Modello ISEE

Esiste più di un valido motivo per cui fare il modello ISEE 2020 online senza l’aiuto del CAF. In primis non dovrete recarvi all’ufficio del Centro di assistenza fiscale, evitando il contatto con altre persone in attesa – come voi – del loro turno e azzerando così le possibilità di entrare in contatto con soggetti positivi al Covid. Risparmierete poi tempo prezioso, non dovendo stare in fila né spostarvi da casa a piedi o in auto (e si sa, il tempo è denaro).

In questo articolo trovate tutto quello da sapere su come fare l’ISEE da soli sul sito dell’INPS, con la guida dettagliata passo dopo passo da seguire. Promesso: la procedura vi ruberà soltanto pochi minuti.

Accesso a INPS online

Per effettuare il login al portale INPS avete bisogno del PIN Dispositivo INPS. In alternativa potete usare lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o la CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Se non avete il PIN Dispositivo potete presentare una richiesta da qui, chiedendo la conversione del PIN ordinario. Quest’ultimo lo otterrete seguendo questa procedura oppure contattando il Contact Center al numero verde 803.164 (da rete mobile c’è il numero a pagamento 06.164.164).

Se invece ancora non conoscete lo SPID o la Carta Nazionale dei Servizi, vi rimandiamo al portale dell’Agenzia per l’Italia Digitale e al sito di Infocamere.

DSU

Per ottenere il modello ISEE dovete compilare sul sito inps.it la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), il documento contenente i dati anagrafici, di reddito e patrimonio di un nucleo familiare. I dati anagrafici e quelli patrimoniali sono auto-dichiarati, mentre il reddito viene acquisito tramite l’Agenzia delle Entrate e l’Inps.

I redditi inseriti nella DSU corrispondono a quelli percepiti due anni prima la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica. Nel caso della DSU 2020, i redditi risalgono all’anno solare 2018. Invece i dati patrimoniali fanno riferimento ai beni mobiliari e immobiliari posseduti dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno solare precedente (2019 nel nostro caso).

Ci sono tre tipologie di DSU: DSU Mini, DSU integrale e DSU ISEE corrente. Nella maggior parte dei casi andrà bene la DSU Mini, indispensabile per richiedere l’ISEE ordinario valido per la quasi totalità delle prestazioni assistenziali e sociali (come Bonus TV o il Bonus telefono e Internet). Se vi serve invece l’ISEE Università dovrete compilare la DSU integrale. Infine la DSU ISEE corrente serve per il ricalcolo della situazione economica indicata nell’ISEE originario, a patto però che la variazione del reddito si attesti sopra il 25% oppure ci sia stato un cambio nella situazione lavorativa di un componente del nucleo familiare.

DSU Mini

La DSU Mini si compone di due moduli: Modulo MB1 e Modulo FC1. Nel primo vanno riportati i dati del nucleo familiare (Quadro A) e della casa di abitazione (Quadro B). Nel secondo modulo vanno inseriti i dati completi di ogni componente del nucleo familiare, il patrimonio mobiliare, quello immobiliare, eventuali redditi e trattamenti da dichiarare ai fine ISEE, assegni periodici per coniuge e figli, autoveicoli e altri beni durevoli (tipologia e targa veicolo).

DSU mini

Il Quadro FC2 del Modulo FC1 fa riferimento al patrimonio mobiliare, vale a dire ai depositi e conti correnti bancari e postali. Indicare in Tipo rapporto se si hanno conto corrente e carte prepagate con IBAN (codice 01), conto deposito a risparmio libero/vincolato (codice 03), Conto terzi individuale/globale (codice 09). Bisogna inoltre conoscere il saldo al 31 dicembre (del secondo anno precedente) e la giacenza media (del secondo anno precedente).

Per la compilazione del Quadro FC3 Patrimonio Immobiliare occorre conoscere i seguenti dati:

  • tipologia del patrimonio
  • nome del Comune o dello Stato estero
  • percentuale della quota posseduta
  • valore ai fini IMU della quota posseduta (o Ivie se all’estero)
  • quota capitale residua del mutuo
  • barrare se è o meno casa di abitazione

Nel Quadro FC4 Redditi e trattamenti da dichiarare ai fine ISEE vi verrà richiesto di inserire l’importo corrispondente a:

  • redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta
  • redditi esenti da imposta
  • proventi agrari da dichiarazione IRAP
  • redditi fondiari di beni non locati soggetti alla disciplina dell’IMU
  • trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari non soggetti ad IRPEF e non erogati dall’INPS ad esclusione di quelli percepiti in ragione della condizione di disabilità
  • redditi da lavoro dipendente prestato all’estero tassati esclusivamente fuori dall’Italia
  • reddito lordo dichiarato ai fini fiscali dai residenti all’estero (iscritti all’AIRE) nel Paese di residenza
  • redditi fondiari di beni situati all’estero non locati soggetti alla disciplina dell’Ivie (Imposta sul valore degli immobili situati all’estero)

Cliccando qui potete scaricare il modulo DSU Mini 2020 per l’ISEE ordinario, così da verificare tutte le voci che troverete durante la procedura online.

DSU integrale

Prima di iniziare la compilazione della DSU online, il sito dell’INPS vi chiederà se volete procedere con la DSU Mini o la DSU integrale. A differenza della prima, la DSU integrale presenta 8 moduli:

DSU integrale

  • Modulo MB.1: va compilato da tutti perché valido per qualsiasi prestazione
  • Modulo MB.2: per ISEE Università e per prestazioni i cui beneficiari sono minorenni con genitori non coniugati e non conviventi tra loro
  • Modulo MB.3: per prestazioni socio-sanitarie residenziali
  • Modulo MB.1rid: fa riferimento a un nucleo familiare ristretto e va compilato per prestazioni socio-sanitarie per persone con disabilità o non autosufficienti, oppure per prestazioni collegate ai corsi di dottorato di ricerca
  • Modulo FC.1: va compilato da tutti perché valido per qualsiasi prestazione
  • Modulo FC.2: in caso di presenza di persone con disabilità o non autosufficienti nel nucleo familiare
  • Modulo FC.3: da compilare se nel nucleo familiare ci sono persone esonerate dalla presentazione della dichiarazione dei redditi e sono prive della CU (Certificazione Unica)
  • Modulo FC.4: va compilato per il calcolo della componente aggiuntiva ai fini di prestazioni socio-sanitarie residenziali, prestazioni per minorenni o prestazioni universitarie qualora i genitori non siano né conviventi né coniugati

A questo indirizzo trovare il modulo in versione PDF della Dichiarazione Sostitutiva Unica integrale per il calcolo dell’ISEE.

Come compilare DSU online

In questo capitolo trovate la procedura passo dopo passo relativa alla compilazione della DSU online per il rilascio del modulo ISEE 2020.

Modello ISEE Post-Riforma 2015

  1. Collegatevi alla pagina ISEE post-riforma 2015 cliccando qui
  2. spostatevi sul riquadro Acquisizione e cliccate su Inizia acquisizione
  3. autenticatevi con il codice fiscale e il PIN INPS (o lo Spid o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS)
  4. inserite il codice fiscale del dichiarante, mettete il segno di spunta accanto a “Per procedere è necessario barrare la casella, dichiarando di averne preso visione ed accettato il contenuto”, e cliccate su Inizia acquisizione
  5. selezionate quale DSU compilare cliccando su Compila la DSU Mini o Compila la DSU integrale
  6. dopo aver letto le prestazioni che potete richiedere con la compilazione della DSU selezionata pigiate su Inizia compilazione
  7. cliccate su per confermare l’operazione
  8. inserite i dati di ogni persona presente nel nucleo familiare (quando finite con una persona cliccate sul tasto Aggiungi un componente)
  9. compilate le sezioni Nucleo familiare del dichiarante, Residenza e Attività lavorativa, quindi pigiate su Salva e vai avanti
  10. iniziate la compilazione della sezione Patrimonio mobiliare cliccando su Applica, riempite i campi di Nuovo patrimonio mobiliare, Altro patrimonio mobiliare e Nuovo patrimonio immobiliare, poi selezionate Salva
  11. nella sezione relativa ai redditi inserite solo quelli non rilevati dall’Agenzia delle Entrate (non dovete cioè aggiungere i redditi dichiarati con il modello 730 o l’Unico)
  12. sotto l’intestazione Assegni periodici per coniuge e figli aggiungete gli eventuali importi di assegni percepiti o corrisposti
  13. cliccate sul tasto Torna sulla dichiarazione per eseguire la stessa operazione per ciascun familiare
  14. compilate la sezione Abitazione del nucleo familiare (indicando se è di proprietà, in affitto o altro)
  15. arrivati a questo punto cliccate sul tasto Sottoscrizione della DSU, indicando il luogo (obbligatorio), eventuali note (facoltativo), eventuale delega (nel caso abbiate compilato la DSU nell’interesse o in nome e per conto di altri) e la casella della posta elettronica certificata dove ricevere l’attestazione riportante l’ISEE
  16. pigiate sul tasto Accetta e sottoscrivi per inoltrare la Dichiarazione Sostitutiva Unica all’INPS

Per il rilascio dell’attestazione ISEE 2020 da parte dell’INPS trascorreranno dai 10 ai 15 giorni dal momento della presentazione della DSU online. In caso di dati mancanti, l’INPS vi chiederà di compilare il modulo integrativo per aggiungerli o per correggere quelli forniti.

Nel caso la prestazione per cui dovete presentare la dichiarazione ISEE sia in scadenza vi è permesso di usare come alternativa la DSU. In seguito, l’Ente che eroga la presentazione si attiverà per integrare la documentazione con l’attestazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente.

Documenti necessari per il modello ISEE 2020

Riepiloghiamo ora qual è la documentazione richiesta per il modello ISEE, così da rendere più semplice la compilazione della DSU sul sito dell’INPS. Conoscendo tutti i documenti che vengono richiesti non correrete il rischio di dover iniziare daccapo la procedura perché ve ne siete dimenticato uno.

Documenti per l’ISEE:

  • documento di identità non scaduto
  • codice fiscale
  • stato di famiglia
  • certificazione dei redditi
  • 730 o modello UNICO del 2019
  • contratto di affitto e copia dell’ultimo canone versato
  • giacenza media annua di depositi postali e bancari al 31 dicembre 2018
  • targa automobile o motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc
  • borse e assegni di studio
  • redditi esenti IRPEF
  • trattamenti assistenziali e previdenziali
  • certificati di invalidità
  • spese per il ricovero in strutture residenziali e assistenza personale

Importante: ricordate di fare sempre riferimento ai patrimoni di due anni prima. Per l’ISEE 2020 significa che i redditi e i patrimoni richiesti sono quelli del 2018, ecco perché valgono soltanto il 730 2019 e il Modello Unico 2019 (che riportano i redditi dell’anno prima).

Con l’ISEE ordinario, che ottenete compilando la DSU mini, potete richiedere anche il Bonus Vacanze 2020: ecco la guida completa.