Microsoft Xbox Live

Microsoft ha grandi piani per la sua piattaforma Xbox Live, con l’obiettivo di renderla la più utilizzata non solo dai possessori di Xbox One (e in futuro Xbox Scarlett) ma anche da coloro che hanno a disposizione uno smartphone o un tablet Android, un iPhone o un iPad e una Nintendo Switch.

Una sessione di Microsoft alla prossima Game Developers Conference menziona che Xbox Live avrà presto un kit di sviluppo multi piattaforma che integra il servizio nei giochi Android, iOS e Nintendo Switch.

Col supporto multi piattaforma si avrebbero i risultati, i club, la lista di amici e “altro” praticamente sulla maggior parte dei dispositivi (circa 2 miliardi). La sessione fornirà un “primo sguardo” al kit di sviluppo, di cui al momento non ne sappiamo nulla.

Dal momento che ancora i kit di sviluppo devono essere presentati, non ci aspettiamo il supporto dei giochi a Xbox Live sulle piattaforma prima citate almeno per qualche mese, anche se gli strumenti software saranno completi nel momento in cui la GDC incomincerà.

La voglia di rendere Xbox Live una piattaforma multi piattaforma è una grande mossa e riflette il passaggio di Microsoft verso i servizi come parte della sua strategia legata al gaming. Tra il suo servizio di streaming di giochi pianificato (xCloud), Game Pass e la possibile Xbox esclusivamente basata su cloud, la società è meno interessata a dove si gioca e maggiormente interessata al fatto che si utilizza una propria tecnologia.

Quest’apertura segna poi un altro punto a favore che il mercato mobile “di prima mano” di Microsoft sia terminato, col colosso che ormai preferisce “colonizzare” i sistemi operativi altrui con i propri software e i propri servizi.