Bloccare carta PostePay

Siete tornati a casa e non trovate più la PostePay nel portafoglio? Avete già controllato un paio di volte dentro la macchina o in quante più tasche possibili senza risultato? Come da copione avete dato la colpa alla persona che sta al vostro fianco, ma anche lei non ne sa nulla? Se la situazione è questa, vi rimane soltanto una cosa da fare: bloccare la carta PostePay.

Potreste averla smarrita al supermercato, in negozio o per strada, a causa di un momento di distrazione o per colpa di un portafoglio ormai datato che non svolge più il suo compito. Oppure, peggio ancora, potreste essere state le vittime sfortunate di un ladro. Prima ancora di cambiare borsellino o prendervela con il mondo intero, è fondamentale bloccare la PostePay.

Scoprite come fare con la nostra guida valida anche per la PostePay Evolution, la carta prepagata nera di Poste con il circuito internazionale di pagamento MasterCard.

Bloccare carta PostePay

Il blocco della carta PostePay impedisce a chi ne entra in possesso di effettuare acquisti in negozi fisici o online. Inoltre, una volta bloccata la PostePay non può essere usata nemmeno per prelevare il denaro presente nel proprio saldo. Di fatto, diventa inutilizzabile per chiunque.

Il numero verde per bloccare la PostePay è l’800.003.322, attivo gratuitamente tutti i giorni della settimana 24 ore su 24. Se smarrite la prepagata di Poste all’estero dovete invece comporre il numero +39.02.82.44.33.33, anch’esso disponibile 24 ore su 24 dal lunedì alla domenica ma a pagamento (se avete le chiamate gratuite incluse nella vostra offerta telefonica anche quando siete all’estero non pagherete nulla).

Nota: cliccando sui link dei due numeri di telefono potete avviare da subito la chiamata.

Bloccare carta PostePay Evolution

Per impedire a un malintenzionato di usare il credito disponibile nella PostePay Evolution persa o rubata i numeri di telefono da contattare rimangono gli stessi di quelli necessari per il blocco della PostePay gialla: dall’Italia componete il numero verde gratuito 800.003.322, dall’estero chiamate il numero +39.02.82.44.33.33 (a pagamento).

Entrambi i numeri rimangono attivi 24 ore su 24, durante tutti i giorni della settimana.

Importante: su Internet potreste trovare scritto che il numero a pagamento +39.02.82.44.33.33 sia attivo dal lunedì al sabato, dalle 8:00 alle 20:00, ma in realtà ci si riferisce al servizio dell’assistenza clienti. Se, malauguratamente, doveste perdere la PostePay di domenica riceverete comunque l’assistenza necessaria per bloccare la carta.

Cosa serve per bloccare la carta PostePay

L’operatore che risponderà alla chiamata vi chiederà il PAN (Primary Account Number), vale a dire il codice identificativo della carta di 16 cifre riportato sulla parte frontale della prepagata. Se avete attivato la PostePay prima del 2 maggio 2018, vi verrà anche chiesto il codice di blocco fornito al momento della consegna a domicilio della carta.

Bloccare la PostePay

Non trovate il codice di attivazione/blocco? Ne potete chiedere un duplicato collegandovi al sito postepay.poste.it tramite la sezione Smarrimento codici. Una volta completata la richiesta, i codici saranno inviati via SMS al numero di telefono inserito durante la registrazione al servizio.

Durante la telefonata l’operatore deputato a bloccare la PostePay potrebbe anche richiedere il codice fiscale o il numero della carta d’identità, per accertarsi di parlare realmente con il proprietario della carta. Se non avete con voi il codice fiscale potete usare in alternativa la tessera sanitaria.

Ottenute tutte le informazioni necessarie, l’operatore di Poste Italiane provvederà a bloccare la carta. Attenti però, si tratta di un’operazione irreversibile. Ciò significa che non potrete più riattivare la PostePay, ma dovrete richiederne una nuova oltre a trasferire in questa l’eventuale credito presente nella carta smarrita (di questo parleremo nell’ultimo capitolo). Accertatevi dunque che la carta sia davvero andata persa prima di telefonare.

Come controllare lista movimenti PostePay

Il controllo della lista dei movimenti della PostePay consente di verificare se la carta smarrita o rubata sia stata usata per fare acquisti o prelievi. In caso positivo, oltre alla regolare denuncia di smarrimento o furto (da fare in ogni caso) dovrete disconoscere i movimenti e richiedere il rimborso del denaro andato perduto. In questo modo, quando andrete alle Poste a estinguere la carta potrete riottenere il credito che avevate in precedenza.

Per controllare la lista movimenti della carta PostePay eseguite l’accesso al sito PostePay tramite computer o app inserendo le vostre credenziali, quindi andate su La tua PostePay e poi su Saldo e lista movimenti. Inserite ora il numero della PostePay, la data di scadenza e il codice di sicurezza di tre cifre riportato sul retro della carta, quindi cliccate su Esegui. Dopo pochi secondi si aprirà una nuova schermata dove potrete verificare gli ultimi 40 movimenti effettuati.

Denunciare lo smarrimento o il furto della carta PostePay

La denuncia dello smarrimento o del furto della carta PostePay è un atto formale indispensabile per tutelarsi da eventuali utilizzi impropri della carta prepagata, disconoscendone qualsiasi movimento e richiedendo il rimborso dei soldi eventualmente spesi.

Per presentare regolare denuncia dello smarrimento o del furto della PostePay potete rivolgervi online al sito della Polizia di Stato o a quello dei Carabinieri. Il servizio si chiama Denuncia vi@ Web (link Carabinierilink Polizia). Selezionate il tipo di evento (smarrimento o furto) e l’oggetto (documento o altro), quindi cliccate sul bottone Inizia denuncia per avviare l’iter.

PostePay denuncia furto

Alla fine della procedura riceverete un’email contenente un codice identificativo e un codice di attivazione della denuncia stessa da presentare entro due giorni al più vicino Comando Stazione dei Carabinieri o della Polizia di Stato. Nella stessa email troverete anche la conferma o la rettifica dell’orario scelto da voi durante l’iter online.

Nota: se durante la verifica della lista dei movimenti riscontrate anomalie o spese non collegate a vostri pagamenti, datene conto in sede di denuncia. Riceverete così un documento da portare alle Poste, con cui richiedere il disconoscimento dei movimenti e il rimborso dei soldi sottratti dalla carta dopo che è stata smarrita o rubata.

Usate la comoda mappa di questi due link per trovare il Comando Stazione Carabinieri e la Questura della Polizia più vicini.

Importante: se compilate il modulo di Denuncia vi@ Web avrete diritto a una corsia preferenziale quando vi presenterete al Comando Stazione o alla Questura, senza dover dunque aspettare ore e ore come quando dovete per esempio rinnovare il passaporto.

Estinguere PostePay smarrita

L’estinzione della PostePay bloccata è l’ultimo passaggio da completare in caso di smarrimento o furto della carta. Nello stesso momento in cui viene richiesto all’addetto dell’ufficio postale di estinguere la PostePay, anche il credito è azzerato.

Per trasferire i soldi dalla carta smarrita a quella nuova, oltre a presentare un documento in corso di validità dovrete portare con voi anche la copia della denuncia effettuata dai Carabinieri o alla Questura in cui si attesti il disconoscimento dei movimenti associati alla carta una volta persa.

A questo punto le Poste eseguiranno un controllo, avendo tutta la documentazione necessaria. Se la richiesta verrà accettata, il trasferimento dei soldi sulla nuova carta che richiederete sarà automatico.

Nota: il servizio di trasferimento del denaro dalla PostePay smarrita a quella nuova ha un costo di 5 euro.

Richiedere nuova carta PostePay

La richiesta di una nuova PostePay va presentata all’ufficio postale oppure online. La PostePay Standard ha un costo di emissione di 10,00 euro e può essere richiesta soltanto alle Poste. L’emissione della PostePay Evolution ha invece un prezzo di 5,00 euro, a cui si devono sommare i 15,00 euro di ricarica minima (oltre ai 12,00 euro per il canone annuo). Come per la PostePay Standard, anche per la carta Evolution è obbligatoria la richiesta in ufficio postale, online non è possibile farla.

Carta PostePay

Su Internet è però possibile richiedere la nuova PostePay Connect, un’offerta che unisce la prepagata PostePay Evolution alla SIM PosteMobile. PostePay Connect prevede un canone di 12 mesi al costo di 70 euro. Tra tutte le PostePay presenti nella sezione dedicata del sito Poste.it, è l’unica di cui potete presentare domanda online tramite l’app PostePay. Una volta richiesta dall’applicazione, riceverete al domicilio indicato sia la carta prepagata PostePay Evolution che la SIM dell’operatore PosteMobile.

Bloccare temporaneamente carta PostePay da app

Il blocco temporaneo della PostePay online è una delle novità portate da un recente aggiornamento dell’app PostePay. Con un semplice tap potete sospendere l’utilizzo della carta ai pagamenti, ai prelievi e agli acquisti online. Si tratta di un’alternativa efficace nel caso siate impossibilitati per una qualche ragione a contattare il numero verde o quello a pagamento per bloccare la carta in maniera irreversibile.

Per bloccare temporaneamente la PostePay è indispensabile avere l’app per Android o iOS. L’applicazione è gratuita e per effettuare il login occorre usare le credenziali impiegate per l’accesso al sito PostePay o di Poste Italiane. Qui trovate il link per il download dal Google Play Store e da App Store cliccando qui.

App PostePay

Una volta scaricata aprite l’app, quindi dalla schermata principale selezionate l’icona del portafoglio (la seconda da sinistra accanto a Home), poi da Impostazioni carta individuate la sezione Blocco temporaneo e spostate la levetta da OFF a ON accanto alla voce Sospendere temporaneamente la carta ai pagamenti, ai prelievi e agli acquisti online. In questo modo fermerete almeno momentaneamente la carta. Se la ritrovate e non avete già chiamato il numero verde dell’assistenza di Poste potrete poi sbloccarla facendo tap sulla stessa lavetta.

Cercate un’alternativa alla prepagata PostePay? Date allora un’occhiata alla nostra guida sulla carta Hype.