Fortnite Attacco Aereo

I rapporti tra Epic Games ed i due principali store di applicazioni mobile, App Store e Google Play Store, continuano ad essere complicati, caratterizzati da alti e bassi e nelle scorse ore i contrasti hanno raggiunto un nuovo apice: il popolare gioco Fortnite è stato rimosso da entrambe le piattaforme.

La decisione di Apple e di Google di rimuovere Fortnite dai rispettivi store deriva dall’ennesima “sfida” lanciata da Epic Games per aggirare le regole dei due store con particolare riferimento agli acquisti di contenuti ulteriori in-app.

Epic Games, infatti, ha introdotto il proprio sistema di acquisto per Fortnite su Android e iOS, studiato per aggirare la commissione del 30% che Google e Apple applicano su ogni acquisto effettuato tramite i loro store, decidendo di regalare agli utenti sotto forma di sconto gli importi che non pagherà più ai due colossi della telefonia.

Fortnite

Fortnite non è più disponibile sui due principali store mobile

La posizione di Apple e Google è sostanzialmente la medesima: Epic Games nel momento in cui ha scelto di pubblicare il prorpio gioco su questi due store ha deciso di rispettarne le regole, così come fanno tutti gli altri sviluppatori e, pertanto, deve continuare a farlo se vuole mantenere la sua app su tali piattaforme.

Il braccio di ferro tra Epic Games e Google ed Apple è destinato a durare a lungo e la software house ha deciso di passare al contrattacco, portando queste ultime in tribunale per vedere riconosciuti i propri diritti.

Ma la reazione di Epic Games passa anche dal riuscire a portare l’opinione pubblica dalla propria parte e il seguente video ne è un esempio:

Per gli utenti Android il gioco è ancora disponibile sul sito ufficiale.