disattivare Prime Video Channels

Disattivare Prime Video Channels non è un’operazione complessa: i nuovi canali tematici in abbonamento offerti dal colosso delle vendite online sono un servizio accessorio che può essere disabilitato in qualsiasi momento, per i motivi più disparati. Molti sono infatti incuriositi dall’offerta dei canali tematici, per cui è normale essere tentati dalle promozioni di benvenuto: spesso, i canali Prime Video sono in prova gratuita per una settimana o quattordici giorni, il che consente agli utenti di saggiare il servizio e valutare se sia opportuno annullare l’iscrizione a Prime Video Channels oppure no.

La maggior parte degli utenti che decidono di disdire Prime Video Channels però è da ricondurre ad un’altra categoria: quella degli utenti che non si ritengono soddisfatti dei contenuti offerti dai canali tematici, e non vogliono più pagare un servizio in abbonamento che ritengono superfluo, preferendo altri servizi.

D’altronde, la concorrenza è davvero spietata nel settore dei contenuti on-demand: una sottoscrizione Netflix parte da 7,99 euro al mese, mentre il sempre più aggressivo e in crescita Disney+ è disponibile per 8,99 euro al mese. Alcuni canali Prime Video Channels possono costare all’utente fino a 9,99 euro al mese, se parliamo dei canali dedicati al cinema: si tratta quindi di un’offerta che vale la pena provare, prima di decidere se disdire il servizio oppure no.

Cos’è Prime Video Channels

Amazon Prime Video Channels sono delle sottoscrizioni mensili facoltative rispetto alla sottoscrizione di Amazon Prime Video. Con un costo extra, gli utenti hanno accesso a contenuti premium di terze parti: serie TV, cinema, documentari, concerti e persino contenuti educativi per bambini. Alcuni canali offrono anche delle features aggiuntive, come ad esempio la possibilità di guardare programmi in diretta in contemporanea con la programmazione in TV.

In programma ci sono decine di canali tematici, ma in Italia l’offerta prevede al momento un numero ridotto di contenuti a cui abbonarsi: con il tempo, l’offerta andrà sempre più a pareggiare quella americana, che può contare su oltre 150 canali tematici.

Come annullare l’iscrizione a Prime Video Channels

La prima cosa da fare per iniziare subito a fruire dei contenuti dei canali di Amazon è andare sul sito Amazon Prime Video. Autenticatevi con i vostri dati di accesso, ovvero quelli che utilizzate già per il vostro account Amazon Prime.

Una volta autenticati, in alto a destra troverete l’icona profilo del vostro account: cliccateci sopra e si aprirà un menù a tendina con varie voci. Cliccate su Account e impostazioni, badando bene di inserire nuovamente i dati del vostro account qualora venissero richiesti. Per disdire Prime Video Channels dobbiamo recarci nel tab Canali situato nella parte alta della finestra: clicchiamoci sopra e vedremo una lista degli abbonamenti ai canali attualmente attivi.

Per ogni sottoscrizione Prime Video Channels è specificata la data di rinnovo, per cui è facile tenere traccia del prossimo pagamento; noterete che è anche presente il prezzo della sottoscrizione in un’altra colonna, utile per capire a quanto ammonta la spesa totale degli abbonamenti selezionati. Disattivare Prime Video Channels è semplicissimo: basta premere sul pulsante Disattiva Canale accanto al nome della sottoscrizione.

disattivare Prime Video Channels

Ci verrà chiesto di confermare la nostra scelta, e basterà premere su Disattiva Canale per annullare l’iscrizione a Prime Video Channels.
Qualora volessimo sottoscrivere nuovamente un abbonamento ad un canale Prime Video Channels disattivato in precedenza, possiamo farlo premendo sul pulsante Riattiva Canale nelle impostazioni del nostro account.

riattivare prime video channels

Ricordiamo che disattivare Prime Video Channels non blocca immediatamente la visione dei contenuti: potremo continuare a guardare i contenuti del canale fino al giorno del prossimo rinnovo. Dove applicabile, ad esempio quando si paga in anticipo per più rinnovi, verranno rimborsati anche i soldi compatibilmente con il periodo residuo di fruizione.