Huawei 5G

Brutte notizie per Huawei arrivano dal Regno Unito: il Primo Ministro britannico, infatti, sarebbe pronto a porre fine all’uso della tecnologia del colosso cinese nella rete 5G del Paese.

Pare che la nuova decisione di Boris Johnson sia stata influenzata dalla rivalutazione da parte del GCHQ dei rischi per la sicurezza nazionale rappresentati da Huawei.

Ricordiamo che a gennaio il Primo Ministro britannico ha consentito a Huawei di continuare a svolgere un ruolo nel rafforzamento dell’infrastruttura 5G inglese, seppur limitato (con conseguenti preoccupazioni degli Stati Uniti, nemici giurati del colosso cinese) ma, a questo punto, nei prossimi giorni tutto potrebbe cambiare.

Problemi per Huawei anche in Francia

Leggermente diversa è la situazione di Huawei in Francia, in quanto il Governo non ha in progetto di bannare il produttore cinese ma di limitarsi a chiedere ai vari operatori telefonici di non usare le sue apparecchiature 5G.

Stando a quanto riportato dal New York Post, Guillaume Poupard, capo dell’ANSSI, ha dichiarato che questa è la posizione ufficiale del Paese europeo, aggiungendo che per gli operatori che stanno già utilizzando apparecchiature del colosso cinese saranno rilasciate apposite autorizzazioni per periodi che variano tra i tre e gli otto anni e spiegando che tali misure sono state adottate per proteggere l’indipendenza francese.