Amazfit Band 6

Se la Xiaomi Mi Band 5, soprattutto nella versione toccata a noi in Europa, ha rappresentato una parziale delusione, presto potrebbe esserci un’alternativa molto interessante: Amazfit Band 6.

Come probabilmente già sapete, Huami è il produttore (rectius l’ODM), che sta dietro alle Mi Band di Xiaomi, incluso ovviamente il modello più recente, tuttavia realizza anche una propria linea di wearable molto apprezzati con il brand Amazfit.

Amazfit Band 6: Xiaomi Mi Band 5, inizia a tremare

Proprio sotto questo marchio sarebbe in procinto di portare sul mercato una propria smartband denominata Amazfit Band 6, che sarebbe praticamente una gemella della Xiaomi Mi Band 5, ma più ricca di funzioni.

Stando a quanto riferisce NoteBookCheck, Amazfit Band 6 aveva già fatto capolino sul sito del rivenditore AliExpress, purtroppo la pagina non è più raggiungibile, ma per fortuna abbiamo già le immagini del prodotto, con tutte le caratteristiche salienti.

Come potete vedere dall’immagine d’apertura e dalla galleria a fine articolo, Amazfit Band 6 è esteticamente indistinguibile dalla gemella a marchio Xiaomi.

Dal punto di vista tecnico, parliamo di un display AMOLED ovviamente a colori da 1,1 pollici con risoluzione di 126 x 294 pixel, supporto touch, vetro 2.5D e rivestimento anti-impronte. Degna di nota è la disponibilità di oltre 45 watchface, due delle quali personalizzabili dall’utente, con annessa possibilità di usare una propria immagine. Il classico tasto in basso riconosce la pressione.

A suscitare interesse è soprattutto la menzione di Amazon Alexa integrata, con supporto ai comandi vocali ad esempio per impostare promemoria, porre domande e controllare i dispositivi di smart home direttamente dal polso. Purtroppo questa feature non sarà disponibile per tutti, ma solo in alcuni Paesi e arriverà via OTA.

Non mancano chicche dedicate all’ambito health, Amazfit Band 6 dispone di: OxygenBeats Blood-oxygen Saturation Measurement, ossia la funzione di misurazione del livello di saturazione dell’ossigeno nel sangue; Women’s health record reminder, dedicata alla salute femminile; BioTracker 2 PPG heart rate sensor, per il rilevamento del battito cardiaco; SomnusCare all-day sleep quality monitoring, per il monitoraggio della qualità del sonno.

Per quanto riguarda l’attività sportiva, si fa riferimento al supporto a 11 modalità di allenamento supportate e al sistema PAI, che è accessibile dalla companion app installata sullo smartphone dell’utente e mostra un punteggio che permette di contestualizzare le attività fisiche, valutandone l’efficacia sulla forma.

Il tutto senza dimenticare la certificazione waterproof fino a 5 ATM, il supporto al controllo della riproduzione musicale e la possibilità di usare la smartband come controllo remoto per scattare foto dallo smartphone.

A completare il quadro c’è una batteria da 125 mAh che si ricarica in circa 2 ore e promette un’autonomia media di 15 giorni, allungabili fino a 25 giorni con la modalità di risparmio energetico.

Amazfit Band 6 è visibile nelle colorazioni Olive, Midnight Black e Orange, naturalmente cambia solo il colore del cinturino. Purtroppo non ci sono riferimenti al prezzo di listino di questa smartband, ma un dato è evidente: sarebbe un prodotto di gran lunga più interessante della Xiaomi Mi Band 5 che abbiamo visto arrivare da noi.

Potrebbe interessarti anche: Recensione Xiaomi Mi Band 5