Home Console & Videogames Il controller Amazon Luna sta ottenendo il supporto nativo su Android

Il controller Amazon Luna sta ottenendo il supporto nativo su Android

0
amazon luna eero 6 pro ufficiali specifiche prezzo

Amazon Luna è un sevizio di videogiochi in streaming via cloud svelato l’anno scorso ed è simile a Google Stadia, anche se con un modello di acquisto e abbonamento completamente diverso.

Proprio come Stadia, il controller Amazon Luna ufficiale consente giocare tramite Wi-Fi utilizzando i server di gioco attraverso il cloud. Nonostante Luna sia in competizione con Stadia, il colosso di Mountain View sta aggiungendo il supporto nativo per il controller ufficiale di Amazon nel sistema operativo Android.

Android sta ottenendo il supporto nativo per il controller Amazon Luna

Sebbene il Wi-Fi sia il modo migliore per utilizzare il Luna Controller, questo può funzionare anche se collegato tramite USB o via Bluetooth, ma per sfruttare al massimo i pulsanti speciali del controller il sistema operativo deve conoscere le sue specifiche.

In quest’ottica Android sta guadagnando il supporto per il controller Amazon Luna, come indicato in una nuova modifica del codice apparsa nel progetto Android Open Source.

Il controller Amazon Luna sta ottenendo il supporto nativo su Android 1

Il cambiamento principale per il layout del Luna Controller quando viene utilizzato su Android riguarda il pulsante Amazon Alexa che viene mappato su un generico pulsante di “registrazione”. Per il resto il controller dovrebbe mappare i pulsanti nel modo più logico.

Google ha supportato una serie di controller popolari su Android nel corso degli anni, ma è curioso che l’azienda di Mountain View abbracci anche il concorrente diretto di Stadia.

Con l’occasione vi ricordiamo che Amazon Prime Day si avvicina, dunque aggiungete ai preferiti la pagina sulle offerte Prime Day relative ai videogiochi in modo da essere pronti il giorno delle offerte! Nel frattempo potrebbero interessarti le ultime novità e i giochi in arrivo per Google Stadia.

Fonte