Netflix

Sapete la strategia adottata da sempre da parte di Netflix di avere un servizio a pagamento del tutto privo di pubblicità se non quella inserita all’interno dei vari video? Ebbene, dopo l’aumento dei prezzi avvenuto un paio di settimane fa in Italia, è emersa in rete un’indiscrezione circa la possibile introduzione di annunci pubblicitari veri e propri.

In particolare, si parla di possibili annunci pubblicitari inseriti sia prima della visione che addirittura durante la visione. Si tratterebbe di uno sgarbo a tutti gli utenti che preferiscono l’abbonamento a Netflix invece che ad altri servizi proprio per l’esperienza pulita e priva di annunci pubblicitari.

Al momento non vi è nulla di ufficiale con l’azienda che non ha commentato la notizia. Tuttavia, stando all’analisi fatta da Hub Entertainment Research e in base ai dati raccolti da un sondaggio sugli abbonati, Netflix potrebbe perdere anche il 23% degli iscritti nel caso introducesse la pubblicità.

Seppur sia vero che l’introduzione della pubblicità andrebbe un po’ a minare l’esperienza utente che si ha con Netflix, è anche vero che sono molti coloro che l’accetterebbero in maniera positiva se ciò significasse avere un costo dell’abbonamento mensile inferiore (nello stesso sondaggio il 14% ha espresso questo pensiero se il costo scendesse di 5 dollari, il 12% se scendesse di 3 dollari).

Considerata la popolarità che ha assunto Netflix anche in Italia, terremo monitorata la situazione da vicino, nella speranza che i piani alti dell’azienda commentino ufficialmente quest’indiscrezione legata alla pubblicità.

In attesa di saperne di più, vi vogliamo ricordare di dare un’occhiata alle novità introdotte dal servizio nel mese di luglio 2019, con la punta di diamante rappresentata dalla terza stagione di Stranger Things.