macOS Ventura è disponibile al pubblico da ottobre ed è indubbiamente una delle release più discusse e chiacchierate del sistema operativo di Apple per via dell’introduzione di una novità poco gradita al pubblico (per usare un eufemismo) come Stage Manager ma anche, e soprattutto, per la mancata correzione di problemi che macOS si trascina stancamente da anni e per i quali non se ne intravede la soluzione. Tra questi troviamo il centro notifiche.

Quest’ultimo dovrebbe essere teoricamente una delle aree prominenti dell’esperienza utente dell’OS: un luogo dove risiedono widget e notifiche provenienti dalle applicazioni presenti sul dispositivo; una zona del sistema operativo che presenta molti elementi in comune con la controparte presente su iOS e che, per alcuni versi, fa sperare in un macOS più touch friendly in futuro anche in virtù dei recenti rumor su un MacBook pieghevole con display touchscreen.

macOS Ventura e i problemi del centro notifiche

Nonostante le ottime premesse teoriche, il Notification Center è l’area dimenticata del sistema operativo di Cupertino; le versioni di macOS si avvicendano ma il centro notifiche rimane lo stesso, in cerca d’autore, soprattutto a causa dell’annoso problema di ricezione e gestione delle notifiche che con macOS Ventura pare essersi aggravato. Nemmeno macOS Ventura 13.2, rilasciato negli ultimi giorni di gennaio, ha apportato alcuna risoluzione su questo fronte.

Come segnalato dai colleghi di 9to5Mac, su macOS Ventura spesso le notifiche semplicemente non appaiono, rimangono bloccate nell’angolo in alto a destra dello schermo o nel centro notifiche e l’unico modo per eliminare è fisicamente spostare il cursore su di esse e agire sulla piccola x. Un’interfaccia chiaramente presa in prestito dai sistemi operativi mobili della mela morsicata e che mal si traduce su un dispositivo privo di input touch.

Inoltre, in svariate occasioni, le notifiche non producono un suono o addirittura vengono consegnate con 20 minuti di ritardo creando un disagio facilmente immaginabile.

Stando a quanto affermato dagli utenti che lo hanno evidenziato, il problema si verifica con qualsiasi applicazione, sia essa di sistema o di terze parti e, in particolar modo, con i servizi di messaggistica.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: AHFANS10P + Sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

359€ invece di 599€
-40%

Anche il dimenticabile centro notifiche non è esente da colpe poiché alcuni utenti hanno segnalato problemi al widget del meteo e del calendario; spesso non funzionanti o incapaci di mostrare le condizioni meteorologiche o gli impegni del giorno.

Una delle cause più gettonate all’interno della community di addetti ai lavori sarebbe da ricercare nelle nuove modalità di Full Immersion introdotte con iOS 16 che intervengono direttamente sulle notifiche dell’intero ecosistema di dispositivi a propria disposizione finendo per comprometterne il normale funzionamento.

Col passare delle settimane crescono sia le segnalazioni che il malcontento tra gli utenti macOS. Staremo a vedere quando Apple deciderà di affrontare la questione e, soprattutto, con quali soluzioni.

Potrebbe interessarti anche: Niente “iPad Fold”, Apple avrebbe in mente un MacBook pieghevole da 20,5″