Negli ultimi giorni, Amazon si è trovata al centro di una pesante controversia con le autorità statunitensi. La Federal Trade Commission (FTC), insieme a 17 Stati federati, ha intentato una causa contro l’azienda, accusandola di utilizzare una serie di tattiche punitive per mantenere illegalmente la sua posizione di monopolio in diversi settori, come affermato dalla presidente dell’agenzia, Lina Khan.

La FTC ha presentato una denuncia (qui il testo ufficiale) in cui elenca numerosi esempi di come Amazon abbia sfruttato la propria supremazia per arricchirsi, aumentare artificialmente i prezzi e peggiorare la qualità dello shopping online per milioni di americani. Al contempo, si sostiene che centinaia di migliaia di aziende siano costrette a dipendere dal colosso dell’e-commerce per raggiungere i clienti americani.

Amazon ha respinto ogni accusa, dichiarando che la denuncia della FTC è errata sia dal punto di vista dei fatti che della legislazione, e che è pronta a dimostrarlo in tribunale. Fondamentalmente, la FTC mira a smantellare o dividere Amazon per impedire al colosso di continuare a seguire pratiche illegali secondo le autorità antitrust.

Quali sono le accuse della FTC nei confronti di Amazon

Tra le accuse mosse dalla FTC, vi è quella secondo cui Amazon dà meno visibilità ai prodotti dei venditori nel suo algoritmo e nei risultati di ricerca dei clienti quando tali prodotti sono offerti a prezzi più bassi su altre piattaforme. Secondo l’ente governativo, questo sarebbe il principale strumento utilizzato da Amazon per mettere sotto pressione i vari fornitori presenti sulla sua piattaforma, che se non rispettano le regole rischiano di vedere i propri prodotti sparire tra le migliaia di offerte presenti.

Inoltre, la FTC accusa Amazon di controllare illegalmente quali prodotti sono disponibili più rapidamente tramite i suoi centri logistici, dando priorità quindi a tutti quei prodotti che possono essere acquistati tramite Prime, utilizzando tra l’altro metodi truffaldini per spingere gli utenti a iscriversi all’abbonamento. La FTC afferma anche che l’azienda posiziona in modo illegittimo i propri prodotti in primo piano nella funzione di ricerca.

Per tutti questi motivi la FTC si è messa in moto per ottenere un’ingiunzione contro Amazon che vieti all’azienda di continuare con queste pratiche ritenute illegali. L’ente statunitense mira inoltre a smantellare l’azienda separando Amazon Logistics dalla società madre, in modo da promuovere una maggiore concorrenza sul mercato.

Offerta

Apple iPhone 15 (128 GB)

749€ invece di 979€
-23%

I critici da tempo accusano Amazon di aver raggiunto una posizione di monopolio illegale e le azioni della FTC aiuterebbero i piccoli rivenditori a ritagliarsi uno spazio maggiore all’interno della piattaforma, portando ad una riduzione dei prezzi a beneficio dei milioni di consumatori che ogni giorno acquistano online.

Potrebbe interessarti anche: Amazon regala buoni da 15 euro da spendere subito, disponibili solo per alcuni e Festa delle Offerte Prime 2023