di consumatore ma a chi non interessa sensore LiDAR, teleobiettivo, vetro satinato e frame lucido non sentirà alcuna differenza o mancanza importanti.
Di seguito un riepilogo dei prezzi base:

Ovviamente restano in sospeso le argomentazioni riguardo iPhone 12 Mini e iPhone 12 Pro Max, i cui pre-ordini inizieranno il 6 di novembre e le spedizione il 13 novembre.