Razer Blackshark V2 recensione

Di cuffie gaming ne esistono tantissime, Razer stessa ha una linea abbastanza folta che si sta man mano rinnovando con nuove funzioni. L’ultimo refresh è toccato alle Razer Blackshark V2 che sono state presentate in due formati, una versione classica ed una versione più accessibile “X”. Tra le Razer Blackshark V2 e le Blackshark V2X non cambia solo il prezzo, tecnicamente sono due cuffie diverse.

Le protagoniste di questa review sono le Razer Blackshark V2 con tanto di scheda audio USB inclusa in box, sono le più costose ma anche le più interessanti in termini di qualità. A dirla tutta sono anche le più coinvolgenti e attenzione spoiler, sono quelle da scegliere.

Razer Blackshark V2 design ed ergonomia

Razer Blackshark V2 design

Esteticamente sono davvero belle e sorpresa delle sorprese, le Razer Blackshark V2 non hanno nessun led RGB Chroma. Il design è sobrio, non è spinto su linee aggressive e gli unici accenti di colore riguardano il loro Razer con il classico verde acceso che sul nero opaco non ci sta per nulla male, tutt’altro.

Il design però non è solo estetica ma è anche funzionalità e Razer ha fatto un lavoro eccellente. Le Blackshark V2 non sono solo intriganti ma anche pratiche, comode ed avanzate. I cuscinetti sono realizzato in memory foam flowknit, un tessuto proprietario di Razer in grado di ridurre al minimo il calore generato dalla pelle e di non provocare quella brutta sensazione di calore eccessivo dopo sessioni di gioco particolarmente lunghe. Tra le altre cose il memory foam utilizzato è perfetto per chi indossa occhiali, non da nessun tipo di pressione.

Avere quel tipo di materiale per i cuscinetti è un gran vantaggio per chi fa tante ore di gioco ma anche i controlli sulle cuffie stesse sono un plus non da poco così come la possibilità di mutare il microfono HyperClear e se proprio non serve, c’è la possibilità di rimuoverlo fisicamente dalle cuffie. Le Razer Blackshark V2 sono cuffie cablate con uscita jack 3,5 mm o usb se si utilizza la scheda audio (inclusa in confezione). Razer non ha trascurato nemmeno il cablaggio, il cavo è della famiglia SpeedFlex, lungo e leggero, perfettamente in grado di non dare nessun tipo di fastidio durante le partite.

Con un peso di 262 g le Razer Blackshark V2 sono assolutamente fantastiche da utilizzare nelle sessioni di ardue, nelle run più lunghe dove serve concentrazione e nessun fastidio. Sono utilizzate da un bel po’ di atleti di eSports tra cui Karrigan di Moisesports, Fly di EG, Scout di EDC e GODV di 4AM ma non c’è bisogno di essere dei pro gamer per apprezzare tutte le qualità di queste cuffie gaming.

Razer Blackshark V2 scheda tecnica

Razer Blackshark V2 scheda tecnica

Razer come da tradizione non ha badato a spese ed inserisce tutto il meglio della tecnologia disponibile nelle Blackshark V2, forse si poteva trovare un po’ di spazio per Chroma RGB ma si parla di finezze. Ecco le specifiche di Razer Blackshark V2:

  • Driver Razer TriForce in Titanio 50 mm
  • Microfono rimovibile HyperClear
  • Scheda audio USB
  • Jack audio 3,5 mm
  • Controlli sulla cuffia
  • Materiale cuscinetti Memory Foam FlowKnit
  • Compatibilità con Razer Synapse 3
  • Cavo SpeeFlex
  • Tecnologia THX Spatial Audio
  • Razer Synapse
  • Peso 262 g

Razer Blackshark V2 prestazioni

Razer Blackshark V2 prestazioni

Se l’ergonomia è promossa manca solo un singolo aspetto da analizzare per queste Blackshark V2, le prestazioni. Le Razer Blackshark V2 hanno driver da 50 mm TriForce in titanio indipendenti, in parole povere è un design particolare dei driver che permette di regolare in maniera fine ed individuale le frequenze alte, medie e basse. Per gli amanti dei numeri la risposta di frequenza è nel range di 12 Hz e 28 KHz, impedenza di 32 Ω a 1 KHz e sensibilità (a 1 kHz): 100 dBSPL/mW, 1 KHz.

Razer non ha inserito nessun tipo di riduzione attiva del rumore, tutto avviene in maniera passiva grazie al form factor over ear che isola discretamente bene ma per sfruttare al meglio il microfono cardioide Razer HyperClear al massimo delle potenzialità, è necessario collegare le Blackshark V2 al pc attraverso la scheda audio usb e non via jack. Effettivamente attraverso il software di controllo via scheda audio, il microfono HyperClear viene gestito in maniera molto elaborata permettendo una cattura della voce chiara e priva di rumori di sottofondo o esterni al microfono. Durante le sessioni di gioco la qualità è decisamente valida, la voce è chiara e cristallina ed i comandi in azione possono essere veicolati al team con assoluta precisione e tempestività, anche la latenza è praticamente nulla.

Tralasciando i plus tecnici delle Razer Blackshark V2, il vero incentivo arriva anche dal supporto al THX Spatial Audio che da un vantaggio enorme nei giochi, impossibile da spiegare se non avete mai provato una sessione con THX. Grazie al surround avanzato sarà possibile godere al massimo del sound design dei titoli e di sfruttarlo a proprio vantaggio andando ad anticipare mosse e colpi. Tra le altre cose THX sblocca anche dei profili audio ottimizzati per i titoli come Apex, Counter-strike, Valorant e tanti altri.

Ed è proprio nelle sessioni di gioco più dure e tese che le Razer Blackshark V2 danno il meglio. Grazie al loro design sono comodissime, non danno nessun tipo di fastidio e permettono di tenere alta la concentrazione. Grazie ai driver ottimizzati, i profili THX ed un microfono davvero valido, le Razer Blackshark V2 sono decisamente adatte a tutti quei giocatori che vogliono avvicinarsi al mondo degli eSport, riescono a dare quel boost in più che in molte sessioni può fare la differenza.

Sono chiaramente il top per il mondo dei giochi ma non sono male nemmeno per la musica. Non aspettatevi però delle prestazioni di fascia alta sotto questo punto di vista, tutto è stato finalizzato da Razer per esprimersi al meglio quando si è in sessioni di gioco ma per un tipo di ascolto casual in comodità possono risultare un più che discreto supporto. Sia chiaro però, le Razer Blackshark V2 risultano eccellenti quando devono riprodurre passi, rumori, spari ed esplosioni.

Razer Blackshark V2 software

Razer Blackshark V2 scheda audio

Il software Razer Synapse 3 è sempre il classico tool potentissimo in grado di dare maggior valore all’esperienza utente dei device del brand. Si può controllare il volume delle cuffie e regolare in maniera precisa ogni singolo aspetto dei profili THX Spatial Audio. I profili ottimizzati per i giochi vengono rilasciati di settimana in settimana e si ritroveranno in Synapse tramite un aggiornamento.

Non mancano tutti i parametri per regolare al meglio la qualità audio e quelli legati al microfono da sfruttare con la piccola scheda audio usb. Interessante la possibilità di controllare in live preview ogni singola modifica al microfono. Peccato invece per i fan di Chroma RGB che devono rinunciare alle personalizzazioni su cuffia attraverso Synapse.

Razer Blackshark V2 conclusioni

Razer Blackshark V2 recensione

Le cuffie gaming Razer Blackshark V2 sono il top in circolazione per chi pretende il massimo della concentrazione durante le sessioni di gioco. Sono comodissime, i materiali utilizzati sono di prima scelta e il cavo SpeedFlex da una marcia in più notevole. Il fit con i padiglioni in memory foam FlowKnit riesce ad isolare in maniera passiva e ridurre al minimo i rumori dall’esterno anche se un sistema di cancellazione attivo poteva essere inserito.

Potevano essere inseriti anche dei led RGB Chroma ma Razer ha optato per scelte semplici ma vincenti. I driver da 50 mm TriForce fanno la differenza in combinazione ai profili THC Spatial Audio, ogni partita avrà un suono molto più ricco, dettagliato, netto ed incisivo. Quello che serve per poter anticipare una mossa o avere il controllo totale di ogni singolo aspetto del sound design. Non per nulla alcuni atleti di eSport le utilizzano per competere ad alti livelli.

Razer ha anche giocato bene con il prezzo, le Razer Blackshark V2 con scheda audio inclusa costano circa 109 Euro di listino e sono assolutamente la prima scelta da fare se cercate delle cuffie gaming che siano realmente ottimizzate per il gioco. Portarle a casa, utilizzarle anche con titoli che si conoscono alla perfezione vi farà rendere conto di quanto è possibile immergersi nell’azione con le Blackshark V2.

Le Blackshark V2 sono la carta vincente di Razer, hanno tutto ciò che serve per fare breccia nel cuore dei nuovi giocatori e di tutti quelli che vogliono avvicinarsi al mondo della competizione con delle cuffie che sono state pensate e sviluppate per fare una sola cosa, dare un vantaggio tangibile nelle sessioni di gioco. Ci riescono alla grande e questa volta, il prezzo è anche invogliante.

Scatti realizzati con Canon EOS 90D – Acquista su Amazon