Apple Card

Con Apple Card che si appresta essere lanciata da qui a qualche settimana, Apple ha la necessità di testarla quanto più possibile prima di mettere a disposizione dei dipendenti. Ed ecco allora che, dopo averla fatta stare internamente ad alcuni ingegneri e sviluppatori e successivamente ai responsabili di Goldman Sachs, il beta test è stato esteso a migliaia di dipendenti.

Ai dipendenti Apple è stato chiesto di non discutere con nessuno della carta, ma è loro consentito utilizzarla in pubblico per effettuare acquisti. Per testare a fondo l’utilizzo e le funzioni della carta di credito, i dipendenti che la stanno testando hanno le medesime condizioni economiche che verranno proposte ai clienti.

Apple offre un cash back immediato del 2% sugli acquisti effettuati tramite Apple Pay utilizzando una Apple Card e gli acquisti negli Apple Store avranno uno sconto del 3%. Gli acquisti effettuati tramite la carta fisica riceveranno solo l’1% di rimborso.

Eh si, perché la carta non è solo digitale ma anche una carta fisica in metallo. Al contrario delle normali carte di credito però, non è presente alcun numero identificativo, nessun numero di controllo CVV o altro dato, dal momento che tutti i dati vivono su Apple Wallet in maniera sicura e crittografata.

L’arrivo della Apple Card è molto vicino anche se inizialmente Goldman Sachs la renderà disponibile solo negli Stati Uniti.