Google Chrome

Google sta lentamente aggiungendo varie funzionalità a Google Chrome per rendere l’esperienza di streaming multimediale sempre migliore e l’ultima novità della serie riguarda una funzione chiamata “Feed multimediali”.

Stando a quanto si apprende da un commit, si tratta in modo per i siti Web che forniscono contenuti video di creare un feed di video consigliati (come esempio si può pensare a come i siti di streaming come Netflix e YouTube hanno sempre consigliato i video da guardare): in sostanza, il feed multimediale si baserà su qualunque cosa il sito Web voglia che venga visualizzato nel browser dall’utente.

Google Chrome prova a migliorare la riproduzione multimediale

Se un sito Web supporta i feed multimediali, può dire all’utente di Google Chrome che ha un feed, consigliare i contenuti pertinenti, quelli da continuare a guardare (ossia i video già iniziati e interrotti) e quelli da provare successivamente (i nuovi filmati da visualizzare dopo la fine di quello attuale).

I Feed Multimediali sono al momento limitati ai contenuti video (niente musica o podcast) e il flag può essere attivato sulla versione Canary del browser (chrome://flags#enable-media-feeds) per tutte le piattaforme tranne Android.