GAN Paint Studio IA fotoritocco

L’intelligenza artificiale ormai sta venendo utilizzata in ogni ambito della tecnologia moderna, con la computer vision in prima fila per guidarne la rivoluzione. In molti casi l’intelligenza artificiale viene usata per semplificare i lavori al computer e il nuovo GAN (Generative Adversarial Network) Paint Studio sviluppato in collaborazione fra MIT e IBM ne è un esempio. Il GAN Paint Studio è uno strumento che permette, anche a coloro che non ne capiscono nulla, di editare una foto rimuovendo, aggiungendo o modificando un oggetto nella scena con un semplice click.

Il nuovo GAN Paint Studio consente di caricare un’immagine e manipolarla senza rovinare i dettagli originali. Ad esempio, se si aggiunge un albero o un’erba alla scena, gli oggetti correlati verranno corretti in modo da rendere l’immagine finale più< realistica.

Antonio Torralba, professore al MIT che fa parte del laboratorio MIT-IBM Watson AI, ha detto che il GAN Paint Studio ha una “forte personalità” e non eseguirà un’azione se pensa che non si adatti all’immagine:

Tutte le app di disegno seguiranno le istruzioni dell’utente, ma la nostra potrebbe decidere di non disegnare nulla se l’utente comanda di mettere un oggetto in una posizione impossibile. È uno strumento di disegno con una forte personalità e apre una finestra che ci permette di capire come i GAN imparano a rappresentare il mondo visivo.

Quella sviluppata da IBM e il MIT non è la prima intelligenza artificiale di questo tipo. Durante la GTC 2019, oltre alla presentazione della nuova scheda di sviluppo Jetson Nano, Nvidia ha lanciato uno straordinario generatore di immagini basato sull’intelligenza artificiale. Chiamato GauGAN, il software usa reti generative contraddittorie per permettere agli utenti di disegnare semplici rappresentazioni di animali o paesaggi e, “magicamente”, trasformarle in foto molto realistiche.

Ad ogni modo, nel caso foste interessati a provare il nuovo GAN Paint Studio di IBM e del MIT basato sull’intelligenza artificiale e diventare dei “professioni” del fotoritocco, vi basterà recarvi sul sito web dedicato mediante questo link.