Apple Store logo

Apple mette le mani avanti nella nuova lettera inviata agli investitori, rivedendo al ribasso le previsioni di vendita per il primo trimestre del 2020. Si fa dunque sentire l’effetto del coronavirus che sta flagellando la Cina e che sta paralizzando l’intero comparto produttivo del paese asiatico, con inevitabili ripercussioni a livello globale.

Apple non raggiungerà l’obiettivo trimestrale

La compagnia di Cupertino pensa di “non riuscire a raggiungere le previsioni di vendita relative al primo trimestre” proprio per questo motivo. Le previsioni si basavano su un ritorno alla produttività dopo il 10 febbraio ma la situazione si sta facendo più complicata del previsto e le ripercussioni non tarderanno a farsi sentire.

La causa principale delle minori entrate è da ricercarsi nella riduzione delle scorte di iPhone 11 che dovrebbe portare a carenze di magazzino con conseguenti ritardi nelle spedizioni degli ordini. Nonostante buona parte delle aziende partner abbia ripreso il lavoro, il ritmo è inferiore a quello previsto da Apple e la limitata apertura degli store cinesi non aiuterà certo le vendite.

Al via la produzione dei nuovi iPad Pro

Nonostante gli evidenti problemi nella filiera produttiva, sembra che sia già partita la produzione della versione rinnovata di iPad Pro, che dovrebbe arrivare nelle versioni da 11 e 12,9 pollici. La principale novità dovrebbe essere rappresentata dalla presenza del chip A13X Bionic, con almeno 4 GB di RAM e una memoria interna che arriverà fino a 1 TB.

Secondo la pubblicazione asiatica DigiTimes il nuovo iPad Pro dovrebbe poter contare su una tripla fotocamera posteriore nella quale spicca la presenza di un sensore ToF (Time of Flight) per applicazioni di realtà aumentata.

La presentazione potrebbe avvenire entro la fine di marzo, in concomitanza con l’annuncio legato a iPhone 9 e la commercializzazione dovrebbe iniziare nelle settimane successive, compatibilmente con i tempi necessari a creare scorte iniziali adeguate. A regime Apple dovrebbe essere in grado di produrre circa 3 milioni di unità al mese secondo le previsioni fornite da Digitimes.

È comunque probabile, come sottolinea Bloomberg, che iPhone 9 avrà la priorità nelle vendite mentre i nuovi iPad potrebbero arrivare sul mercato in un secondo momento, comunque entro la prima metà dell’anno. Sembra inoltre che lo sviluppo di iPhone 12 stia procedendo a rilento e che alcuni modelli potrebbero essere disponibili in quantità limitata al momento del lancio nel prossimo autunno.

Fonte