Apple Card

Realizzata in collaborazione con Goldman Sachs e Mastercard, il 25 marzo 2019 Apple ha lanciato ufficialmente la sua carta di credito chiamata Apple Card. Si tratta di un prodotto finanziario diverso dalle carte di credito convenzionali in quanto non si ha necessariamente bisogno della carta stessa prima di poter iniziare a usarlo. Di fatto, il cuore di Apple Card si allinea al servizio Apple Pay.

Nonostante al momento non sia possibile richiederla (dovrebbe diventare disponibile nelle prossime settimane), alcuni dipendenti Apple hanno ricevuto i primi esemplari per una sorta di “beta test”. A questo proposito, il leaker Ben Geskin ha condiviso le prime immagini della Apple Card n possesso di un dipendente Apple (il nome riportato sulla Apple Card è stato alterato per proteggere la reale identità della persona che ha fornito la carta).

Come potete vedere, a differenza delle carte di credito tradizionali, in quella di Apple non è presente il numero identificativo, la data di scadenza o la firma: tutti i dati (compreso il codice di sicurezza che viene generato ogni volta) vivono all’interno di Apple Wallet e sono crittografati in locale dall’iPhone.

In termini di sicurezza e privacy, Apple e Goldman Sachs hanno dichiarato che non venderanno le informazioni per scopi pubblicitari o di marketing. Per quanto riguarda la sicurezza dei pagamenti, la Apple Card utilizza una tecnologia che permette, ad ogni transazione, di mascherare il numero identificativo della carta attraverso varie funzioni di hash cambiandolo ogni volta.