Apple servizio di game streaming

Il mondo del gaming sta per subire una rivoluzione legata allo streaming e sembra proprio che anche Apple ne voglia una fetta. Stando a quanto abbiamo appreso da una nuova indiscrezione, anche Apple sarebbe pronta a lanciare un servizio di game streaming e affiancarsi al PlayStation Now, al Microsoft xCloud (presentazione ufficiale attesa all’E3 2019), a GeForce NOW, al servizio in sviluppo da Amazon e al Google Project Stream.

Per chi non lo sapesse, il game streaming sfrutta i server delle varie aziende per renderizzare i giochi e la connessione a Internet per veicolare il video. In pratica, sfruttando anche uno smartphone di fascia bassa e una connessione a Internet abbastanza robusta e stabile, è possibile giocare a titoli Tripla A.

Il servizio di Apple prevederebbe un modello di business come Netflix, consentendo agli utenti di pagare un’abbonamento mensile per ottenere l’accesso illimitato a una raccolta di titoli. Presumibilmente, la raccolta di giochi funzionerebbe su dispositivi iOS come iPhone, iPad e iPod Touch, in quanto le librerie di giochi macOS e tvOS sono relativamente piccole e frammentate.

Citando “cinque persone che hanno familiarità con la questione”, il rapporto della redazione di Cheddar suggerisce che il servizio Apple è stato in discussione dalla seconda metà del 2018, ma è ancora in fase di sviluppo, senza dettagli sui prezzi.

Per facilitare il servizio, Apple potrebbe assumere un ruolo editoriale per i giochi, con responsabilità di marketing e relative responsabilità, potenzialmente con una divisione finanziaria diversa dall’attuale percentuale del 30% sui ricavi dei giochi dell’App Store.

Questo ruolo potrebbe anche consentirgli di aumentare la disponibilità dei titoli per i dispositivi Apple TV che eseguono tvOS, o Mac che eseguono versioni future di macOS.