Apple Card

Nel mese di maggio vi abbiamo riportato la notizia secondo cui alcuni dipendenti Apple stessero già provando, in una sorta di beta test interno, la nuova carta di credito Apple Card. Alla Recode Code Conference di ieri, il CEO di Goldman Sachs,  David Solomon, ha confermato che anche alcuni dipendenti della propria azienda stanno provando (e amando) la Apple Card.

Solomon ha spiegato che al momento è uno dei beta tester di Apple Card e che gli piace l’esperienza e il modo in cui semplifica il pagamento: “È in versione beta adesso ma ci sono alcuni dipendenti di Goldman Sachs e alcuni dipendenti di Apple che stanno usando la carta “, ha detto Solomon. “Sto usando la carta, mi piace come funziona. Mi piace la semplicità, la mancanza di attrito quando si tratta di pagare qualsiasi cosa, guardando immediatamente sul proprio iPhone quanto hai speso e assicurando, in generale, un’ottima facilità d’uso.”

Apple Card

Pur non avendo ancora una data esatta di arrivo della Apple Card, è stato riferito durante la presentazione del 25 marzo 2019 che la carta verrà lanciata entro questa estate.

Ricordiamo che, a differenza delle carte di credito tradizionali, nella Apple Card non è presente il numero identificativo, la data di scadenza o la firma: tutti i dati (compreso il codice di sicurezza che viene generato ogni volta) vivono all’interno di Apple Wallet e sono crittografati in locale dall’iPhone.

In termini di sicurezza e privacy, Apple e Goldman Sachs hanno dichiarato che non venderanno le informazioni per scopi pubblicitari o di marketing. Per quanto riguarda la sicurezza dei pagamenti, la Apple Card utilizza una tecnologia che permette, ad ogni transazione, di mascherare il numero identificativo della carta attraverso varie funzioni di hash cambiandolo ogni volta.