Honor MagicBook 14 Recensione

Honor ha deciso di buttarsi nella mischia del mercato notebook con MagicBook 14. La prima proposta notebook in Italia di Honor non tradisce tutti i punti forti che hanno reso noto il brand nel settore smartphone, il connubio tra design e prestazioni esaltato da un rapporto qualità-prezzo sempre interessante. Piccolo spoiler, Honor MagicBook 14 è il miglior notebook per studenti e non solo.

Honor MagicBook 14 design

Honor MagicBook 14 design

In una fascia di prezzo invitante, Honor non rinuncia ad un design intraprendente e serioso allo stesso tempo. Non è possibile avere le trame multicolori degli smartphone Honor più venduti ma il brand ha lavorato sui dettagli per dare un tocco di riconoscibilità al MagicBook 14 con il diamond cut colorato di “blu Honor”, senza questo piccolo accorgimento il design sarebbe stato il classico, piacevole, notebook di fascia media in alluminio.

La sua anima pratica ed efficace si intravede subito dalla ottima dotazione di porte. Honor MagicBook 14 ha una porta USB-C, due USB-A 3.0, una HDMI ed il comodo jack audio da 3,5 mm. Tra le altre cose a scopo informativo, MagicBook 14 presenta una costruzione interna semplificata che permette di cambiare il modulo SSD rimuovendo solo la back cover. Nota di merito per l’ottima gestione del calore del MagicBook con una singola ventola e una buona heat pipe in grado di gestire il tutto.

Honor MagicBook 14 logo

Pratico, efficace e concreto senza però nascondere qualche chicca. Honor MagicBook 14 ha una cerniera in gradi di estendersi fino a 180°, in alcune situazioni può essere comodissima. Ha un sensore di impronte digitali integrato nel tasto di accensione, molto rapido e sicuro ed in più c’è una fotocamera pop up posizionata sulla tastiera, tra F6 e F7.

Come già detto per il Huawei Matebook X Pro 2020, è una soluzione non solo scenica, non solo utile per ridurre le cornici del display ma anche importante per chi ricerca maggior attenzione alla privacy. Il compromesso della fotocamera pop up in tastiera è l’inquadratura dal basso non particolarmente bella. Per quanto riguarda la qualità della webcam, ha un singolo megapixel, appena sufficiente per Zoom o Streamyard (i microfoni sono posti nella piccola inserzione per aprire il notebook).Honor MagicBook 14 web cam

Con un peso di circa 1,5 Kg e poco meno di 16 mm di spessore, Honor MagicBook 14 è facile da trasportare e maneggiare. La sua costruzione è ottima, non ha punti critici o deboli, il suo look estetico è vicino ai notebook di fascia più alta anche se toccandolo, cercando minuziosamente le rifiniture, è evidente che da qualche parte si è dovuto rinunciare. La plastica attorno al display, ad esempio, non è lavorata con attenzione, è grezza, sicuramente resistente ma è si poteva fare di più. Honor ha saputo bene bilanciare i compromessi, ha alzato l’asticella dove serve e cercato di contenere i costi nelle sezioni meno importanti.

Honor MagicBook 14 tastiera e trackpad

Honor MagicBook 14 trackpad e tastiera

La tastiera e il trackpad sono due esempi importanti del bilanciamento dei compromessi effettuati da Honor. La tastiera è buona, solo buona. La corsa dei tasti è breve ma con una resistenza un pizzico troppo elevata. C’è bisogno di scrivere in maniera decisa sui keycaps durante le sessioni di utilizzo più rapide e frenetiche, durante la digitazione veloce qualche lettera potrebbe saltare.

Una tastiera non proprio per i velocisti, per quelli che hanno bisogno di scrivere alla velocità della luce ma anche in questo caso, è il compromesso da accettare. Non è possibile inserire in una macchina di fascia media una tastiera con keycaps porosi dal grip solido e dalla resistenza convincente. Anche la retroilluminazione non è particolarmente intensa ma almeno c’è ed è già una buona notizia.

Il trackpad invece è preciso e piacevole da utilizzare sebbene non sia particolarmente scorrevole. Non è un touchpad in vetro, pare essere in plastica e questo materiale non riesce ad offrire quella scorrevolezza delle soluzioni di fascia alta. Nessun problema però, molte persone preferiscono un trackpad più controllato e meno scorrevole, è una questione di gusti, l’importante è che sia preciso e questo lo è di certo.

Honor MagicBook 14 display e audio

Honor MagicBook 14 display

Honor MagicBook 14 ha un look moderno grazie al display LCD da 14″ borderless su tre lati grazie all’adozione della fotocamera pop up. Il display è prodotto da BOE, ha un aspect ratio classico in 16:9 decisamente più adatto alla multimedialità che alla produttività, il rapporto schermo/scocca è pari all’84%.

La risoluzione è “solo” FullHD 1920×1080 pixel ed è una buonissima notizia per la gestione dell’autonomia di questo notebook, una risoluzione maggiore avrebbe creato molti più problemi che reali benefici oltre ad alzare potenzialmente il prezzo del device. Honor ha inserito anche un trattamento antiriflesso che permette a MagicBook 14 di essere decisamente leggibile in interni e di battagliare in esterna dove il trattamento antiriflesso prova mettere una pezza alla luminosità non proprio elevata (non c’è il sensore di luminosità automatica).

Il display di Honor MagicBook 14 è comunque piacevole, ha una riproduzione dei colori abbastanza vivace ed adatta al consumo di contenuti multimediali da Netflix o Amazon Prime Video. La combinazione tra il display dai colori piacevoli e gli speaker posti sulla parte inferiore del notebook perme a questa macchina di essere una buona scelta per gli amanti delle serie tv.

L’audio emesso dai due speaker prova a restituire il classico effetto stereo ma il volume non spacca timpani e le tonalità medie un po’ impastate non rendono benissimo. Honor MagicBook 14 non ha proprio una qualità audio finissima ma c’è da dire che gli alti si fanno sentire e con grande sorpresa, anche i bassi rispondono presente. State tranquilli, Honor MagicBook 14 è comunque in grado di essere più che soddisfacente sotto il profilo audio, non è uno di quei notebook dal volume così basso che necessitano o di cuffie o di una cassa bluetooth a supporto.

Honor MagicBook 14 scheda tecnica

Honor MagicBook 14 scheda tecnica

C’è da fare un plauso ad Honor per la scelta del processore AMD Ryzen 5 3500U (con GPU integrata Radeon Vega 8), il processore AMD oltre a costare meno di una soluzione Intel permette a questo MagicBook 14 di essere stabile, prestante e rapido soprattutto per le operazioni più importanti per il pubblico a cui è rivolto. Ecco le specifiche tecniche di Honor MagicBook 14:

  • Processore ADM Ryzen 5 3500U
  • AMD Radeon Vega 8
  • 8 GB RAM LPDDR4 1200 MHz
  • 256 GB NVMe PCIe SSD
  • Display 14″, 1920×1080 pixel
  • 2 speakers, 2 microfoni
  • Pop up camera 1 MP
  • Fingerprint sensor
  • 1 USB-C, 2 USB-A 3.0
  • 1 HDMI
  • Jack audio 3,5 mm
  • NFC
  • Batteria 56 Wh

Prima di parlare delle prestazioni, come per i notebook Huawei, anche in questo MagicBook 14 il partizionamento del disco è strano. Honor ha diviso il disco in due partizioni, la principale per Windows e programmi da 80 GB e la secondaria da 140 GB per i dati. Il risultato sarà una veloce saturazione della partizione principale con conseguente segnale di “Spazio su Disco C in esaurimento”. Il problema è facilmente risolvibile tramite la seguente procedura:

  1. Cerca e apri la voce “Crea e formatta le partizioni del disco rigido”
  2. Cancella la partizione D
  3. Assegna la partizione non allocata al disco C

Consigliamo di fare subito questa procedura, prima di importare dati e applicazioni sul nuovo notebook perché verranno cancellati di dati sul disco. Ci vogliono meno di due minuti per fixare il partizionamento strano di Honor. Non è ancora chiaro perché gruppo Honor/Huawei non opti per un partizionamento migliore.

Honor MagicBook 14 prestazioni

Honor MagicBook 14 prestazioni

Honor MagicBook 14 ha delle prestazioni convincenti, è un notebook decisamente adeguato a chi fa un tipo di lavoro frenetico legato al multitasking spinto. Nella vita di tutti i giorni, passare da Chrome a Photoshop e poi a Premiere senza dover chiudere nulla e senza vedere lag o cali di prestazioni importanti è sicuramente un piacere per la fascia di prezzo.

Farà sicuramente la gioia di studenti che lavorano molto con la stesura di documenti o la consultazione di PDF importanti. Lo studente potrà anche richiedere delle prestazioni in più dal Ryzen 5 ed iniziare ad entrare nel mondo dei content creators. Il MagicBook 14 risponde bene nella di gestione in Photoshop, Premiere e Illustrator senza mostrare troppo il fianco.

Il merito è di come Honor ha messo a bada il processore perché non c’è mai stato un calo delle prestazioni, mai un thermal throttling con temperature sempre sotto gli 78°di picco, ottima gestione termica abbinata alla sapiente scelta di abbassare un po’ il clock. Anche il modulo SSD NVMe PCIe x4 di Samsung è in grado di dare un boost alle prestazioni notevole con velocità che si attestano sempre su valori di 3600 MB/s in lettura e 1500 MB/s in scrittura. Avere un modulo SSD così veloce in questa fascia di prezzo non è assolutamente scontato.

Se c’è una cosa che Honor MagicBook 14 non può fare, è dare soddisfazione nel gaming. La Radeon Vega 8 non regge le sessioni di gioco in FullHD, non c’è nulla da fare. Da ammettere però e non senza sorprese che abbassando la risoluzione in HD, i titoli più vecchi come GTA V girano un piacere a dettagli bassi mentre Fortnite o Call of Duty Warzone al minimo storico dei dettagli, hanno prestazioni ballerine ma comunque accettabili. I titolo più moderni sono assolutamente ingestibili ma un gamer non punterà mai ad un notebook senza GPU dedicata e sarebbe stato impossibile per Honor inserire una scheda video, anche discreta, senza alzare troppo il prezzo.

Honor MagicBook 14 benchmark

In ogni caso, le incoraggianti prestazioni, la stabilità del sistema e la gestione del calore, trovano riscontro anche nei benchmark. Abbiamo provato a dare in pasto al MagicBook 14 la solita conversione di un file 4K (1 GB) in FullHD con Handbrake e la conversione è durata 7 minuti e 43 secondi, un risultato niente male. Come di norma ci siamo spinti oltre ed abbiamo osato un montaggio con Premiere di un file raw 8K girato da un camera professionale RED, il video dalla durata di 13 secondi è stato esportato in 4K H.264 in 2 minuti e 50 secondi netti ma Premiere con un file così pesante ha iniziato a mostrare nelle notevoli incertezze durante la preview in real time (anche se ci sono dei trucchetti per migliorare questa cosa) ed anche il sistema in generale andava a rilento per l’elaborazione troppo esosa.

Il solito caso limite, nessuno andrà mai a utilizzare su un ultrabook di fascia media un file 8K RED ed allora abbiamo optato per un montaggio di file in 4K (sempre raw RED). La situazione con un montaggio in 4K migliora notevolmente anche se i problemi in live preview ci sono ancora, in ogni caso per la stessa lunghezza del filmato un file 4K è stato esportato in 2 minuti e 37 secondi. Sotto stress le temperature salgono fino ad 78°, le ventole si attivano e si fanno sentire mentre la temperatura percepita sulla scocca non è mai eccessive. In ogni caso, anche i benchmark più conosciuti hanno restituito dei risultati onestissimi per questo Honor MagicBook 14. Ecco i risultati di 3DMark, PCMark, CrystalDiskMark, Cinebench, Blender e Geekbench:

Honor MagicBook 14 software

Honor MagicBook 14 software

Honor ha pensato di presentare il suo MagicBook con una versione di Windows 10 Home molto pulita e senza applicazioni preinstallate di troppo. Oltre alla suite AMD per il controllo della scheda video integrata Radeon Vega 8, Honor inserisce solo poche utilities come PC Manager e Honor Magic-link.

PC Manager è la controparte Honor del PC Manager di Huawei, sono due applicazioni identiche che fanno la stessa cosa con la differenza che al posto della scritta Huawei, c’è quella Honor. In ogni caso si tratta di un semplice software di gestione generale del pc, comodo soprattutto per tenere aggiornati i driver senza doverli cercare dovunque in rete. Tra le altre funzioni c’è la possibilità di avviare una verifica hardware per cercare e risolvere problemi, ove non possibile c’è uno spazio dedicato all’assistenza e allo stato della garanzia.

Anche Honor Magic-Link è la fotocopia di Huawei Share, resta una vera comodità per chi ha uno smartphone Honor con Magic UI dalla versione 2.1 in poi. Grazie al chip NFC sarà possibile scambiare foto, video e ogni tipo di file tra smartphone e computer semplicemente poggiando lo smartphone sul tag NFC sfruttando il Wi-Fi Direct. Una soluzione comodissima ed enfatizzata anche dalla feature Multi-screen collaboration che consente di duplicare l’interfaccia dello smartphone sul desktop e controllarla via puntatore supportando anche il drag and drop e la copia del testo.

Tralasciando il fatto che le uniche aggiunte effettuate da Honor sono dei copia-incolla di ciò che offre Huawei, è un bene vedere che il brand prova a migliorare l’integrazione tra i suoi device anche con sistemi operativi diversi. Creare un ponte tra Windows e Android attraverso Magic-Link è una funzione che al pubblico di riferimento di questo MagicBook 14 farà sicuramente comodo per il passaggio veloce di file.

Honor MagicBook 14 autonomia

Molto, molto interessante la durata della batteria del MagicBook 14. La capacità della batteria è da 56 Wh (7410 mAh @ 7.6 V) e può essere ricaricata in maniera rapida grazie all’alimentatore compatto da 65 W con USB-C in grado di ricaricare anche smartphone e tablet. Purtroppo non abbiamo avuto modo di testare l’alimentatore in dotazione da 65 W ma Honor promette una ricarica del 45% in 30 minuti, un valore da prendere con le pinze è probabile che la ricarica in 30 minuti sia del 35% secondo alcune stime e test effettuati. I dati, sia quelli reali che dichiarati sono comunque validissimi per la fascia di prezzo.

La durata della batteria è ottima, riesce sempre a coprire una giornata piena fatta di utilizzo misto fatto di Chrome, di video in streaming, di programmi di grafica, stesura testi offline e consultazione di PDF. In particolare con una luminosità del 70% ed un volume audio impostato al 60% Honor MagicBook 14 raggiunge questi risultati di autonomia reale:

  • Riproduzione streaming 4K Amazon Prime Video: 9 ore circa
  • Lavoro in Chrome 5 tab + Youtube in background: 8 ore circa
  • Utilizzo Photoshop: 7 ore e 30 minuti circa
  • Utilizzo offline con Word: 9 ore circa
  • Utilizzo gaming: 1 ora e 50 minuti circa

Ribadiamo che i  seguenti dati vanno presi come indicativi, ci sono troppi fattori che possono incidere sulla durata della batteria ma è chiaro che l’autonomia di questo Honor MagicBook 14 è tra i punti di forza, è un notebook in grado di reggere l’impatto di una giornata intera di lavoro senza l’ansia di doverlo ricaricare. Perfetto per uno studente o un professionista che passa gran parte della giornata senza una presa per la ricarica a disposizione.

Honor MagicBook 14 conclusioni

Honor MagicBook 14 Recensione

Un po’ di alti, un po’ di bassi per Honor MagicBook 14 ma grazie al rapporto qualità prezzo le piccole incertezze vengono cancellate in un solo colpo rendendo il notebook di Honor un best buy assoluto. Honor MagicBook 14 costa 599 Euro per la sola configurazione disponibile con Ryzen 5, 8 GB RAM e 256 GB SSD, un prezzo decisamente basso per le prestazioni che vengono offerte. In più Honor ha deciso di renderlo ancora più desiderabile con la promo di lancio con in regalo lo smartwatch Honor MagicWatch 2. Ricapitolando, per un periodo limitato di tempo su HiHonor sarà possibile comprare MagicBook 14 + MagicWatch 2 a 599 Euro, dopo la promo il prezzo resterà uguale.

Qualcosa che potrebbe essere migliorato c’è come ad esempio la tastiera e qualche rifinitura della scocca ma per 599 Euro sono considerazioni che diventano marginali considerando che per quel prezzo oltre al validissimo processore Ryzen 5 di AMD, c’è un modulo SSD molto veloce ed in grado di essere sostituito facilmente, c’è una durata della batteria affidabile e un caricatore compatto da utilizzare anche per lo smartphone. Non solo, per il prezzo così contenuto c’è anche una scenica fotocamera pop up ed un display borderless che poteva essere sicuramente più luminoso ma ha il trattamento anti riflesso utilissimo.

Nel corso della review sono stati spesso citati gli studenti come target di questo notebook. Vero, visto il loro potere di spesa limitato il MagicBook 14 è l’acquisto da consigliare per chi cerca un notebook per studiare ma non solo. Le prestazioni di Honor MagicBook 14 sono così solide, la durata della batteria è così promettente tanto da far consigliare questo notebook anche ai professionisti di alcuni settori che non hanno bisogno di fare lavori troppo complessi di grafica o che non ricercano la portabilità estrema. Per non parlare dei content creators, il MagicBook 14 è l’investimento low cost ideale per iniziare a creare contenuti ed avviare un progetto a basso costo.

Honor ha fatto le cose semplici con questo MagicBook 14, ha creato un ottimo notebook dal design piacevole, provvisto di tutte le porte utili alla vita quotidiana, ha inserito qualche chicca come la camera pop up e lo ha corazzato con delle prestazioni in grado di accontentare tutti. Fare le cose bene, fare le cose semplici in casa Honor significa portare sul mercato prodotti che lasciano il segno. Honor MagicBook 14 è un best buy, venderà tantissimo.

Scatti realizzati con Canon EOS M6 Mark II – Acquista su Amazon