A una settimana esatta dal rilascio delle precedenti beta e a ormai più di due settimane settimane dal rilascio delle versioni stabili di iOS 16, watchOS 9 e tvOS 16 per tutti i dispositivi compatibili, Apple ha avviato il rilascio agli sviluppatori di una nuova tornata di versioni in anteprima dei propri sistemi operativi, mobili e non.

Per la seconda volta consecutiva, il colosso di Cupertino sta rilasciando una nuova beta per ognuno dei propri sistemi operativi: Apple sta infatti rilasciando le beta 3 di iOS 16.1, watchOS 9.1 e tvOS 16.1, la beta 4 di iPadOS 16.1 (è la medesima build della beta 3 di iOS 16.1) e la beta 9 di macOS 13 Ventura. Scopriamo i dettagli delle nuove build e le novità che queste introducono.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (2022)

Wi-Fi, 128GB - Grigio siderale (4ª generazione)

739€ invece di 959€
-23%

Apple: ecco le beta 3 di iOS 16.1, watchOS 9.1, tvOS 16.1, la beta 4 di iPadOS 16.1 e la beta 9 di macOS 13

Come anticipato in apertura, Apple ha avviato il rilascio agli sviluppatori delle beta 3 dei vari iOS 16.1, watchOS 9.1 e tvOS 16.1, della beta 4 di iPadOS 16.1 e della beta 9 di macOS 13 Ventura, mantenendo la cadenza settimanale nel rilascio degli aggiornamenti in anteprima.

Scopriamo i dettagli di tutte queste build in anteprima, ulteriore passo di un percorso di sviluppo che dovrebbe culminare con il rilascio in versione stabile atteso per il mese di ottobre, in concomitanza con un evento focalizzato su Mac e iPad (anche se, secondo l’autorevole firma di Mark Gurman, l’evento potrebbe non svolgersi le novità potrebbero arrivare tramite comunicati stampa): in quell’occasione, verranno rilasciati per la prima volta macOS 13 Ventura e iPadOS 16.

  • iOS 16.1 beta 3 e iPadOS 16.1 beta 4
    La nuova build in anteprima di iOS, disponibile agli sviluppatori su tutti gli iPhone compatibili (ovvero da iPhone 8 in poi), e di iPadOS, disponibile agli sviluppatori su tutti gli iPad compatibili, è la 20B5056e e sostituisce la 20B5050f rilasciata come beta 2 di iOS 16.1 e beta 3 di iPadOS 16.1.
  • watchOS 9.1 beta 3
    La nuova build in anteprima di watchOS, disponibile agli sviluppatori su tutti gli Apple Watch compatibili (ovvero dal Watch 4 in poi) è la 20S5055e e sostituisce la 20S5049d rilasciata come beta 2 di watchOS 9.1.
  • tvOS 16.1 beta 3
    La nuova build in anteprima di tvOS è la 20K5052c e sostituisce la 20K5046d rilasciata come beta 2 di tvOS 16.1. Solitamente, gli aggiornamenti intermedi del sistema operativo per le Apple TV si concentrano su piccoli miglioramenti e risoluzione di problematiche già presenti.
  • macOS 13 Ventura beta 9
    La nuova build in anteprima di macOS è la 22A5358e e sostituisce la 22A5352e rilasciata come beta 8 la scorsa settimana. Il grosso delle funzionalità è stato ormai introdotto e con il sistema operativo dei computer Mac, Apple si sta concentrando sull’ottimizzazione finale di tutte le novità attese.

Qualora siate desiderosi di conoscere le note di rilascio ufficiali di tutte queste nuove build, vi rimandiamo alla pagina dedicata a novità e aggiornamenti sul portale degli sviluppatori Apple.

Le novità della beta 3 di iOS 16.1/beta 4 di iPadOS 16.1

Per quanto concerne iOS, sappiamo che alcune nuove funzionalità del sistema operativo, attese già con il lancio iniziale in forma stabile ma non effettivamente arrivate, verranno rilasciate in forma stabile nei prossimi mesi (per maggiori informazioni al riguardo, vi rimandiamo al nostro approfondimento dedicato): alcune di queste si sono già manifestate in occasione del rilascio della beta 1 di iOS 16.1; con la beta 2, invece, Apple si è più concentrata sulla risoluzione di bug presenti all’interno della prima declinazione stabile del sistema operativo e segnalati ampiamente dagli utenti (tanto che Apple ha dovuto rilasciare sul canale stabile iOS 16.0.2 in forma di aggiornamento correttivo)

Per quanto concerne iPadOS, invece, il rilascio in forma stabile è, come sappiamo, stato posticipato al mese di ottobre per potere preparare al meglio alcune delle funzionalità (leggasi Stage Manager) che debutteranno proprio con la nuova versione del sistema operativo degli iPad (che verrà lanciato direttamente in versione iPadOS 16.1).

Nel seguito, riportiamo tutte le novità che vanno emergendo da queste nuove beta.

  • Novità per la personalizzazione dello sfondo
    Con iOS 16, la schermata di blocco degli iPhone è diventata molto più personalizzabile, consentendo agli utenti di modificare carattere e colore dell’orologio e di aggiungere alcuni widget; è stato inoltre ripensato il meccanismo di selezione dello sfondo, grazie alla possibilità di impostare coppie di sfondi (anche diversi tra schermata di blocco e schermata iniziale). Con la nuova beta 3 di iOS 16.1, Apple ha reso più facile il passaggio tra le coppie di sfondi, introducendo la possibilità di effettuare il cambio tramite il menu “Impostazioni > Sfondo”, in aggiunta al canonico passaggio effettuabile tramite una pressione prolungata sulla schermata di blocco.

  • Novità per gli SOS emergenze via satellite (iPhone 14)
    Grazie all’analisi dei file interni dell’aggiornamento condotta dal team del portale 9to5Mac, veniamo a conoscenza del fatto che la beta 3 di iOS 16.1 nasconde molteplici funzionalità (non ancora abilitate) relative alla comunicazione satellitare degli iPhone 14. Tra le altre cose, la nuova beta rivela una funzionalità chiamata “Demo della connessione satellitare”, che mostrerà agli utenti il funzionamento degli SOS emergenze via satellite senza che effettiamente si debbano recare in un’area scoperta dalle reti Wi-Fi o mobili. Non è ancora chiaro se gli SOS emergenze via satellite faranno il loro debutto effettivo con iOS 16.1 (atteso entro la fine di ottobre), perché la funzionalità dovrebbe essere pubblicamente rilasciata solo nel mese di novembre.

Apple SOS Emergenze via satellite su iPhone 14

  • Stage Manager sugli iPad Pro senza il chip M1
    A seguito delle numerose lamentele sulla funzione Stage Manager, Apple ha deciso di allargare la compatibilità di questa funzionalità sugli iPad Pro da 11 pollici (prima generazione e successive) e iPad Pro da 12 pollici (terza generazione e successive), in particolare sui modelli del 2018 e del 2020 che sfruttano i chip A12X e A12Z. In questo modo, la funzionalità Stage Manager non funzionerà unicamente sugli iPad dotati del chip Apple Silicon M1; il rovescio della medaglia, invece, è che per questi dispositivi la funzionalità sarà sfruttabile unicamente sul display integrato nel tablet: per essi è infatti stato rimosso il supporto ai display esterni.
  • Accessori Matter
    La sezione “Accessori Matter”, aggiunta alle Impostazioni di sistema con la beta 1 di iOS 16.1 (ovvero con la beta 2 di iPadOS 16.1) è stata rimossa. Non è chiara la motivazione dietro la rimozione.

Come scaricare le nuove beta dei vari sistemi operativi di Apple

Le nuove beta dei sistemi operativi iOS 16.1, iPadOS 16.1, watchOS 9.1, tvOS 16.1 e macOS 13 Ventura sono disponibili unicamente agli sviluppatori iscritti al programma dedicato sul portale degli sviluppatori Apple. Coloro che già eseguono le precedenti versioni beta potranno aggiornare i propri dispositivi normalmente, come se fosse un qualsiasi aggiornamento di sistema.

Coloro che invece non sono iscritti al programma per sviluppatori di Apple ma che desiderano comunque testare in anteprima le novità che arriveranno con le prossime versioni dei sistemi operativi del colosso di Cupertino, potranno rivolgersi al programma beta e in questa guida vi spieghiamo come fare: presto dovrebbero uscire anche le nuove beta pubbliche; aggiorneremo l’articolo nel caso in cui ciò avvenga.

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

Aggiornamento del 28 settembre 2022, ore 20:50

Apple rilascia anche la nuova tornata di beta pubbliche

A ventiquattro ore di distanza dal rilascio delle nuove beta agli sviluppatori, Apple ha avviato il rilascio delle nuove beta pubbliche dei vari iOS 16.1tvOS 16.1, watchOS 9.1, iPadOS 16.1 e macOS 13 Ventura. Come da prassi, tutte le nuove beta pubbliche portano sui dispositivi dei beta tester pubblici le medesime build rilasciate il giorno prima agli sviluppatori.

Coloro che hanno già installato le precedenti beta pubbliche, potranno scaricare gli aggiornamenti via OTA direttamente dai loro iPhone o iPad compatibili, come se fosse un qualsiasi aggiornamento di sistema, seguendo il percorso “Impostazioni > Generali > Aggiornamento Software”; lo stesso discorso vale per gli altri dispositivi coinvolti. Per coloro che, invece, volessero per la prima volta provare una beta pubblica di iOS o iPadOS (o di qualsiasi altro dei dispositivi compatibili coi prossimi sistemi operativi della mela morsicata), è necessario iscriversi al Apple Beta Software Program, registrare il proprio dispositivo, e procedere con l’installazione dell’aggiornamento.

Potrebbe interessarti anche: iPhone 15 Ultra e le novità Apple che vedremo nel 2023 (Gurman)