razer orochi v2

Razer ha creato un nuovo mouse ultra leggero adatto alla mobilità, proprio come le mode degli ultimi tempi richiedono. Si tratta di un mouse gaming con un peso inferiore ai 60 g, è super compatto ma non per questo povero di funzionalità e di tecnologia. Non solo, Razer ha pensato anche ad una serie di accessori per questo leggerissimo Orochi V2.

Razer Orochi V2 design

razer orochi v2 design

Se non avete mai provato un mouse super leggero, dovreste farlo quanto prima. Il nuovo Razer Orochi V2 con il suo design ambidestro è praticamente adatto a tutti, ha delle linee classiche ma audaci. Si tratta di un mouse gaming piccolissimo, sicuramente più adatta alla mobilità per essere utilizzato con un notebook gaming o anche un ultrabook professionale.

Per ridurre il peso, i materiali utilizzati sono molto sottili e leggeri, è un mouse costruito tutto in plastica ma tranquilli, la sensazione di solidità e di resistenza c’è tutta. Nonostante le dimensioni ridotte sul corpo della periferica si sono tutti i tasti extra che un vero mouse gaming dovrebbe avere, quindi non solo i tasti destra e sinistra con una rotellina davvero di qualità ma anche uno switch rapido per cambiare tra le varie modalità di utilizzo e due tasti laterali utili in gaming ed in produttività.

Grazie al peso super leggero e ad una piccola gobba accentuata, i vari tipo di grip sono tutti garantiti, l’ergonomia nonostante le dimensioni ridotte è super. Claw grip, Palm grip e Fingertip grip sono adatti a questo mouse anche se la presa più comoda risulta essere la Fingertip. Per migliorare notevolmente il grip, è possibile utilizzare gli Anti-slip Grip Tape di Razer personalizzando il mouse proprio dove serve. Utilizzando questi accessori, è impossibile che il mouse scappi via dalla mano anche nelle sessioni di gioco più intense.

Recensione Razer Orochi V2 - Il mouse gaming ultra leggero adatto alla mobilità 1

Sempre per quanto riguarda la personalizzazione, sul sito Razer sarà possibile personalizzare la scocca superiore del mouse andando a scegliere tra le varie a tema gaming dedicate ai titoli più giocati. Tra le altre cose la scocca superiore del mouse può essere rimossa per accedere al vano per cambiare la pila. Sulla parte inferiore del mouse oltre al sensore di cui parleremo dopo, c’è lo switch per on/off e le due modalità di collegamento ed i cuscinetti per far slittare meglio il mouse.

Anche in questo caso c’è un accessorio abbinato per migliorare l’esperienza, è il nuovo tappetino Sphex V3 in policarbonato super sottile. Si tratta di un tappetino minimal, con la parte inferiore biadesiva per essere sempre fisso e saldo alla postazione.

Razer Orochi V2 scheda tecnica

Razer tiene molto alla scheda tecnica dei suoi prodotti e anche in questo caso con Orochi V2 non ha badato a spese ed ha inserito tutto quello che poteva in dimensioni compatte. Ecco le specifiche di Razer Orochi V2:

  • Switch meccanici di seconda generazione
  • Sensore 5G
  • 18K DPI
  • Massima velocità 450 IPS
  • Massima accelerazione 40 G
  • Design falso ambidestro
  • Peso inferiore ai 60 gr
  • Doppia connessione wireless/bluetooth
  • Memoria per gestione profili
  • 6 tasti programmabili
  • Razer Synapse

Razer Orochi V2 prestazioni

razer orochi v2 prestazioni

Prima ancora di parlare di prestazioni, è il caso di sottolineare che il Razer Orochi V2 ha ben due modalità di connessione. La prima è la proprietaria Razer HyperSpeed attraverso il dongle da collegare che permette una stabilità di connessione senza pari attraverso la configurazione wireless con Razer Synapse. Il secondo metodo di collegamento è attraverso il classico Bluetooth, una connessione efficace e rapida, è possibile fare uno switch rapido tra le due modalità.

Una seconda cosa molto importante da fare prima di utilizzarlo nel pieno delle sue possibilità, è settare per bene i DPI e con i vari livelli. Valore massimo di 18K DPI e c’è da ammettere che si possono creare dei preset utilissimi sia in gioco che in produttività. Tra le altre cose il sensore ottico 5K di Razer è così interessante tanto da valere la pena perderci due minuti e settare anche la distanza di tracciamento e magari di ottimizzare il tracking su uno dei tappetini ufficiali Razer.

Come già anticipato nella sezione del design, l’ergonomia è davvero fantastica. Il Razer Orochi V2 è davvero leggerissimo e con i grip tape installati, qualsiasi tipo di presa è comoda. Utilizzarlo in mobilità è un piacere, anche se si è fuori dal proprio desk set up, grazie ai cuscinetti in PTFE la scorrevolezza e la precisione è garantita dovunque.

Gli switch meccanici di seconda generazione proprietari di Razer funzionano benissimo, sono soddisfacenti al suono e soprattutto sono estremamente precisi. La pressione da effettuare non è elevata, questo fattore rendere il Razer Orochi V2 perfetto per il gaming ma anche per la produttività anche se nel contesto lavorativo c’è da farci un minimo l’abitudine.

Nelle sessioni di gioco è assolutamente un piacere da utilizzare, è velocissimo, preciso, stabile, rapido nei movimento con un tracking perfetto e grazie agli switch perfettamente calibrato, piazzare i colpi è un vero piacere. Chiaramente come va ribadito per ogni singolo mouse gaming, il Razer Orochi V2 non vi renderà dei pro ma sicuramente sarà in grado di dare quella marcia in più nelle sessioni di gioco più competitive.

La combinazione tra il Razer Orochi V2 con Anti-slip Grip Tape e il nuovo tappetino Sphex V3 è assolutamente una killer combo per un desk set up flessibile, abbastanza minimalista, in grado di dire la sua in mobilità senza rinunciare alla qualità del sensore ottico 5K di Razer.

Razer Orochi V2 software

Il software Razer Synapse 3 continua ad essere un tool potente, uno dei migliori software per la personalizzazione di un mouse. Le basi ci sono tutte, i tasti possono essere personalizzati, così come anche i profili personalizzati con vari DPI e vari livelli. Il Razer Orochi V2 ha anche una memoria integrata per salvare i profili ma con Synapse, il tutto verrà automaticamente sincronizzato via cloud.

Purtroppo oltre i led RGB che indicano i vari livelli di DPI, non ci sono illuminazioni ChromaRGB. Questo è principalmente un mouse leggero pensato per la portabilità e Razer ha rimosso tutto ciò che è superfluo per contenere il peso e per aumentare l’autonomia. Chiaro, con gli effetti Razer ChromaRGB tutto è molto più bello ma qui si bada al sodo.

Razer Orochi V2 conclusioni

razer orochi v2

Partiamo subito con il prezzo, 79 Euro per questo Razer Orochi V2. Come al solito per le periferiche del brand, il prezzo è altino. Prezzo alto a parte, c’è da ammettere che il Razer Orochi V2 è uno dei migliori mouse da portarsi in giro per il buon mix tra design e quantità di funzioni incluse.

In meno di 60 g, Razer è riuscita ad inserire i suoi switch meccanici di seconda generazione, la tecnologia HyperSpeed, il sensore ottico 5K e per non farsi mancare nulla, anche una durata della batteria dichiarata superiore a 950 ore. Non solo, grazie alla personalizzazione con gli Anti-slip Grip Tape ed al tappetino Sphex V3, questo mouse gaming potrebbe essere anche una soluzione per chi sta cercando un mouse wireless super leggero da utilizzare in ufficio.

Per quanto riguarda il funzionamento del Razer Orochi V2, non c’è molto da dire. Tra le personalizzazioni fisiche, quelle software in Synapse, l’integrazione all’interno dell’ecosistema Razer, le ottime prestazioni in gioco, affidabile in produttività, è facilissimo parlare di un prodotto riuscito. Il Razer Orochi V2 non avrà i LED ChromaRGB ma sarà in grado di stupirvi in tanti altri modi.

Scatti realizzati con Canon EOS 90D – Acquista su Amazon