Philips TV OLED

Nonostante i principali produttori di Smart TV al mondo hanno scelto di sviluppare da se il sistema operativo (Samsung con Tizen e LG con webOS), vi sono diversi importanti produttori come Sony e Philips che fanno affidamento su Android TV. A questo proposito, una nuova indiscrezione emersa in rete india che nel 2019 Philips potrebbe lanciare delle TV OLED serie 7000 senza Android TV.

Analizzando quest’indiscrezione da due punti di vista diversi, troviamo che la serie 7000 potrebbe essere quella giusta per garantire l’arrivo delle TV OLED al di sotto dei 1000 euro (almeno nel taglio più piccolo), il che segnerebbe un nuovo punto di estensione della tecnologia verso la massa.

Per quanto riguarda Android TV, non sappiamo quanto Google richieda ai produttori per installare il proprio sistema operativo ma, stando sempre all’indiscrezione prima citata, Philips lo sostituirebbe con Saphi, un sistema operativo proprietario basato su Linux e già ampiamente utilizzato su alcune linee LCD. Nonostante non sia molto diffuso, Philips l’ha affinato molto bene, tanto da convincere colossi come come Netflix, YouTube e Amazon a sviluppare le app dei propri servizi di streaming.

Trattandosi ancora solo di un’indiscrezione, è bene prendere il tutto con le pinze e con il beneficio del dubbio. Certo è che, con la tecnologia Micro LED all’orizzonte, la tecnologia OLED potrebbe non avere più molto margine di manovra nella fascia Premium del mercato, motivo per cui ritagliarsi un’ulteriore spazio nella fascia media potrebbe essere ottimo sia per i consumatori che per le casse dei produttori.