L’annuncio era ormai nell’aria da qualche mese e finalmente si è concretizzato: qualche ora fa, è stata comunicata la disponibilità ufficiale del servizio di streaming musicale YouTube Music per gli speaker smart della gamma Apple HomePod.

Riavvolgendo il nastro, è possibile ricordare il teaser in occasione della WWDC; sempre nel mese di giungo, inoltre, si era vociferato dell’integrazione di YouTube Music con Apple TV e Garmin; lo scorso mese, poi, erano emerse delle tracce concrete che facevano pensare ad un approdo imminente su HomePod e HomePod Mini di Apple.

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

Ebbene, dopo un altro mese di attesa, ci siamo: Google ha annunciato ufficialmente il supporto di YouTube Music per gli altoparlanti Apple HomePod ed Apple HomePod Mini. Il servizio di streaming musicale è ovviamente accessibile tramite comandi vocali, pertanto è sufficiente chiedere a Siri di avviarlo per riprodurre brani e playlist desiderate. Insomma, la soluzione è nettamente più comoda e meno macchinosa rispetto a quella che gli utenti degli speaker di Apple e del servizio di Google erano costretti ad adottare: avviare l’app sullo smartphone e poi riprodurre la musica sullo speaker tramite AirPlay.

Badate bene che il servizio non è comunque disponibile per tutti: analogamente a quanto avviene per gli speaker con Google Assistant, ai fini dell’utilizzo di YouTube Music sul vostro HomePod dovrete disporre di una sottoscrizione a YouTube Premium o a Music Premium.

Qualora ne abbiate una, procedete ad installare la versione più aggiornata dell’app YouTube Music dall’App Store, apritela e seguite il percorso riportato: Settings > Connected Apps > Connect with HomePod. Una volta completata la configurazione iniziale, potrete scegliere di impostare YouTube Music come servizio predefinito per la riproduzione musicale tramite l’app Home sul vostro iPhone; in caso contrario, ogni volta che vorrete riprodurre della musica tramite questo servizio, dovrete menzionarlo espressamente nel comando vocale impartito a Siri.

Se non avete la sottoscrizione necessaria, ricordate che HomePod supporta anche altri servizi di streaming musicale: accanto ad Apple Music, troviamo soluzioni di terze parti come Deezer, Tidal e Pandora.

Leggi anche: iOS 17.1 e macOS 14.1 Sonoma arrivano la prossima settimana, anticipati dalle RC