riscaldamento globale

In una bozza di dichiarazione dell’impatto ambientale proposta dalla NHTSA, l’agenzia prevede che il riscaldamento globale aumenterà di circa 7 gradi Fahrenheit (4 gradi centigradi) rispetto ai livelli pre-industriali entro il 2100. Piuttosto che utilizzarla come incentivo per limitare le emissioni investendo in energie rinnovabili tuttavia, la relazione afferma che non c’è molto da fare.

STOP auto diesel inquinamento

Si presume che “attualmente non sia tecnologicamente fattibile o economicamente fattibile” spostare abbastanza persone attraverso trasporti puliti per poter fare qualche differenza. Gli studi condotti dall’amministrazione suggeriscono che anche la riduzione delle auto diesel nelle strade secondo una serie di regole ben precise pomperebbe 8 miliardi di tonnellate di CO2 nell’atmosfera se le aziende non migliorassero i motori. Anche se i tagli più sostanziali non hanno fatto molto, farebbero sempre un po’ di differenza, anche se si tratta di miglioramenti a breve termine come la riduzione dell’inquinamento atmosferico.

E mentre 4 gradi centigradi non sembra molto, potrebbe portare a conseguenze disastrose. Il riscaldamento globale sta già sciogliendo i ghiacciai e uccidendo le barriere coralline e, di conseguenza, alzare ulteriormente la temperatura non farebbe altro che peggiorare in una scala maggiore il problema. Lo studio ha ammesso che siccità, inondazioni e altri disastri naturali a cui assistiamo già oggi non faranno altro che aumentare, di numero e di intensità, man mano che il riscaldamento globale si intensifica.

Volendo vedere un qualcosa di positivo, la maggior parte dei marchi importanti di automobili sta pianificando investimenti nella realizzazione di auto elettriche e ibride nei prossimi anni. Inoltre, la proprietà delle autovetture potrebbe diminuire man mano che sempre più persone decidono di utilizzare i servizi di car sharing e di condividere i trasporti a guida autonoma.