Disney+ data di uscita in Italia ufficiale

Manca poco più di un mese al lancio italiano di Disney+, il servizio di streaming del colosso americano che arriverà in Italia il prossimo 24 marzo e aumenta la curiosità degli utenti. A rispondere alle tante domande ci pensa Disney+ Italia che ha completato in questi giorni l’apertura dei propri profili social.

In attesa di attivare i centri assistenza dedicati, vediamo dunque quali sono stati gli argomenti di maggiore interesse, con le relative risposte. Va sottolineato che molte sono solo delle conferme di quanto si sapeva già, ma una ulteriore conferma non guasta di certo.

Sarà mantenuta la contemporaneità con gli USA?

La domanda può sembrare semplice e scontata ma ci sono in ballo licenze e accordi commerciali. In linea di massima la compagnia conta di rilasciare i contenuti originali in contemporanea ma non è un dato assoluto.

Potrò attivare i sottotitoli o avere flussi audio in altre lingue?

La risposta è affidata a Groot, simpatico personaggio Marvel, che risponde in maniera affermativa. Potremo dunque guardare il contenuto con lo stream audio originale e attivare, volendo, i sottotitoli in italiano.

Quali sono i costi in Italia e sarà possibile provare il servizio?

A queste domande abbiamo già risposto in questo articolo, 6,99 euro al mese con la possibilità di provare gratuitamente in servizio per una settimana. L’abbonamento attuale costa 69,90 euro e regala di fatto due mesi di visione.

Quali dispositivi potrò utilizzare?

Anche a questa domanda abbiamo dato una risposta, confermata in questi giorni dalla filiale italiana. Potremmo utilizzare uno smartphone, Android o iOS, tablet, smart TV, box TV e molto altro, anche se non è ancora stata rilasciata una lista ufficiale per quanto riguarda il nostro Paese.

Per i contenuti in 4K è necessario un dispositivo idoneo, anche in questo caso un box TV o una console di ultima generazione, con una TV in grado di supportare tale risoluzione.

Potrò scaricare i contenuti per la visione offline?

Anche in questo caso arriva la conferma di quanto si sapeva già: il download sarà illimitato, ma solo su un massimo di dieci dispositivi legati all’account.

Potrò vedere da subito i film più recenti?

In questo caso non c’è una risposta certa, ancora una volta a causa degli accordi commerciali sottoscritti in passato. Alcune licenze sono ancora utilizzate da terze parti per cui il catalogo si arricchirà costantemente con nuove proposte, soprattutto con le uscite più recenti.

Potrò guardare alcune serie storiche come DuckTales o Darkwing Duck o i “vecchi” classici?

Anche in questo caso potrebbero esserci ritardi a causa delle licenze, ma in generale potremo usufruire anche di questa tipologia di contenuti.

Potremo vedere The Mandalorian fin da subito?

La nuova serie ambientata nell’universo di Star Wars è molto attesa dai fan, che potranno vedere gli episodi già dal day one, il 24 marzo. Manca una conferma ufficiale ma è probabile che anche nel nostro Paese venga adottata una programmazione settimanale, per mantenere alto l’interesse del pubblico.

Quanti profili posso avere sul mio account?

Ogni utente potrà creare fino a sette diversi profili, accontentando anche le famiglie numerose. Ricordate però che ogni account supporta un massimo di quattro stream simultanei. Difficile non rendere felice tutta la famiglia, resta da capire se i controlli sulla condivisione saranno ferrei.

Fateci sapere nel box dei commenti cosa ne pensate di Disney+. A vostro avviso, o per le vostre esigenze, potrà battagliare ad armi pari con la concorrenza o certi paletti e limitazioni nella scelta dei contenuti potrebbero relegarlo a un servizio meno richiesto?

Ricordatevi che potete visitare la nostra pagina speciale dedicata a Disney+ per scoprire tutte le notizie, i contenuti e le informazioni sul servizio più atteso del 2020.