Home Featured Lotteria scontrini alla fase calda: cos'è, come funziona, premi e dettagli

Lotteria scontrini alla fase calda: cos’è, come funziona, premi e dettagli

0

Un’arma per combattere l’evasione fiscale, malattia endemica del Bel Paese. Un incentivo per far ripartire i consumi. Da oggi, martedì 1 dicembre, parte la prima fase della Lotteria scontrini, una misura voluta fortemente dal Governo che avrebbe dovuto debuttare il primo luglio scorso ma che ha subito il rinvio al primo gennaio 2021 per le complicanze non da poco che il Covid-19 ha portato con sé.

Così oggi avviene il primo necessario passo affinché la Lotteria scontrini possa entrare a regime a partire dal nuovo anno. Cogliamo l’assist del via alle richieste (semplicissime, lo vedremo poi) del codice lotteria per ripercorrere le tappe di un’iniziativa inedita e per capire cos’è e come funziona la Lotteria scontrini in modo da non essere impreparati al momento del “dunque”.

Cos’è e come funziona la Lotteria scontrini

Poiché la Lotteria scontrini sarebbe dovuta partire il 1° luglio e poi il 7 agosto scorso prima di essere poi rinviata dall’articolo 141 del Decreto Rilancio  al 1° gennaio 2021 – la speranza è che sia l’ultimo rinvio – , l’Agenzia delle Entrate ne ha definito e reso pubblico ormai da tempo il meccanismo di funzionamento insieme a buona parte dei dettagli.

La Lotteria scontrini, proprio come suggerisce il nome, non è altro che un concorso a premi gratuito messo a punto direttamente dallo Stato con il duplice obiettivo di dare una spinta ai consumi e di ridurre l’evasione fiscale. A fare da incentivi sono i premi, che riguardano sia i consumatori che i commercianti.

Oggi si parte con il codice lotteria: cos’è e come si ottiene

Il meccanismo del concorso è molto semplice. A partire da oggi qualsiasi cittadino maggiorenne e residente in Italia può accedere al portale lotteriadegliscontrini.gov.it per ottenere in pochi istanti il proprio codice lotteria, un codice alfanumerico che dal primo gennaio 2021 in poi andrà mostrato agli esercenti prima dell’emissione dello scontrino elettronico.

È semplice poiché non è richiesta alcuna registrazione: basta accedere al portale e inserire il proprio codice fiscale. Così ciascun cittadino che ne fa richiesta ottiene un codice univoco abbinato alla propria identità che lo trasforma in un partecipante alla Lotteria scontrini, da custodire in digitale su un dispositivo elettronico quale lo smartphone o il tablet, oppure, se lo si trova più comodo, scaricato e stampato. In caso di smarrimento si può tornare sul portale, inserire il codice fiscale e ottenere un nuovo codice lotteria. Il Governo assicura che “né l’esercente né altri potranno risalire a te per profilazioni o analisi delle tue abitudini di spesa”.

Chi paga elettronico ha maggiori possibilità di vincere

È anche eterogeneo: chiunque effettuerà un acquisto dal 1° gennaio 2021 può partecipare alle estrazioni – che saranno a cadenza settimanale, mensile e annuale – sia che decida di pagare in contanti sia che preferiscano i pagamenti elettronici, Google Pay, Apple Pay e simili inclusi. Lo Stato ha deciso quindi di non lasciar fuori il contante e far partecipare tutti, ma coloro che opteranno per i pagamenti via carte o smartphone avranno maggiori possibilità di vincere.

Questi ultimi correranno su due “sentieri”, sia in quello delle estrazioni ordinarie previsto per i pagamenti in contante, sia delle estrazioni zerocontanti, appannaggio dei commercianti e di chi usa la moneta elettronica, quindi bancomat, carte di credito o carte di debito e app di pagamento. Il vantaggio di partecipare ad una lotteria gestita direttamente dallo Stato, oltre all’indubbia valenza sociale, è quello che le vincite non saranno tassate, a differenza di quanto avviene con le lotterie “tradizionali”.

Come partecipare alla Lotteria scontrini

Altro aspetto che immaginiamo possa facilitare la diffusione dell’iniziativa è che i partecipanti alla Lotteria degli scontrini non sono obbligati a conservare gli scontrini. Potranno ovviamente conservarlo ai fini della garanzia o di un cambio merce, ma nulla di nuovo insomma. Non ci sarà quindi alcun onere aggiuntivo per prendere parte al concorso a premi, se non quello di non dimenticare di mostrare il codice lotteria prima dell’emissione dello scontrino, ma anche questo passaggio potrebbe diventare un’abitudine nel giro di poco allo stesso modo di come abbiamo assimilato ad esempio la tessera sanitaria in farmacia.

Lotteria scontrini alla fase calda: cos'è, come funziona, premi e dettagli 1

Completato l’acquisto, ciascun partecipante riceve un biglietto virtuale per ogni euro speso. Nessun buono per cifre inferiori all’euro, mentre il tetto massimo è fissato in 1.000 biglietti virtuali per singola transazione: in altre parole acquistando ad esempio un oggetto da 2.000 euro si riceveranno comunque 1.000 biglietti. Le cifre decimali verranno invece arrotondate all’euro successivo se superano i 49 centesimi. Esempio semplice: con 1,50 euro si ricevono due biglietti. Il montepremi conta ben 50 milioni di euro, con il premio più ricco da 5 milioni di euro.

Capitolo esclusioni. Non daranno diritto ad alcun biglietto virtuale “gli scontrini corrispondenti ad acquisti online e quelli effettuati nell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione”, e nemmeno “gli acquisti per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.” La Lotteria scontrini avvantaggerà quindi gli “esercizi commerciali al minuto” ossia i piccoli e medi esercenti, peraltro quelli che insieme ad altri hanno subito maggiormente le restrizioni della pandemia.

I premi della Lotteria scontrini, anche per i commercianti

Ecco cosa prevede la Lotteria scontrini in fatto di premi, destinati a consumatori e commercianti:

  • estrazioni settimanali ordinarie: in palio 7 premi da 5.000 euro ciascuno;
  • estrazioni settimanali zerocontanti: in palio 15 premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore, altrettanti da 5.000 euro ciascuno per i commercianti;
  • estrazioni mensili ordinarie: in palio 3 premi da 30.000 euro ciascuno;
  • estrazioni mensili zerocontanti: in palio 10 premi da 100.000 euro ciascuno per il consumatore, altrettanti da 20.000 euro ciascuno per i commercianti.

Lotteria scontrini alla fase calda: cos'è, come funziona, premi e dettagli 2

Le estrazioni settimanali e mensili avranno luogo il giovedì, mentre l’estrazione annuale si terrà a inizio 2022 in data da definire. Estrazione, quest’ultima, che prevede un premio da 1 milione di euro per il filone ordinario e da 5 milioni di euro (più un milione per il commerciante) per il filone zerocontanti.

Anche per la riscossione della vincita è richiesto il minimo sforzo. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli invia ai vincitori una raccomandata AR o una PEC, da quel momento in poi scattano 90 giorni di tempo per riscuotere il premio, che verrà accreditato tramite bonifico bancario o assegno circolare non trasferibile. Al termine dei 90 giorni dalla ricezione della comunicazione, il premio non sarà più reclamabile e andrà a costituire ulteriori premi annuali.