Spostarsi con un monopattino elettrico è un modo eco-friendly e smart di muoversi nella giungla cittadina, sia che venga utilizzato come mezzo principale che per la mobilità last mile, ma capire qualcosa regole per i monopattini elettrici è un’impresa.

Non tutti sanno, ad esempio, che fino allo scorso Luglio tutti i mezzi per la micromobilità elettrica come monopattini elettrici, segway, monowheel, boosted board e hoverboard erano considerati fuorilegge. Prendiamoci un attimo per riflettere su questa parola: cosa c’è di male nel guidare un mezzo elettrico, per giunta a velocità di gran lunga inferiori a quelle di motorini, moto ed auto?

Il problema non risiede nella pericolosità del veicolo in se (che comunque lo è, con un uso improprio), quanto sulla mancanza di una regolamentazione certa ed applicabile in tutto il paese: ecco perché da Luglio, con il via libera al decreto Toninelli, tanti utenti hanno esultato, ma forse con troppo anticipo. Non è stato sdoganato l’uso di questi microveicoli elettrici, però si è aperta l’opportunità ai Comuni di sperimentare l’utilizzo dei monopattini elettrici sul proprio territorio.

Sia che abbiate già acquistato un monopattino elettrico o vi stiate informando sulla normativa in anticipo, potreste essere interessati alla guida che abbiamo stilato sulle caratteristiche da tenere in considerazione per l’acquisto di un monopattino, così da trovare quello che si adatta perfettamente alle vostre esigenze.

Cosa stabilisce il decreto

Prima di dare uno sguardo ai comuni in cui è in corso la sperimentazione, è bene sapere esattamente cosa dice la normativa vigente in materia sulla circolazione di questi monopattini elettrici.

Cominciamo col dire che il decreto prende in considerazione 4 tipologie di veicoli elettrici: monopattini elettrici, segway, monowheel, boosted board e hoverboard. I segway, hoverboard e monowheel sono veicoli autobilanciati senza manubrio; monopattini elettrici e hoverboard invece hanno una costruzione simile, costituiti da una pedana su cui poggiare i piedi, ma i monopattini hanno solo due ruote mentre gli boosted board ne hanno quattro.

Quali sono le limitazioni e regole per i monopattini elettrici

Cominciamo subito con lo stabilire che non tutti i monopattini elettrici presenti sul mercato saranno idonei alla circolazione nei comuni in cui è attiva la sperimentazione: i monopattini elettrici dotati di sella non potranno circolare, il conducente dovrà per forza di cose stare in piedi.

Tutti i monopattini e i loro utenti, rientrando nella categoria dei dispositivi non auto-bilanciati, dovranno rispettare le seguenti regole:

  • Avere un segnalatore acustico;
  • Avere catadiottri rossi/Luce rossa fissa e luce anteriore bianca o gialla (circolazione notturna e/o di giorno in condizioni atmosferiche che richiedono l’illuminazione);
  • Obbligo di giubbotto o bretelle retroriflettenti dopo il tramonto e fino a mezz’ora prima dell’alba;
  • Motore elettrico con potenza nominale massima non superiore a 500W;
  • Avere un limitatore di velocità;
  • Avere la marcatura CE prevista dalla direttiva n. 2006/42/CE;
  • Guida consentita solo ai maggiorenni e minorenni in possesso di patente AM;
  • Vietato il trasporto di passeggeri o cose;
  • Vietato utilizzare traini di ogni tipo;
  • Evitare acrobazie e manovre brusche;
  • Non è previsto l’obbligo del casco (ma sarebbe cosa buona e giusta indossarlo comunque).

Dove possono circolare i monopattini elettrici

Non solo regole per i monopattini elettrici, ma anche per i luoghi adibiti alla circolazione, come è possibile evincere dalla tabella in allegato al Decreto.

regole-monopattini-elettrici
Allegato n.2 del DM del 4 Giugno 2019

La circolazione dei monopattini elettrici sarà ammessa su piste ciclabili, percorsi promiscui pedonali e ciclabili, nelle zone 30 e su strade con un limite di 30 km/h. I monopattini elettrici potranno muoversi al massimo a 20 km/h, anche se il modello consente di andare a velocità superiori. Se ci si trova in aree pedonali bisogna attivare il limitatore previsto dalla legge, così da muoversi ad una velocità massima di 6 km/h.

infogramma-monopattini-elettrici

Ringraziamo il Club Italiano del Monopattino Elettrico per la realizzazione dell’infografica.

Sperimentazioni in corso in Italia

I comuni che aderiranno alla sperimentazione dovranno farlo con apposita delibera, individuando le vie dove è permessa la circolazione e apponendo apposita segnaletica, orizzontale e verticale, esclusivamente in ambito urbano.

La sperimentazione durerà minimo uno e massimo due anni, poi si trarranno le conclusioni. C’è tempo fino al prossimo anno per i comuni per richiedere l’autorizzazione alla sperimentazione, e per motivi economici o logistici molti non faranno richiesta, attendendo che venga stabilita una normativa definitiva.

Terminata la fase di test, e una volta recepite le esperienze dei comuni che hanno aderito, verrà impostata una normativa definitiva, possibilmente meno restrittiva, che regolamenterà una volta per tutte questi veicoli in tutto il suolo nazionale. Non si capisce come mai non si sia scelto di equiparare questi veicoli alle biciclette elettriche con pedalata assistita, capaci di una potenza nominale e velocità ben superiori.

Di seguito troverete maggiori informazioni sulle sperimentazioni in corso in tutta Italia: