Nella giornata di ieri, 28 aprile 2022, si è parlato dei risultati finanziari dei maggiori nomi dell’industria tech e anche Apple ha detto la sua annunciando il miglior secondo trimestre fiscale della propria storia.

Insomma, dopo avervi raccontato in maniera dettagliata del rallentamento della crescita di Google, del trimestre sopra le attese di Microsoft e della ripresa di Samsung trainata da smartphone e processori, mettiamo sotto la lente d’ingrandimento i fatti di casa Apple.

Apple: report ufficiale sul Q2 dell’anno fiscale 2022

Partiamo dai risultati finanziari comunicati dal colosso di Cupertino in riferimento al secondo trimestre dell’anno fiscale 2022, chiusosi in data 26 marzo 2022. Apple ha messo a referto ricavi pari a 97,3 miliardi di dollari (superiore alla stima media degli analisti di 93,89 miliardi di dollari), che rappresentano una crescita del 9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e un utile trimestrale pari a 25 miliardi di dollari, vale a dire 1,52 dollari per azione diluita. Contro il 42,5% dello stesso trimestre dell’anno scorso, il margine lordo per il trimestre in discorso è stato del 43,7%.

Va segnalata anche la crescita delle vendite in America (19%), Asia ed Europa: brillanti le prestazioni di iPhone e Mac, in calo quelle degli iPad. Che i numeri delle vendite di iPhone 13 fossero da record già lo sapevamo, ma adesso abbiamo modo di capire in che misura abbiano contribuito al super trimestre di Apple, che ha messo insieme altri record degni di nota: quello di entrate per i servizi, che comprendono App Store, Apple Music, Cloud, AppleCare, pagamenti e quant’altro; quello di entrate per il trimestre di marzo in riferimento ad iPhone, Mac — segmento che viene da 7 trimestri consecutivi notevoli —, wearable e accessori. L’unica delusione viene dagli iPad (ecco le nostre recensioni di iPad Pro M1 e iPad Mini), unica voce in calo. Ecco i risultati dettagliati:

  • iPhone: 50,57 miliardi di dollari (in crescita del 5,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno)
  • Mac: 10,43 miliardi di dollari (in aumento del 14,3% su base annua)
  • iPad: 7,65 miliardi di dollari (in flessione del 2,2% YoY)
  • Indossabili, Casa e Accessori: 8,82 miliardi di dollari (+12,2% su base annua)
  • Servizi: 19,82 miliardi di dollari (in crescita del 17,2% su base annua).

Il Consiglio di Amministrazione di Apple ha dichiarato un dividendo cash di 0,23 dollari per azione delle azioni ordinarie della Società, ovvero un aumento del 5%.Il dividendo è pagabile il 12 maggio 2022 agli azionisti che risultano registrati alla chiusura delle attività il 9 maggio 2022. Il CdA, inoltre, ha autorizzato un incremento di 90 miliardi di dollari per l’attuale programma di riacquisto delle proprie azioni.

I commenti di Tim Cook e Luca Maestri (CFO)

Risultati di questa portata non potevano non essere commentati dal CEO di Apple, Tim Cook. Ecco le sue parole:

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%

«I risultati record di questo trimestre sono una testimonianza dell’incessante attenzione di Apple all’innovazione e della nostra capacità di creare i migliori prodotti e servizi al mondo. Siamo lieti di vedere la forte risposta dei clienti ai nostri nuovi prodotti, nonché i progressi che stiamo facendo per diventare carbon neutral lungo tutta la nostra catena di approvvigionamento e i nostri prodotti entro il 2030. Siamo impegnati, come sempre, ad essere una forza per il bene nel mondo, sia in ciò che creiamo che in ciò che ci lasciamo alle spalle».

Non è mancato neppure un riferimento alla “tragedia umanitaria” in atto in Ucraina, con annessa conferma delle donazioni effettuate ad associazioni umanitarie attive sul campo. Quanto al discorso relativo alla pandemia, mentre in USA ed Europa si assiste ad un graduale ritorno in ufficio, in Cina la situazione è ancora complicata.

Anche Luca Maestri, CFO di Apple, ha espresso un proprio commento:

«Siamo molto soddisfatti dei risultati commerciali record nel trimestre di marzo, poiché abbiamo stabilito un record di entrate per i servizi e un nuovo record di entrate per il trimestre di marzo nei segmenti iPhone, Mac, dispositivi indossabili, casa e accessori. La continua forte domanda dei clienti per i nostri prodotti ci ha aiutato a raggiungere il massimo storico come base installata di dispositivi attivi. La nostra grande prestazione operativa ha generato un flusso cassa operativo oltre i 28 miliardi e ci ha permesso di restituire quasi 27 miliardi di dollari ai nostri azionisti durante il trimestre».

Altre informazioni Apple

Chiuso un trimestre da record, ora Apple deve pensare al futuro, tra le novità in arrivo alla WWDC 2022 e i prossimi iPhone 14, il tutto senza dimenticare l’impegno al diventare carbon neutral entro il 2030 e le varie magagne con l’UE.

Leggi anche: Recensione Apple Mac Studio