Apple - i computer Mac a fine 2023

Macintosh (abbreviato in Mac) è una famiglia di computer prodotti da Apple a partire dal 1984. Da allora, il marchio della mela morsicata ha lasciato un’impronta indelebile nell’industria tecnologica e si è ritagliato uno spazio importante fino a diventare uno dei mostri sacri della Silicon Valley e dell’intero panorama tecnologico.

In questa pagina potete trovare tutte le informazioni utili, come la storia, quale sistema operativo usano, tutti i modelli commercializzati, gli sviluppi futuri e le ultime notizie sui computer Mac.

La storia dei computer Mac

La storia dei computer Mac inizia nel 1979 con Jef Raskin che assume la guida di un progetto segreto chiamato “Annie”. Raskin ribattezza il progetto “Macintosh” e l’obiettivo era quello di creare un computer conveniente con schermo e tastiera integrati.

La svolta arriva quando Steve Jobs, all’epoca responsabile del progetto Lisa (un predecessore dei Macintosh), viene rimosso dalla sua posizione e inizia a interessarsi al progetto Macintosh. Jobs allontana Raskin e si impegna a trasformare radicalmente il progetto, cercando di realizzare un dispositivo eccezionale con un’interfaccia grafica elegante e la compatibilità con un mouse.

Il primo “Macintosh”, annunciato durante il SuperBowl del 1984

Nel 1984, Apple ha annunciato il suo primo modello della serie Macintosh, chiamato Macintosh 128K, attraverso uno spot diretto da Ridley Scott trasmesso durante il XVII Super Bowl il 22 gennaio. Il computer è stato messo in vendita il 24 gennaio dello stesso anno al prezzo di 2495 dollari e ha adottato il sistema operativo oggi conosciuto come Mac OS Classic, basato su un kernel monolitico.

Le vendite iniziali del Macintosh 128K sono state un grande successo, ma verso la fine del 1984 sono scese al di sotto delle diecimila unità mensili. Il dispositivo era limitato in termini di hardware, con una memoria ridotta, l’assenza di un disco rigido esterno e un’unica unità floppy. Inoltre, soffriva di problemi di surriscaldamento, tanto da guadagnarsi il soprannome di “tostapane beige”.

Il primo Macintosh di Apple

Il Macintosh 128K, il primo computer Mac della storia

L’era dei Power PC

Un altro snodo importante nella storia dei computer Mac si concretizza nella prima metà degli anni ’90, quando Apple, IBM e Motorola annunciano un’alleanza per sviluppare una serie di CPU con architettura RISC chiamata PowerPC. All’inizio, sulle macchine dotate di nuova CPU, il vecchio software girava tramite emulazione (sfruttando un nanokernel).

Nel 2001 assistiamo ufficialmente alla nascita di quello che, ancora oggi, è considerato macOS: la prima versione in assoluto è Mac OS X 10.0 (Cheetah), rilasciata in forma stabile da Apple il 24 marzo 2001.

Il Power Mac G5, l'ultimo Mac di Apple realizzato su piattaforma PowerPC

Il Power Mac G5, l’ultimo Mac di Apple realizzato su piattaforma PowerPC

Il passaggio alle CPU x86 targate Intel

Nel 2005, durante la Worldwide Developer Conference, Steve Jobs annunciò che la gamma dei computer Mac avrebbe abbandonato le CPU PowerPC a favore delle CPU Intel. I primi modelli a essere dotati di questa novità furono gli iMac e i MacBook Pro con processori Core Duo.

La transizione completa da PowerPC a Intel fu completata il 7 agosto 2006. Apple impiegò solamente 7 mesi per convertire l’intera gamma di prodotti, e da quel giorno, tutti i prodotti con le vecchie CPU vennero ritirati dal commercio.

Nello stesso anno, Apple rilasciò la prima versione beta di Boot Camp, un software molto apprezzato dagli utenti dei Mac con CPU Intel. Questo software consentiva di eseguire Windows e altri sistemi operativi basati su piattaforma x86 sui computer Mac.

Apple WWDC 2005 Steve Jobs passaggio a Intel

Sul palco della WWDC 2005, Steve Jobs annuncia il passaggio dei Mac alle CPU Intel

I SoC Apple Silicon aprono le porte ai Mac con architettura ARM

Nel 2020, Apple ha annunciato la sua più grande rivoluzione nel mondo Mac e, probabilmente, anche nell’intera storia dell’azienda: il lancio del chip proprietario Apple Silicon M1. Questo chip ha inaugurato una nuova linea di System-on-Chip (SoC) che ora si trova su tutti i computer Mac, nonché sugli iPhone e sugli iPad più recenti.

La transizione verso l’architettura ARM ha richiesto ad Apple diversi anni e ha comportato il lancio di nuovi modelli di computer Mac e la progressiva eliminazione di quelli con processori Intel. La prima versione di macOS progettata per funzionare con i SoC ARM è stata Big Sur: da allora, ogni nuova versione di macOS (attualmente siamo alla versione Sonoma) ha introdotto sempre più funzionalità esclusive per i Mac dotati di chip proprietario, indicando che nel giro di qualche anno i Mac con CPU Intel verranno accantonati.

Apple Silicon M1

10/11/2020 – John Ternus introduce al mondo il SoC Apple Silicon M1

Sistema operativo dei computer Mac

Il sistema operativo dei computer Mac è sempre stato “proprietario” e caratterizzato da un’interfaccia grafica colorata e curata. Nel tempo, si è sviluppato per stare al passo con l’evoluzione della gamma e con la concorrenza: da Classic Mac OS, prima storica versione basata su kernel monolitico, utilizzata poi fino al 2001 (versione basata su nanokernel per piattaforme con CPU PowerPC), si è passati a Mac OS X (oggi noto semplicemente come macOS), un sistema operativo della famiglia UNIX-BSD-DarwinOS che, negli anni, ha supportato le piattaforme PowerPC, EM64T e x86-64 (periodo Intel) e AArch64 (a partire da Big Sur per i Mac con SoC Apple Silicon)

Per approfondire sull’argomento, puoi consultare la voce macOS.

Timeline dei modelli di computer Mac

Dal lancio del primo modello, avvenuto nel lontano 1984, a oggi abbiamo assistito all’immissione sul mercato di un numero abbastanza grande di computer Mac, tra computer desktop, all-in-one e notebook (della gamma MacBook). Ripercorriamo quindi l’intero elenco dei modelli immessi sul mercato, suddividendoli tra quelli fuori produzione e quelli attualmente in produzione.

Modelli fuori produzione

Di seguito riportiamo tutti i modelli di computer Mac prodotti in passato dall’azienda, suddivisi per famiglia di prodotto ed elencati in ordine di introduzione sul mercato (tra parentesi sono riportati gli anni in cui il dispositivo è stato in produzione):

  • Famiglia “Macintosh Classic”
    • Macintosh 128K e 128K “revised” (1984-1985)
    • Macintosh 512K (1984-1986)
    • Macintosh XL (1985)
    • Macintosh Plus (1986)
    • Macintosh 512Ke (1986-1987)
    • Macintosh Plus “Platinum” (1987-1990)
    • Macintosh SE, SE/30 e SE FDHD (1987-1990)
  • Famiglia “Macintosh II”

    • Macintosh II (1987-1990)
    • Macintosh IIx (1988-1990)
    • Macintosh IIci (1989-1993)
    • Macintosh IIfx (1990-1992)
    • Macintosh IIsi (1990-1993)
    • Macintosh IIvi e IIvx (1992-1993)
  • Famiglia “Macintosh Portable”

    • Macintosh Portable (1989-1991)
    • Macintosh Portable “backlit screen” (1991)
  • Famiglia “Macintosh LC”
    • Macintosh LC (1990-1992)
    • Macintosh LC II (1992-1993)
    • Macintosh LC III (1993-1994)
    • Macintosh LC 520 e LC III+ (1993-1994)
    • Macintosh TV (1993-1995)
    • Macintosh LC 550 e 575 (1994-1995)
    • Macintosh LC 580 (1995)
  • Famiglia “Compact Macintosh”
    • Macintosh Classic (1990-1992)
    • Macintosh Classic II (1991-1993)
    • Macintosh Color Classic (1993-1994)
    • Macintosh Color Classic II (1993-1995)
  • FamiglieQuadra” e “Centris”
    • Macintosh Quadra 700 (1991-1993)
    • Macintosh Quadra 900 (1991-1992)
    • Macintosh Quadra 950 (1992-1995)
    • Macintosh Centris/Quadra 610 e 650 (1993)
    • Macintosh Quadra 800 (1993-1994)
    • Workgroup Server 80 e 60 (1993-1994)
    • Workgroup Server 95 (1993-1995)
    • Macintosh Centris/Quadra 660AV e 840 AV (1993-1994)
    • Macintosh Quadra 605/610/650 (1993-1994)
    • Macintosh Quadra 630 (1994-1995)
    • Workgroup Server 6150 (1994-1995)
    • Workgroup Server 8150 e 9150 (1994-1996)
  • Famiglia “PowerBook”

    • PowerBook serie 100 (1991-1996)
    • PowerBook Duo (1992-1997)
    • PowerBook 5300 (1995-1996)
    • PowerBook 1400 (1996-1998)
    • PowerBook 3400c e 2400c (1997-1998)
    • PowerBook G3 (1997-2001)
    • PowerBook G4 (2001-2006)
  • Famiglia “Power Mac”
    • Power Macintosh (1994-1998)
    • Twentieth Anniversary Macintosh (1997-1998)
    • Power Macintosh G3 (1997-1999)
    • Power Mac G4 (1999-2004)
    • Power Mac G5 (2003-2006)
  • Famiglia “iMac”
    • iMac G3 (1998-2003)
    • iMac G4 (2002-2004)
    • iMac G5 (2004-2006)
    • iMac “Polycarbonate” (2006-2010)
    • iMac “Unibody” (2010-2013)
    • iMac “Slim Unibody” (2012-2017)
    • iMac Retina (2014-2021)
    • iMac Pro (2017-2021)
    • iMac Retina 5K (2020-2022)
  • Famiglia “iBook”
    • iBook (1999-2001)
    • iBook SE (2000-2001)
    • iBook G3 (2001-2003)
    • iBook “Snow” (2002-2003)
    • iBook G4 (2003-2006)
  • Famiglia “eMac”
    • eMac G4 (2002-2005)
  • Famiglia “Mac Mini”
    • Mac Mini G4 (2005-2006)
    • Mac Mini Intel (2006-2010)
    • Mac Mini “Unibody” (2010-2018)
    • Mac Mini (2018-2023)
    • Mac Mini con chip M1 (2020-2023)
  • Famiglia “Mac Pro”
    • Mac Pro “Tower” (2006-2013)
    • Mac Pro “Cylinder” (2013-2019)
    • Mac Pro (2019-2023)
  • Famiglia “MacBook”
    • MacBook “Polycarbonate” (2006-2009)
    • MacBook “Aluminum Unibody” (2008-2009)
    • MacBook “Policarbonate White (2009)
    • MacBook “Polycarbonate Unibody” (2009-2011)
    • MacBook Retina (2015-2019)
  • Famiglia “MacBook Pro”
    • MacBook Pro “Aluminum” (2006-2009)
    • MacBook Pro “Unibody” (2008-2016)
    • MacBook Pro Retina (2012-2018)
    • MacBook Pro “Butterfly kbd” (2016-2018)
    • MacBook Pro (2018-2019)
    • MacBook Pro 15″ (2019)
    • MacBook Pro 13″ Thunderbolt (2019-2021)
    • MacBook Pro 16″ (2019-2021)
    • MacBook Pro 13″ con chip M1 (2020-2022)
    • MacBook Pro 14″ e 16″ con chip M1 (2021-2023)
    • MacBook Pro 13″ con chip M2 (2022-2023)
    • MacBook Pro 14″ e 16″ con chip M2 (2023)
  • Famiglia “MacBook Air”
    • MacBook Air “Unibody” (2008-2010)
    • MacBook Air “Tapered Unibody” (2011-2019)
    • MacBook Air Retina (2018-2020)
  • Famiglia “Mac Studio”
    • Mac Studio con chip M1 (2022-2023)

Modelli attualmente in produzione

Di seguito riportiamo i modelli di computer Mac attualmente in produzione (elencati in ordine di introduzione sul mercato e visibili nell’immagine di copertina), suddivisi per famiglia di prodotto:

Situazione attuale e futuro dei computer Mac

Apple oggi è uno dei brand più forti del panorama tecnologico, in grado di generare introiti da capogiro soprattutto con i servizi a pagamento (segmento in costante crescita). Sul fronte dell’hardware, il dipartimento che genera più entrate è quello degli iPhone, nonostante una leggera (e quasi costante) riduzione su base annua.

Il dipartimento Mac è quello che se la passa peggio: più volte nell’ultimo anno (qua a ottobre 2023 mentre qua ad aprile 2023), vi abbiamo raccontato di un lento declino del segmento, con Apple che vende sempre meno computer Mac e, soprattutto, sempre meno MacBook.

La speranza per il colosso di Cupertino, concentrato quanto mai a tirare fuori il massimo potenziale (in termini di guadagni) dal neonato visore Apple Vision Pro, è quello di invertire il trend sugli altri dipartimenti: per il dipartimento dei Mac, nell’anno del quarantesimo anniversario, il traino potrebbe essere composto dai nuovi modelli che arriveranno nel corso dell’anno con a bordo i potentissimi ed efficientissimi chip Apple Silicon M3, e, magari, novità software interessanti basate sull’intelligenza artificiale.

Dopo aver vinto la corsa ai 3 nm, Apple ha in programma di vincere anche la corsa al prossimo step evolutivo, ovvero quello dei chip a 2 nm che animeranno i futuri computer Mac con (presumibilmente) i chip Apple Silicon M4.