TikTok

Microsoft è in trattative con ByteDance per acquisire da quest’ultima tutte le attività del social network cinese TikTok negli Stati Uniti, ma il colosso di Redmond potrebbe dover superare la concorrenza di un’altra multinazionale del settore informatico.

Secondo il Financial Times, Oracle ha espresso interesse ad acquisire TikTok e sembra che il gigante del software aziendale abbia già tenuto colloqui preliminari con ByteDance, la società madre di TikTok, in collaborazione con società di investimento tra cui General Atlantic e Sequoia Capital.

Oracle sfida Microsoft nella trattativa per TikTok

Secondo quanto riportato, Oracle sta considerando seriamente l’acquisizione del business del social cinese negli Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Qualche giorno fa Trump ha ordinato a ByteDance di vendere l’attività di TikTok negli USA e il Financial Times fa notare che Larry Ellison, il miliardario co-fondatore di Oracle, è uno dei pochi dirigenti tecnologici statunitensi che ha sostenuto apertamente Trump, anche se non è chiaro se Oracle sarebbe il pretendente preferito dalla Casa Bianca per l’acquisizione di TikTok negli USA.

Un accordo per acquistare una parte di TikTok sarebbe legalmente complicato e tecnicamente complesso e fino a ora Microsoft è stata considerata uno dei pochi candidati papabili come acquirente americano. Secondo precedenti rapporti del Wall Street Journal, Twitter aveva espresso un precoce interesse per TikTok, ma sembra che ci fossero serie preoccupazioni sulla sua capacità finanziaria per raggiungere l’accordo.

Sebbene ByteDance non abbia espresso pubblicamente un prezzo, il successo di TikTok ha consentito alla società di diventare la startup più preziosa al mondo nel 2018.

Leggi anche: Ecco quattro possibili alternative a TikTok