Immuni

L’app IMMUNI è disponibile al download in Italia, sia per gli utenti Android sia per quelli iOS: da questo pomeriggio l’app anti-COVID-19 pensata per il tracciamento dei contatti può essere scaricata dagli utenti, anche se la sperimentazione delle funzionalità partirà da una breve lista di regioni. Scopriamo insieme dove scaricarla e dove è già attiva.

Immuni: la nostra prova

L’app IMMUNI è disponibile in Italia su Android e iOS

Dopo qualche settimana dall’avvio della Fase 2 dell’emergenza coronavirus in Italia, lanciata lo scorso 4 maggio 2020, è finalmente l’ora di accogliere l’app IMMUNI, che potrà aiutarci a combattere il COVID-19 memorizzando i contatti con le persone eventualmente positive. I giorni scorsi abbiamo già avuto modo di scoprire l’API sulle notifiche di esposizione proposta da Google e Apple, che come abbiamo specificato risulta di per sé inutile senza l’appoggio dell’applicazione dell’autorità sanitaria (in Italia IMMUNI).

Come vi spieghiamo più nello specifico nel nostro approfondimento, l’app IMMUNI non traccia gli spostamenti delle persone e non memorizza i dati sulla geolocalizzazione dei cittadini italiani: semplicemente sfrutta il Bluetooth per rilevare l’eventuale contatto con qualcuno risultato positivo, avvisando l’utente e suggerendogli come procedere.

L’app IMMUNI si installa su base volontaria, ma perché funzioni nel modo migliore è necessario che gli utenti siano il più possibile. La sperimentazione parte da quattro regioni (Puglia, Abruzzo, Marche e Liguria), ma il funzionamento si estenderà presto a tutte le altre.

Dove e come scaricare l’app IMMUNI

L’app IMMUNI è gratuita e non è obbligatorio installarla. Può essere scaricata sugli smartphone Android e presto anche su iOS rispettivamente dal Google Play Store e dall’App Store. Fate attenzione alle altre fonti, perché sembra che alcuni malintenzionati se ne stiano approfittando. Ecco i link diretti e sicuri:

download IMMUNI dal Google Play Store – dispositivi Android

download IMMUNI da App Store – dispositivi iOS

Leggi anche: abbiamo installato l’app IMMUNI