Dropbox logo

Con gli strascichi del Covid-19 che hanno costretto e stanno costringendo molti a lavorare da casa, aprendo alla necessità di condividere file e documenti tra postazioni differenti, Dropbox ha colto l’occasione per ampliare i propri servizi.

Proprio in queste ore la società californiana sta rimediando alla mancanza di un servizio fondamentale come la possibilità di fare il backup di un computer, in modo da potere accedere ai file anche da remoto o di non perderli nell’eventualità in cui accadesse il peggio. Adesso Dropbox consente di custodire sulla nuvola intere cartelle ed anche hard disk ed SSD eventualmente connessi al computer al momento del backup, che sarà incluso in tutte le varianti del servizio californiano.

Dropbox annuncia una serie di novità: backup e password ovunque 1

Allo stesso tempo Dropbox ha porta al debutto il gestore di password. Dropbox Password è attualmente in versione beta e fa esattamente ciò che ci si aspetta da un servizio di questo tipo, archiviando e sincronizzando le chiavi su tutti i dispositivi associati all’account proteggendole tramite crittografia zero-knowledge.

L’attuale versione beta di Dropbox Password è disponibile solamente sui dispositivi mobili Android e iOS mentre a regime agevolerà gli utenti di Dropbox Plus con le app per Windows e Mac che sono in arrivo. Inoltre è stata annunciata la possibilità di archiviare in cloud i documenti personali protetti anch’essi da crittografia. Nel corso delle prossime settimane Vault sarà distribuito a tutti i clienti Dropbox Plus.