asus rog zephyrus s17 recensione

C’è un brand che nel mondo dei notebook gaming sta facendo le cose giuste, è ASUS ROG. Ha creato una line up di prodotti semplice ma concreta, il tutto senza negarsi mai l’occasione di fare qualcosa fuori dall’ordinario. Quest’anno quel qualcosa è il ROG Zephyrus S17, un notebook gaming che strizza l’occhio alle workstation mobili che fa impallidire molti dei suoi competitors.

ASUS ROG Zephyrus S17 design

asus rog zephyrus s17 design

Dal punto di vista estetico, ASUS ROG Zephyrus S17 è imponente, non poteva essere diversamente visto il display da 17,3 pollici. Le linee sono quelle dure, nette e dal retrogusto gaming di un ROG in pieno stile ma non così accentuate come si potrebbe pensare. Non si tratta di un notebook totalmente in metallo che si fa osservare ad ogni costo, anche la trama sulla cover si nota appena.

La magia però avviene quando si apre il notebook e la tastiera inizia ad alzarsi dalla scocca e si inclina verso di noi. Non si tratta solo di una soluzione scenica ma anche ergonomica e funzionale, la comodità di scrittura aumenta in maniera tangibile e durante le operazioni complesse, avere una sezione del notebook completamente aperta permette l’ingresso di un bel po’ di aria fresca pronta ad aiutare il sistema di raffreddamento. Se qualcuno ha dei dubbi sul meccanismo di apertura e sulla stabilità della tastiera, via ogni dubbio, meccanismo solidissimo e struttura ultra stabile. Ci sono tastiere tradizionali su altri notebook molto meno stabili di questa.

asus rog zephyrus s17

Ottima l’aggiunta di una rotellina per il controllo multimediale, altrettanto ottimo il set di porte a disposizione, oltre alla porta di ricarica proprietaria, sono presenti: 3 USB-A 3.2 Gen 2, 2 USB-C 3.2 Gen 2 (displayport e power delivery), 1 HDMI, 1 ingresso jack combo, una porta Ethernet ed infine un comodissimo slot SD. Notizia delle notizie, c’è anche una webcam. Si, è solo una 720p ma almeno c’è e nei momenti di emergenza può essere utile. Sempre meglio averla che non.

asus rog zephyrus s17

C’è ancora un tocco di magia per i puristi dell’hardware, la costruzione interna. All’interno il sistema di raffreddamento è affidato a due ventole, quattro radiatori, sei heat pipe e una sorpresa, del liquid metal al posto della classica pasta termica. Una vera e propria rarità, un sistema in grado di tenere a bada tutto il calore generato dalla potenza di questo hardware. Non solo, ci sono tre slot per SSD M2, c’è il modulo Wi-Fi 6 sostituibile ma è sostituibile solo un banco di RAM, l’altro è saldato.

ASUS ROG Zephyrus S17 tastiera e trackpad

asus rog zephyrus s17 tastiera

La tastiera di ASUS ROG Zephyrus S17 è ottima sia per scrivere che per giocare grazie alla costruzione meccanica con 1.9 mm di escursione, un rimbalzo rapido, N-Key rollover e tutte le altre varie chicche ispirate alle tastiere meccaniche desktop, RGB per-key incluso.

La vera differenza però la fa l’inclinazione di 5° che rende tutto estremamente più comodo, è molto semplice prendere confidenza con la tastiera. Il feedback generale della tastiera è piacevolissimo, il sound è unico e i puristi delle tastiere lubrificate potranno apprezzare il suono chiuso della battitura veloce su questa tastiera. Tirando le somme, è una delle migliori tastiere notebook mai provate. Supporto validissimo per scrivere e per giocare ai massimi livelli e con un periodo di adattamento bassissimo.

Molto bene anche il trackpad di dimensioni importanti. La scorrevolezza è molto elevata, la precisione anche e permette al sistema di riconoscere con esattezza tutte le gesture di Windows 10. Ottimo anche il click che viene riconosciuto sul 95% della superficie. Il sound del trackpad è corposo, deciso e solido tanto quanto quello della tastiera, combinazione ottima.

ASUS ROG Zephyrus S17 display e audio

asus rog zephyrus s17

Il display è da 17,3” in 16:9 con tecnologia IPS con antiriflesso, risoluzione QHD 2560×1440 pixel e refresh rate da 165 Hz con tempo di risposta di 3 ms C’è sempre la copertura del 100% dello spazio colore DCI-P3, la validazione PANTONE Matching System e il supporto Dolby Vision.

Il certificato PANTONE permette a qualsiasi content creators di potersi sentire al sicuro anche in mobilità dove le calibrazioni dei monitor dei notebook non riescono sempre ad assicurare la giusta fedeltà cromatica per i progetti più accurati. Anche la copertura del 100% DCI-P3 permette ai professionisti di poter agire in totale sicurezza in questo determinato spazio colore. Grazie alla RTX 3080 ed alla potenza del Core i9 si riescono a raggiungere facilmente oltre 200 fps nei giochi competitivi sfruttando tutti i 165 Hz del pannello prodotto da BOE. Un pannello adatto sia a chi vuole creare contenuti e sia per chi vuole consumare contenuti.

Ottimo anche il comparto audio, viene troppo spesso ignorato da altri produttori di notebook gaming, qui è addirittura esaltato. Sono ben sei gli speaker di sistema principali che riescono a spingere tanto con alti squillanti, medi presenti e bassi interessanti. C’è il supporto alla tecnologia Dolby Atmos, c’è anche la presenza del jack audio combo microfono con riduzione del rumore AI, il supporto Hi-Res Audio, insomma ROG ha fatto un lavorone.

ASUS ROG Zephyrus S17 scheda tecnica

asus rog zephyrus s17

ASUS ROG Zephyrus S17 integra il nuovo processore Intel Core i9 11900H con ben 8 core e 16 thread, base clock 2.5 GHz e max a 4.9 GHz TDP 45 W (ma Asus va oltre i 100 W) e architettura SuperFin a 10 nm. La potenza grafica è affidata alla scheda video NVIDIA GeForce RTX 3080 125 W (ASUS va oltre  140 W) con ben 16 GB di RAM GDDR6 dedicata. Ecco le specifiche tecniche di ASUS ROG Zephyrus S17:

  • Processore Intel Core i9 11900H 8 core 16 thread, 2.5 GHz max  4.9 GHz TDP 45 W
  • RTX 3080 16 GB 125 W
  • 16 GB RAM DDR4 3200 MHz (8 sostituibili)
  • 2 TB PCIe SSD NVMe PCIe 4.0
  • Display 17.3″ antiriflesso QHD IPS 165 Hz
  • 6 speakers
  • Wi-Fi 6
  • Bluetooth 5.2
  • 3 USB-A 3.2 Gen 2
  • 2 USB-C 3.2 Gen 2 (displayport e power delivery)
  • 1 HDMI
  • Ethernet
  • Jack audio 3,5 mm combo
  • SD card
  • Batteria 90 Wh
  • Tastiera meccanica
  • Webcam 720p
  • LED RGB

ASUS ROG Zephyrus S17 prestazioni

asus rog zephyrus s17 utilizzo

Se si legge la scheda tecnica di questo ASUS ROG Zephyrus S17 è facile intuire che la potenza bruta qui non manca di certo e come pronosticabile, le prestazioni sono da primo della classe, primissimo ad onor del vero. Ed in più, considerando che Windows 11 è alle porte, qui c’è anche un modulo SSD Samsung NVMe PCIe 4.0 velocissimo (7087 MB/s in lettura e 5121 MB/s in scrittura) che farà la differenza appena arriverà il Direct Storage.

Nel dettaglio, il Core i9 11900H in single core è uno schiacciasassi, è il suo ambito di utilizzo dove si esprime al meglio ma Intel ha spinto parecchio sui consumi e sul calore generato. Fortunatamente ASUS ROG ha implementato bene questo processore con un sistema di dissipazione adeguato e una serie di Power Limit in grado di farlo spingere ancora di più senza creare malfunzionamenti di ogni tipo.

La RTX 3080 con architettura Ampere ha 6144 Cuda core, un clock fino a 1710 MHz, 16 GB di RAM dedicata GDDR6 e può spingersi fino a 140 w grazie al boost ROG. Ci sono i Tensor core di terza generazione, gli RT core di seconda generazione, fantastica gestione del Ray Tracing e delle funzionalità di rendering Ai DLSS che fanno davvero la differenza in game. Fuori dal gaming è assolutamente un piacere da utilizzare, i content creators e i professionisti si divertiranno parecchio con le ottimizzazioni NVIDIA con CUDA.

Il segreto di questa solidità nelle prestazioni è nel sistema di dissipazione che permette al processore Core i9 di non superare mai i 95° che non sono pochi, per carità, ma che permettono comunque di gestire operazioni a lungo termine senza andare in surriscaldamento eccessivo rischiando un cut delle frequenze. Anche la RTX 3080 è ok dal punto di vista termico, mai oltre gli 86°. Le ventole si sentono danno realmente fastidio solo quando girano al massimo (5800/6000 RPM), durante un utilizzo quotidiano sono molto silenziose fino a 2300 RPM.

I pro potranno utilizzare ROG Zephyrus S17 come workstation mobile e si divertiranno con Armoury Crate andando ad operare in overclock per poter sfruttare ancora più potenza (e rumore) per applicazioni come 3ds Max in real time Ray Tracing, Autodesk, KeyShot, PTC, Altair e qualsiasi altro contesto di utilizzo professionale.

ASUS ROG Zephyrus S17 gaming

asus rog zephyrus s17 gaming

La combo RTX 3080 + display QHD a 165 HZ è quella giusta. Per chi vuole andare di competitivo, questa macchina è assolutamente in grado di generare tutti i frame del caso nei giochi più leggeri come CSGO, Valorant, Apex e così via. La differenza rispetto ad altri notebook gaming è nei Tripla A con Ray Tracing, il ROG Zephyrus S17 permette di giocare a dettagli Ultra e stare sempre abbondantemente sopra i 60 fps ed in molti titoli andare anche oltre magari sfruttando il DLSS

Titoli del calibro di Cyberpunk 2077, Control, COD Warzone, Watch Dogs Legion e così via, in QHD con tutti i dettagli impostati su Ultra con Ray Tracing attivo e DLSS girano alla perfezione. Trovando il set up perfetto in termini di dettagli attivi o meno, Ray tracing on/off e tutti i vari livelli di DLSS si può raggiungere il frame rate desiderato con una semplicità  fuori dal comune. Questo fa la differenza. Vuoi giocare tutto maxato? Puoi farlo. Vuoi un frame rate alto? Puoi farlo.

Piccolo appunto per la tecnologia Optimus presente dentro questo laptop gaming. La tecnologia Optimus permette al sistema di passare dall’utilizzo della GPU integrata a quella dedicata in maniera smart a seconda del tipo di utilizzo andando a migliorare la durata della batteria escludendo la GPU dedicata dalle operazioni semplici. Questo piccolo trick è importante per migliorare l’autonomia nelle operazioni quotidiane di tutti i giorni come per esempio sfruttare i 165 Hz del pannello per avere animazioni più fluide in Windows 10, utilizzando la GPU interna l’impatto sulla batteria è notevolmente più basso rispetto alla GPU dedicata.

ASUS ROG ha fixato quel piccolo drop in termini di fps derivato dalla tecnologia Optmius andando ad aggiungere un interruttore dinamico chiamato DDS (dynamic display switch) che consente di migliorare lo switch tra la scheda video integrata nel processore e la scheda video dedicata. Prima il drop delle prestazioni era davvero basso, in alcuni casi meno di 10 fps, ora anche quel gap è stato colmato. Per esempio in Far Cry 5 senza DDS si ottenevano circa 115 fps, con DDS sono circa 124.

ASUS ROG Zephyrus S17 benchmark

Prestazioni top che trovano conferma nei benchmark, sia quelli classici che quelli sul campo. Proprio nei benchmark quotidiani, quelli con i programmi di video editing più conosciuti, ASUS ROG Zephyrus S17 stupisce con una conversione file 4K (1 GB) in FullHD con Handbrake, la conversione è durata 2 minuti e 06 secondi, qui la forza del Core i9 si sente tutta.

Come al solito ci siamo spinti oltre ed abbiamo provato a metterlo alle corde con un montaggio con Premiere Pro di un file raw 8K girato da una camera professionale RED, il video dalla durata di 13 secondi è stato esportato in 4K H.264 in 22 secondi netti con una delle live view più fluide di sempre, il merito è della scheda grafica RTX 3080 che viene sfruttata da Premiere Pro attraverso Cuda. Un vero piacere il montaggio in 4K, per la stessa lunghezza del filmato un file 4K è stato esportato in 16 second. In Photoshop con un file Raw Hasselblad, il filtro Sfocatura radiale con fattore 100 e massima qualità è stato applicato in 19 secondi, tempistiche record.

Anche i benchmark più conosciuti hanno restituito dei risultati entusiasmanti. Ecco i risultati di 3DMark, CrystalDiskMark, Cinebench, Blender e Geekbench:

ASUS ROG Zephyrus S17 software

asus rog zephyrus s17

Il software di controllo Armoury Crate ha addirittura un tasto dedicato sulla tastiera ed è giusto così perché effettivamente tutta la personalizzazione di Asus è concentrata in Armoury Crate, c’è la possibilità di impostare vari profili di utilizzo con una semplice interfaccia per regolare la spinta di CPU e GPU con relativa velocità delle ventole.

Non solo, nel centro di controllo Asus c’è la possibilità di personalizzare i LED RGB, di cambiare la calibrazione del display, è possibile accedere alle impostazioni avanzate della sezione audio ed ovviamente c’è la possibilità di ricevere tutti gli aggiornamenti per il notebook. Armoury Crate permette anche di accedere alle offerte dello store Gamesplanet.

ASUS ROG Zephyrus S17 autonomia

asus rog zephyrus s17 autonomia

Asus ha inserito una delle batterie più capienti in circolazione nello ROG Zephyrus S17, la capacità della batteria è da 90 Wh ma come da tradizione, l’autonomia non può essere il suo forte. Quasi impossibile coprire la giornata lavorativa, c’è sempre bisogno di portare in giro l’alimentatore da 240 W ma se si vuole viaggiare comodi si può anche utilizzare un type-c da 100 W. In 30 minuti l’alimentatore da 240 W riesce a ricaricare poco meno del 50%.

ASUS ROG Zephyrus S17 non può fare molto in termini di autonomia, è il più grande compromesso. In particolare con una luminosità del 70% ed un volume audio impostato al 60% ASUS ROG Zephyrus S17 raggiunge questi risultati di autonomia reale:

  • Riproduzione streaming 4K Amazon Prime Video: 4 ore circa
  • Lavoro in Chrome 5 tab + Youtube in background: 3 ore e 30 minuti
  • Utilizzo Photoshop: 2 ore circa
  • Utilizzo offline con Word: 4 ore e 30 minuti circa
  • Utilizzo gaming: 50 minuti circa

ASUS ROG Zephyrus S17 conclusioni

asus rog zephyrus s17 recensione

Partiamo dal prezzo, così ci togliamo subito il dente. 3899 Euro, qualcosa in più, qualcosa in meno. Un prezzo alto, altissimo ma in linea con tutti gli altri notebook gaming super pompati della concorrenza. Questi notebook oltre i 3000 euro sono spesso messi alla pari delle workstation per professionisti in mobilità, oggettivamente in questo ASUS ROG Zephyrus S17 c’è una RTX 3080 con ben 16 GB dedicati, il massimo ottenibile in questo 2021.

Chiaro, facendo la somma delle componenti in questo notebook qualcuno potrebbe obiettare che è facile costruirsi un pc desktop con prestazioni superiori. Tutto vero ma è il contesto ad essere sbagliato. A modo suo, questa è una macchina per la mobilità. Sicuramente non comoda, sicuramente non si viaggerà leggeri ma è uno dei migliori modi per portarsi sempre in giro una potenza di calcolo del genere.

Oltre alla combo Core i9 11900H e RTX 3080, c’è tanto di più. C’è un display grande, fluido con 165 Hz ed anche adeguatamente calibrato. C’è un set up audio tra i migliori mai sentiti tra tutti i notebook e non solo quelli gaming. Poi c’è una tastiera che si rialza quel tanto che basta per creare una vera e propria dipendenza, ha un sound fantastico e si scrive alla velocità della luce, è uno dei suoi punti di forza.

Clicca qui per acquistare ASUS ROG Zephyrus S17 GX735LXS-33T Intel Core i7-17.3' a 4920€ su Amazon.it

Poi c’è un modulo SSD NVMe PCIe 4.0 velocissimo e con Windows 11 inizierà a fare la differenza in gioco. Già, il gaming. Poco da dire qui, ASUS ROG Zephyrus S17 è uno dei migliori notebook per giocare. Tripla A maxati, giochi competitivi ad altro frame rate e chi più ne ha più ne metta, qui problemi di fps non sono ammessi. Non sono ammessi nemmeno eccessi di temperature. Non sono basse e fisicamente non possono esserlo ma con un sistema di dissipazione così strutturato con anche la chicca del metallo liquido per migliorare lo scambio termico, c’è tanto da ammirare per i veri nerd.

Se state cercando una macchina da lavoro estremo, una workstation che vi permetta anche di sfruttare una tastiera eccellente, un set up audio importante ed un set di porte completo, sicuramente lo Zephyrus S17 potenzierà il vostro workflow e vi farà rientrare nel grande investimento. Se con un mostro del genere non ci dovete lavorare ma lo volete come macchina personale, forse è il caso di spendere molto meno ma se potete arrivare a quella cifra, fatelo. C’è tanta cura nei dettagli, qui si ha la sensazione di aver speso bene tutti quei soldi.

Potrebbe interessarti: Migliori notebook ASUS

Scatti realizzati con Canon EOS R – Acquista su Amazon