iphone-ricarica-inversa

Sembrava un rumor ormai confermato, invece a poche ore dal lancio sembra che sia stata smentita definitivamente la presenza della ricarica wireless inversa sui nuovi smartphone di Apple, la line-up di iPhone 11.

Fino ad oggi da più fonti autorevoli, come l’analista Apple Min-Chi Kuo e il giornalista di Bloomberg Mark Gurman, sarebbe stata confermata la presenza della tecnologia già presente sui top di gamma di casa Samsung e Huawei. La ricarica wireless inversa consente di ricaricare altri dispositivi utilizzando lo stesso coil ad induzione che serve solitamente a trasferire energia dai pad QI che ormai siamo abituati a conoscere.

Se fosse davvero così, non sarebbe la prima volta che Apple cancella un prodotto o una feature poco prima del lancio: qualche mese fa abbiamo assistito alla cancellazione del pad di ricarica wireless AirPower, dopo continui ritardi che alla fine si sono conclusi con la totale estrusione del prodotto dalla line-up di accessori Apple.

Il problema potrebbe risiedere nell’efficienza della ricarica inversa: sappiamo quanto Apple tenga all’esperienza d’uso dei suoi prodotti, e come ogni novità debba essere implementata senza compromessi. Ricaricare un dispositivo via wireless è già in se un processo poco efficiente quando viene caricato direttamente un dispositivo. Nel caso della ricarica inversa sarebbero stati gli stessi iPhone 11 a trasferire energia ad altri dispositivi quali smartphone, Airpods e Apple Watch, di cui si vocifera sarà presentata una nuova versione all’evento di presentazione dei nuovi iPhone.

I nuovi iPhone 11 Pro e Pro Max quest’anno arriveranno con incluso un caricabatterie rapido USB-C a 18W invece del solito caricatore da 5W per cui più volte l’azienda è stata ridicolizzata dalla concorrenza: basta pensare a soluzioni come VOOC e Dash Charge sviluppate dalla concorrenza per far impallidire Apple.

Sia Kuo che Gurman però potrebbero ancora sbagliarsi, nonostante entrambi abbiano confermato l’assenza della ricarica wireless sui nuovi iPhone 11. Sicuramente un’azienda come Apple non avrebbe preso una decisione del genere a poche ore dal lancio, ma mesi prima: pertanto, se davvero non ci sarà questa feature sui prossimi smartphone dell’azienda di Cupertino, di sicuro non sarà stata una scelta decisa all’ultimo minuto.

Per togliersi ogni dubbio vi invitiamo a seguire con noi la diretta dell’evento Apple, che inizierà oggi, 10 Settembre alle ore 19:00.