Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2 non sono più acquistabili negli Stati Uniti da alcuni. Il blocco alle vendite è una conseguenza della disputa legale in corso relativa alla violazione di brevetti, partita dalla società statunitense Masimo, una grande azienda che sviluppa e produce tecnologie sanitarie.

Quest’ultima, chiese alla International Trade Commission (ITC, un’agenzia americana che si occupa di vigilanza su copyright e proprietà intellettuali) di bloccare la vendita di alcuni Apple Watch per questioni legate alla misurazione dell’ossigeno nel sangueLo scorso ottobre la ITC confermò la sentenza d’accusa contro Apple, azienda che avrebbe violato un brevetto di Masimo. L’agenzia di sorveglianza non aveva tuttavia imposto un blocco immediato alle vendite ad Apple, dati i 60 giorni utili per la revisione della sentenza.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

C’era tempo fino al 25 dicembre, data di scadenza della revisione in questione, ma Apple ha deciso di non attendere ulteriormente sospendendo le vendite dei suoi ultimi due modelli di smartwatch negli USA: Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2. Sul sito non sono più in vendita dal 21 dicembre, nei negozi fisici di Apple dal 24 dicembre.

Per il momento la sospensione non riguarderà altri mercati, dispositivi che continueranno a essere venduti in Italia e nel resto del mondo. Comunque, negli USA gli Apple Watch ritirati dai canali di vendita ufficiali, lo saranno anche dai rivenditori terzi come Amazon appena le scorte saranno esaurite.

Apple farà ricorso per rimettere in vendita gli Apple Watch

Secondo Bloomberg, Apple sta tuttavia correndo ai ripari per apportare delle modifiche agli algoritmi degli smartwatch relativi alla misurazione dei livelli di ossigeno nel sangue, con l’obiettivo di provare ad aggirare il divieto, nonostante la fonte riporti che le modifiche software potrebbero non bastare per poter tornare a commercializzare i dispositivi considerando che riguardano anche componenti hardware, ad esempio quelli che permettono alla luce di raggiungere la pelle per misurare la quantità di ossigeno nel sangue. Secondo Masimo l’hardware dell’Apple Watch deve cambiare, nonostante un portavoce dell’azienda di Cupertino abbia confermato a Bloomberg, che sono al lavoro per presentare una soluzione alternativa all’agenzia statunitense incaricata di approvare le modifiche per riportare i prodotti sul mercato.

Sebbene Apple abbia già in passato dovuto interrompere le vendite di prodotti chiave come iPhone, ad esempio dal mercato tedesco e per il tentato divieto brasiliano a causa della mancanza dei caricabatterie in confezione, o in occasione della sospensione dell’intera gamma di prodotti dell’azienda dal mercato russo per motivi bellici, togliere dal mercato natio prodotti così importanti e recenti è per Apple un problema rilevante, cui Apple, come comunicato a 9to5mac, intende risolvere presentando ricorso una volta scaduto il periodo di revisione presidenziale, il 25 dicembre.

Aggiornamento del 20 dicembre

A distanza di alcune ore dalla comunicazione ufficiale del ritiro dal mercato statunitense di Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2, l’amministratore delegato di Masimo Joe Kiani, ha detto a Bloomberg di essere disponibile a un accordo con Apple, pur aspettandosi dall’azienda di Cupertino delle scuse, senza parlare di rimborsi o altri metodi di risarcimento.

Intanto, la International Trade Commission (ITC) ha respinto la richiesta di Apple di sospendere il divieto di vendita dei due modelli di Apple Watch: “la Commissione ha deciso di respingere la mozione di Apple di sospendere gli ordini correttivi in attesa dell’appello” riporta la dichiarazione dell’agenzia depositata mercoledì 20 dicembre.

Aggiornamento del 22 dicembre

Come previsto, Apple ha rimosso dal suo negozio online ufficiale Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2. Questi due modelli di smartwatch saranno acquistabili sul mercato statunitense dai rivenditori di terze parti fino all’esaurimento delle scorte in loro possesso.

Apple Watch Series 9 non disponibile

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Questa situazione potrebbe creare problemi anche a chi possiede già degli Apple Watch e necessita dell’assistenza del produttore per le riparazioni. Come riportato da Bloomberg, il divieto della ITC, avrà delle conseguenze anche per il servizio clienti di Apple, al quale sarebbe state recapitata una nota che impedirebbe la sostituzione di Apple Watch fuori dalla garanzia. Secondo quanto emerso, l’azienda dopo il 25 dicembre non potrà più cambiare un Apple Watch Series 9 o Ultra acquistato prima del divieto con un altro di colore o dimensione diversi, pur accettando le restituzioni e fornendo rimborsi, qualora richiesto.

Aggiornamento del 27 dicembre

Come da previsioni, Apple ha presentato ricorso contro la decisione di vietare la vendita di Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2 sul mercato statunitense. “Siamo fortemente contrari alla decisione della USITC e al conseguente ordine di esclusione, stiamo adottando tutte le misure necessarie per rimettere a disposizione dei clienti degli Stati Uniti Apple Watch Series 9 e Apple Watch Ultra 2” ha detto Apple in una dichiarazione di martedì 26 dicembre.

L’ufficio preposto (U.S. Court of Appeals for the Federal Circuits, la corte d’appello statunitense che esamina i ricorsi contro le decisioni dei tribunali e degli enti amministrativi federali) deciderà al riguardo il 12 gennaio, ma ha già consentito il ripristino temporaneo delle vendite di entrambi gli smartwatch, dal 27 dicembre di nuovo disponibili su Apple Store negli Stati Uniti.

Leggi anche: i migliori Apple Watch di questo mese, la nostra selezione aggiornata e Le novità di iOS 17.2, macOS 14.2 e degli altri aggiornamenti Apple