sony imx500 imx501 sensori immagine intelligenza artificiale

Sony è una delle realtà più importanti per quanto riguarda il settore dei sensori d’immagine e non solo per il settore mobile. In queste ore il colosso giapponese annuncia i sensori d’immagine IMX500 e IMX501, ovvero i primi al mondo ad offrire funzionalità di elaborazione basate su intelligenza artificiale (IA).

Questo permette ai sopracitati sensori di sfruttare una elaborazione d’immagine ad altissima velocità, nonché alla possibile di ridurre la latenza della trasmissione dei dati se abbinati a servizi cloud, senza però sacrificare importanti aspetti come ad esempio la privacy. La novità di Sony permette quindi lo sviluppo di nuove fotocamera dotate di intelligenza artificiale di alto livello, il che potrebbe avere dei risvolti piuttosto importanti in settori come il retailattrezzature industriali e servizi legati al cloud.

Sensori d’immagine con IA

sony imx500 imx501 sensori immagine intelligenza artificiale

Il mercato IoT (Internet of Things) ruota molto attorno alla presenza di servizi cloud e di sistemi di elaborazione tramite IA. Però, la crescita esponenziale delle informazioni gestite sul cloud trova come ostacolo principale la latenza di trasmissione dei dati, il che limita di molto l’elaborazione delle informazioni in tempo reale. I nuovi sensori Sony, grazie ad una configurazione a strati con chip pixelchip logico, sono i primi al mondo ad essere dotati di funzionalità di elaborazione e analisi dell’immagine su chip logico.

Il chip pixel è retroilluminato e disponibile a 12,3 MP effettivi, a cui si aggiunge il chip logico dotato di Digital Signal Processor (DPS) dedicato all’elaborazione del segnale tramite IA, e di un Image Signal Processor (ISP). Le informazioni estratte dal sensore vengono inviate in forma di metadati, il che riduce di molto la quantità di dati gestiti; gli utenti potranno inoltre selezionare il tipo di output a scelta fra immagini in formato ISP (YUV/RGB) oppure ROI (Region of Interest).

Il sensore IMX500 (solo chip) ed il sensore IMX501 (package in ceramica) montano un sensore d’immagine di 12,3 MP (4056 x 3040 pixel) con dimensione d’immagine pari a 7,857 mm, elaborazione IA in video a 30 FPS, output dei metadati a 30 fps, funzioni di elaborazione IA, ISP e scatto HDR.

La data di spedizione del campione per il sensore IMX500 viene indicata al mese di aprile 2020 ad un prezzo di 10.000 yen giapponesi, circa 86 euro; il sensore IMX501 ha invece una data di spedizione del campione indicata per giugno 2020 ad un prezzo di 20000 yen giapponesi, circa 173 euro.