Confermando le voci di corridoio degli ultimi giorni, AMD annuncia oggi i nuovi processori per workstation Ryzen Threadripper 7000 basati su architettura CPU Zen4, la stessa per intenderci che ritroviamo sui già collaudati Ryzen 7000 desktop, ma nettamente superiori per design interno, densità di core, capacità I/O e PCI-E, senza dimenticare il supporto RAM avanzato e una nuova piattaforma workstation a dir poco al top. Come vedremo tra poco nei dettagli, l’azienda californiana con a capo Lisa Su presenta due linee di prodotti distinte per i Ryzen Threadripper 7000, una destinata alle workstation professionali (PRO 7000WX), l’altra invece rivolta all’utenza desktop di fascia enthusiast o prosumer (7000X) che, senza troppi giri di parole, include anche i creatori di contenuti multimediali avanzati e molte altre categorie. Ma non è tutto, AMD oggi fa un doppio annuncio e, cambiando completamente rotta potremmo dire, svela anche la più veloce scheda grafica per notebook della serie Radeon, la Radeon RX 7900M che aveva già fatto capolino sulla rete quache giorno fa.

Il lancio dei nuovi prodotti è molto sentito in casa AMD cosi come confermano le dichiarazioni di  Jack Huynh, vicepresidente senior e GM, Computing and Graphics Gruppo aziendale presso AMD:

AMD ha una lunga storia di leadership nell’innovazione nei segmenti delle workstation e dei computer ad alte prestazioni, e questa nuova linea di processori Ryzen Threadripper serie 7000 segna un altro passo in questo percorso. Questi processori testimoniano il nostro costante impegno nel fornire innovazione e prestazioni di livello mondiale e siamo fiduciosi che sbloccheranno un incredibile potenziale creativo nei nostri utenti, continuando ad alzare il livello dell’efficienza energetica in la piattaforma più capace del pianeta.

Gli AMD Ryzen Threadripper 7000 sono mostruosi, hanno sino a 96 core e 480 MB di cache

AMD Ryzen Threadripper PRO serie 5000WX

Partiamo subito con i processori Ryzen Threadripper 7000 che, confermando i rumor circolati finora, arrivano con una dotazione di core a dir poco spaventosa, oltre che con quasi mezzo terabyte di cache onboard per garantire prestazioni da primato. I Ryzen Threadripper 7000, basati su core Zen4, sono disponibili per workstation professionali con i modelli Threadripper PRO 7000WX e per il segmento HEDT (High End Desktop) nelle varianti Threadripper 7000X; la differenza tra le due linee di prodotti risiede soprattutto nella capacità I/O della piattaforma, con la serie PRO 7000WX dotata di più linee PCI-E oltre che un supporto per otto canali di memoria DDR5 5200 RDIMM (2 TB max) contro i quattro canali DDR5 RDIMM (1 TB max) dei Ryzen Threadripper 7000X. I primi sono abbinati a schede madri dotate del nuovo chipset AMD WRX90, ma compatibili anche col chipset TRX50 che invece accoglie i modelli HEDT (non il contrario per intenderci).

I Ryzen Threadripper PRO 7000WX vantano anche il modello più estremo in fatto di numero di core, parliamo del Threadripper PRO 7995WX da 96 core fisici (Zen4) e 192 thread, un chip a dir poco impressionante che può arrivare a 5,1 GHz di frequenza in modalità Boost, abbinato a 480 MB di cache e un TDP (Thermal Design Power) impostato a 350 watt. Gli altri modelli Threadripper PRO 7000WX disponibili non sono da meno, scendendo sostanzialmente col numero di core a 64, 32, 24, 16 e 12; i “fratelli” Threadripper 7000X sono invece meno estremi sotto questo profilo e con il top di gamma, AMD Ryzen Threadripper 7980X si fermano a 64 core/128 thread con 320 MB di cache. A seguire le caratteristiche della nuova gamma annunciata da AMD:

Offerta

Apple iPhone 15 (128 GB)

749€ invece di 979€
-23%
  • Ryzen Threadripper PRO 7995WX: 96 core/192 thred, Boost a 5,1 GHz, 480 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper PRO 7985WX: 64 core/128 thred, Boost a 5,1 GHz, 320 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper PRO 7975WX: 32 core/64 thred, Boost a 5,3 GHz, 160 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper PRO 7965WX: 24 core/48 thred, Boost a 5,3 GHz, 152 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper PRO 7955WX: 16 core/32 thred, Boost a 5,3 GHz, 80 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper PRO 7945WX: 12 core/24 thred, Boost a 5,3 GHz, 76 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper 7980X: 64 core/128 thred, Boost a 5,1 GHz, 320 MB di cache, TDP 350W
  • Rzyen Threadripper 7970X: 32 core/64 thred, Boost a 5,3 GHz, 160 MB di cache, TDP 350W
  • Ryzen Threadripper 7960X: 24 core/48 thred, Boost a 5,3 GHz, 152 MB di cache, TDP 350W

Riguardo i due nuovi chipset, AMD WRX90 non è solo superiore per capacità di espansione ma supporta tutte le funzionalità di sicurezza AMD che caratterizzano i prodotti della gamma PRO; ma vediamoli meglio nel dettaglio:

Chipset AMD WRX90

  • Supporto Ryzen Threadripper PRO 7000WX
  • 8 canali RAM DDR5-5200 RDIMM sino a 2 TB
  • 148/144 linee PCI-E di cui 128 PCI-E Gen 5.0
  • Sicurezza:
    • AMD PRO Manageability
    • AMD PRO Business Ready support
    • AMD Secure Processor
    • AMD Shadow Stack
    • AMD Memory Guard6
  • Supporto overclocking

Chipset AMD TRX50

  • Ryzen Threadripper 7000X e Ryzen Threadripper PRO 7000WX
  • 4 canali RAM DDR5-5200 RDIMM sino a 1 TB
  • 92/88 linee PCI-E di cui 48 PCI-E Gen 5.0
  • Supporo overclocking

AMD Radeon RX 7900M è il top per giocare su notebook

AMD Radeon RX 7900M

Passiamo poi alla fiammante Radeon RX 7900M, quella che AMD definisce la più veloce GPU Radeon mai concepita per notebook, capace di offrire prestazioni del 7% superiori alla controparte NVDIA nel gaming a risoluzione QHD. Basata ovviamente su architettura RDNA3, questa scheda video può contare su core di 2a gen per il ray-tracing, unità hardware dedicate all’accelerazione AI, Infinity Cache di 2a gen e supporto per tutte le tecnologie proprietarie AMD di ultima generazione, incluso ovviamente l’FSR e codec AV1. Parlando invece di scheda tecnica, la GPU integra 72 Compute Unit abbinate a 16 GB di VRAM GDDR6 su bus a 256 bit; la frequenza della GPU raggiunge i 2090 MHz, mentre il TGP arriva a 180 watt, al pari per intenderci delle soluzioni top del competitor.

La nuova GPU flagship AMD debutterà per la prima volta sul notebook gaming Alienware m18, un portatile nato sulla piattaforma AMD Advantage dotato tra l’altro di un potentissimo AMD Ryzen 9 7945HX, processore da 16 core/32 thread  con clock boost a 5,4 GHz e TDP configurabile a 55 watt. A bordo di questo notebook gaming tutto AMD troviamo anche un display 18″ QHD+ da 3 millisecondi, con una frequenza di aggiornamento a 480 Hz e tecnologie proprietarie come AMD SmartShift Max7, AMD SmartAccess Graphics, AMD Smart Access Memory e AMD SmartAccess Video.

Scheda tecnica AMD Radeon RX 7900M

  • Architettura RDNA3
  • Processo produttivo TSMC
  • Compute Unit 72
  • Stream Processor 4.608
  • Frequenza Gaming 1.825 MHz
  • Frequenza Boost 2.090 MHz
  • Memoria 16GB GDDR6
  • Interfaccia memoria 256 bit
  • Infinity Cache 2a gen 64 MB
  • Interfaccia PCI-E Gen 4.0
  • HDMI 2.1 e Display Port 2.1
  • TGP 180 watt

Disponibilità e prezzi

Venendo infine a disponibilità e prezzi, i Ryzen Threadripper PRO 7000WX dovrebbero arrivare sui sistemi dei partner entro fine 2023, così come le workstation coi modelli Threadripper 7000X; questi ultimi però saranno già disponibili dal 21 novembre presso i rivenditori con i seguenti prezzi:

  • AMD Ryzen Threadripper 7980X 64 core/128 thred a 4.999 dollari
  • AMD Ryzen Threadripper 7970X: 32 core/64 thred a 2.499 dollari
  • AMD Ryzen Threadripper 7960X: 24 core/48 thred a 1.499 dollari

Riguardo invece la Radeon RX 7900M e l’Alienware m18, il nuovo notebook gaming top di gamma è già disponibile sul sito del produttore, al momento solo per il mercato USA, a un prezzo di 2.799 dollari.

Potrebbe interessarti anche Miglior processore: AMD o Intel? Ecco la nostra selezione di Ottobre 2023 e Migliori notebook da lavoro di Ottobre 2023: ecco i nostri consigli e AMD Ryzen Threadripper PRO 3975WX a 3.190 euro su Amazon