Amazon Alexa

Nel corso di Alexa Live, la conferenza virtuale odierna dedicata agli sviluppatori, Amazon ha annunciato una importante novità per Amazon Alexa, l’assistente vocale del colosso americano.

Per cercare di contrastare lo strapotere, almeno per quanto riguarda il mercato degli smartphone, di Google Assistant e Siri, Alexa potrà presto avviare le applicazioni su Android e iOS utilizzando i comandi vocali. La novità, chiamata Alexa for Apps, è disponibile da oggi in anteprima per alcuni sviluppatori selezionati da Amazon, che sta collaborando per capirne le necessità.

Tra gli esempi citati da Amazon ci sarà la possibilità di aprire Twitter e cercare un hashtag, con il risultato visualizzato sullo smartphone e non letto a voce. Un altro esempio portato è quello che consente di avviare la registrazione di un video su TikTok senza dover toccare lo smartphone, il tutto con i soli comandi vocali.

In questo modo Amazon cerca di far guadagnare terreno al proprio assistente nei confronti di Google Assistant e Siri che godono di una profonda integrazione con i rispettivi sistemi operativi e possono quindi effettuare una maggiore quantità di attività.

In questa fase beta gli sviluppatori dovranno modificare le proprie integrazioni con l’assistente vocale o modificare le skill, nel caso siano già state sviluppate, affinché siano in grado di funzionare con la nuova modalità. Tra gli altri annunci odierni segnaliamo un nuovo modello (al momento in fase beta) colloquiale dell’intelligenza artificiale che permette di parlare in maniera più naturale ad Alexa, miglioramenti alla tecnologia APL che migliorerà l’audio nelle app e nei giochi.

Per gli sviluppatori sarà presto possibile lanciare skill di Alexa da applicazioni mobili, pagine web e annunci pubblicitari, con la possibilità di effettuare acquisti dai dispositivi Echo dotati di schermo.