carta tinaba 1

Hai sentito parlare di carta Tinaba cercando sul web e sei rimasto incuriosito questo prodotto fintech, intenzionato a saperne di più: sappi che sei capitato nel posto giusto. Sul sito ufficiale del conto Tinaba le informazioni riportate sono piuttosto esaustive, ma vuoi sapere esattamente come funziona Tinaba, quali sono i suoi costi, come contattare l’assistenza e tante altre domande a cui risponderemo nei prossimi paragrafi.

Ti consigliamo pertanto di dedicare qualche minuto alla lettura attenta dei prossimi paragrafi, così da valutare attentamente se Tinaba sia un prodotto adatto alle tue esigenze o a quello dei tuoi figli, se sei un genitore: il conto può anche essere utilizzato da minorenni a partire dai 12 anni di età. Bando alle ciance ora e vediamo cosa differenzia Tinaba dal resto della concorrenza e soprattutto se è un prodotto valido.

Cos’è e come funziona Tinaba

Tinaba è una carta conto, ovvero una carta prepagata dotata di un codice IBAN che permette di avere accesso a funzioni avanzate, come l’accredito dello stipendio o l’addebito delle utenze come bollette telefoniche e Telepass. Acronimo di This Is Not A BAnk, ovvero “questa non è una banca”, è un prodotto fintech attivo sin dal 2015 che attrae ogni anno utenti interessati ad una carta conto all digital con zero costi di gestione.

Dietro Tinaba c’è Banca Profilo, la quale si poggia a sua volta sul Sator Private Equity Fund: dopo la sua creazione nel 2015 la maggioranza delle quote sono sempre state detenute dal fondo, ma nel giugno 2020, in coerenza con gli obbiettivi programmatici, il 62,4% dell’istituto finanziario è stato acquisito da Matteo Arpe, il creatore stesso del fondo e attuale amministratore delegato.

conto tinaba

Con Tinaba la banca è sempre a portata di mano grazie all’app disponibile per dispositivi Android e iOS, trasformando di fatto lo smartphone in un vero e proprio portafoglio digitale. Direttamente dall’app è possibile:

  • effettuare pagamenti digitali;
  • creare gruppi di spesa per condividere i costi grazie ad una cassa comune;
  • risparmiare soldi in appositi salvadanai digitali;
  • inviare e ricevere denaro dai propri contatti;
  • addebitare utenze;
  • ricaricare il conto tramite accredito dello stipendio e bonifico da altre carte;
  • acquistare nei negozi convenzionati tramite scansione di QR Code;
  • accedere al servizio di investimento di Banca Profilo;
  • effettuare ricariche telefoniche per il proprio smartphone;
  • pagare il bollo auto e moto, i bollettini tramite PagoPA e Mav/Rav;

Insieme al conto con IBAN italiano è prevista anche l’emissione gratuita di una carta prepagata su circuito Mastercard che abilita ai pagamenti contactless e nei negozi non convenzionati, in tutto il mondo. È sempre possibile tenere sotto controllo il saldo disponibile sulla carta tramite app.

Massimali e Plafond

La carta Tinaba ha un plafond massimo spendibile in qualsiasi momento pari a 12.500 euro, per cui il saldo non potrà mai essere superiore a questa cifra. Non sono previsti massimali mensili, giornalieri o annuali per le ricariche, tranne nel caso in cui vengano effettuati tramite App/Wallet: in tal caso, il massimale per la ricarica è di 2.500 euro.

Per quanto riguarda il prelievo in contanti, il minimo è fissato a 25 euro, mentre il tetto massimo è di 250 euro al giorno, ma sono consentite due operazioni al giorno purché non superiori, in totale, al tetto massimo di cui prima.

Come richiederla

Per iniziare subito ad utilizzare la carta Tinaba bastano pochi minuti: la procedura di registrazione può essere completata da app o via web a questo indirizzo. Consigliamo di scaricare l’applicazione, disponibile per dispositivi mobili su Google Play Store e App Store, nonché su AppGallery, lo store esclusivo di Huawei. È possibile utilizzare il conto dai 12 anni in su, e sono richiesti i seguenti documenti:

  • documento d’identità valido (carta d’identità, patente, passaporto);
  • selfie con documento riconoscibile e visibile;
  • codice fiscale o tessera sanitaria.

Una volta completata la registrazione saranno necessari fino a quattro giorni lavorativi per poter attivare il conto Tinaba: un SMS o una mail di conferma verranno inviati ai recapiti impostati in fase di registrazione. In caso di problemi potete sempre contattare l’assistenza, tutti i metodi per entrare in contatto il con il servizio clienti sono indicati a fine articolo.

Promozioni e bonus

Anche questa carta conto non fa eccezione e come la concorrenza offre la possibilità di poter ottenenere un piccolo bonus Tinaba 10 euro come regalo di benvenuto. Per ricevere i 10 euro gratuitamente, i quali verranno visualizzati nell’apposita sezione Bonus dell’app Tinaba, l’utente dovrà necessariamente:

  • aver inserito in fase di registrazione il codice TINABA10;
  • essere in stato attivo;
  • aver effettuato almeno una ricarica del proprio wallet di un importo non inferiore a50 euro. Le modalità di ricarica del wallet sono indicate nella sezione “Ricarica conto” dell’App Tinaba.

Tinaba inoltre mette a disposizione altre promozioni, tutte visualizzabili nell’apposita sezione presente sul sito ufficiale cliccando qui.

Attiva Tinaba, approfitta del bonus!

A chi si rivolge

Il target di Tinaba è molto ampio, con il focus maggiore sulla clientela privata, anche giovanissimi dai 12 anni in su, ma con la possibilità di poter attirare anche una clientela più esigente grazie a Tinaba Business. L’app per smartphone è più che completa e permette di poter effettuare tutte le operazioni che ci si aspetta da un prodotto fintech maturo: invio e ricezione di denaro tra contatti, addebito utenze, accredito stipendio, invio e ricezione di bonifici bancari, pagamento di bollettini giusto per citarne alcuni. Nonostante i costi di gestione pari a zero, la concorrenza in questo settore è particolarmente alta,  se siete interessati alla carta conto Tinaba potete dare un’occhiata anche a:

Come ricaricarla

Trattandosi di una carta conto, il modo più semplice per ricaricare Tinaba è attraverso l’accredito dello stipendio. È possibile anche ricaricare il conto, gratuitamente, utilizzando una carta di credito, debito o prepagata. La presenza dell’IBAN permette anche di ricevere bonifici in entrata, con gli eventuali costi dipendenti dal conto da cui si effettua la ricarica. In ultima istanza è possibile ricaricare carta Tinaba anche tramite la lista contatti, direttamente in app.

Quanto costa la carta Tinaba

Nel foglio informativo presente nella sezione Trasparenza del sito sono presenti tutti i costi connessi alla carta conto Tinaba. In generale, il conto Tinaba è esente da costi di gestione e la registrazione e la chiusura del conto sono completamente gratuite. Gli unici costi previsti sono per il prelievo contante:

  • commissione di 2€ per ogni operazione di prelievo effettuata presso gli sportelli di tutte le banche in Italia e in area Euro;
  • commissione di 4€ per ogni operazione di prelievo effettuate presso gli sportelli di tutte le banche all’esterno in area extra Euro;

Ricordiamo che i primi 24 prelievi effettuati in ciascuno anno solare sono gratuiti se effettuati in area Euro, per cui bisogna pagare soltanto dal 25esimo prelievo in poi.

Cosa fare in caso di problemi

Può capitare a tutti di avere dei problemi con il proprio conto, per fortuna esiste un servizio clienti Tinaba da contattare in caso di problemi ai seguenti recapiti:

  • numero verde Tinaba per chi chiama dall’Italia 800 659 950 oppure 800 694 950;
  • numero verde Tinaba per chi chiama dall’estero 02 89 67 00 60;
  • numero WhatsApp 337 142 5932;
  • via email all’indirizzo info@tinaba.it;
  • su facebook alla pagina ufficiale.


Tinaba: cos'è, come funziona, carta, bonus, assistenza 1