Champions League Mediaset

Rapida come un felino che cerca di azzannare una preda, Mediaset ha approfittato immediatamente della causa persa dalla RAI nei confronti di Sky sui diritti TV per il prossimo biennio di Champions League 2019/2021 per raggiungere un accordo con il colosso del satellite e assicurarsi i diritti sulla miglior partita del mercoledì.

Ricapitolando un po’ cos’è successo, qualche tempo fa vi abbiamo comunicato di come la RAI non fosse sicura al 100% di voler esercitare l’opzione che ha con Sky per il rinnovo dei Diritti TV della prossima Champions League. Successivamente Sky ha iniziato a guardarsi intorno in cerca di possibili acquirenti di tali diritti. Questo non è piaciuto alla RAI che ha fatto causa a Sky circa l’opzione del rinnovo prioritario non rispettato nei confronti della RAI. Con un giudizio a favore di Sky però, la giustizia ha fatto il suo corso lasciando vacante i diritti per la trasmissione in chiaro.

UEFA Champions League diritti TV Mediaset Sky

Chiaramente Pier Silvio Berlusconi, l’AD di Mediaset, è estremamente soddisfatto di come sono andate le cose, anche perché il prezzo pagato a Sky (non reso pubblico) dovrebbe essere addirittura inferiore rispetto a quello che ha pagato la Rai l’anno scorso:

Dalla prossima stagione la miglior partita del mercoledì della Champions League sarà trasmessa free da Canale 5 (e Mediaset Play) grazie a un accordo biennale con Sky. Saremo noi a decidere di volta in volta  la miglior partita da trasmettere, sperando di avere tutti i match delle squadre italiane Juventus, Napoli, Inter e Atalanta. Quello che è certo è che dopo un anno di pausa, e dopo la bellissima esperienza dei Mondiali, il grande calcio torna sulle nostre reti“.

Per quanto riguarda il costo percepito a Sky, “è notevolmente più basso rispetto alle cifre circolate nei rumors. Si tratta di una cifra molto più vicina ai 40 milioni messi sul piatto dalla Rai, che ha trasmesso la Champions in chiaro nell’ultima stagione”.