Bonus TV 2019: cos'è e come richiederlo

Arriverà per Natale il Bonus TV 2019 che consentirà alle famiglie meno abbienti di acquistare una nuova tv compatibile con lo standard DVB-T2, in vista dello switch-off del digitale terrestre.

Lo annuncia Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo Economico:”Si tratta di un contributo fino a 50 euro per l’acquisto di decoder o apparecchi televisivi abilitati al nuovo segnale”. Entro Luglio 2019 infatti il digitale terrestre su territorio nazionale effettuerà il passaggio dalle vecchie trasmissioni con codifica MPEG2 al nuovo DVB-T2 e HEVC.

Per agevolare quindi la transizione verso dispositivi compatibili con il nuovo standard, il Ministro ha precisato che sono stati stanziati 151 milioni di euro come previsto dalla Legge di Bilancio 2019, ma aggiunge:”È mio intendimento richiedere nella prossima Legge di Bilancio un nuovo finanziamento della misura, per allargare la platea dei beneficiari”.

I 151 milioni di euro stanziati sono così ripartiti:

  • 25 milioni di euro nel 2019, con una copertura di almeno 500.000 decoder
  • 76 milioni di euro nel 2020, con una copertura di 1.520.000 decoder
  • 25 milioni di euro nel 2021, con una copertura di almeno 500.000 decoder
  • 25 milioni di euro nel 2022, con una copertura di almeno 500.000 decoder

Bonus TV 2019: come richiederlo

Per ottenere il bonus TV previsto per Natale 2019, utile all’acquisto di un nuovo decoder o televisore dotato della tecnologia DVB-T2, sarà necessario essere residenti sul territorio italiano ed avere un ISEE equivalente inferiore o uguale a 20.000 euro.

Soltanto un componente del nucleo familiare potrà richiedere il contributo, e l’incentivo sarà disponibile a partire dal 18 Dicembre 2019. Lo sconto di 50 euro verrà applicato dal venditore direttamente sul prezzo di vendita e vale per un solo apparecchio acquistato da un solo membro del nucleo familiare.

Per richiedere il bonus TV 2019 il richiedente dovrà presentare una dichiarazione sostitutiva, ovvero un’autocertificazione in cui lo stesso dichiara di far parte di un nucleo familiare che rientra nella fascia I o fascia II ISEE, e che i componenti non abbiano già usufruito dello sconto. Pertanto dovrà presentare dati su:

  • Autocertificazione che attesta il livello di reddito
  • Carta d’identità
  • Codice fiscale

Il negoziante applicherà lo sconto immediato sull’acquisto, fino a 50€, e recupererà la somma scontata tramite credito d’imposta, indicandolo nella prima dichiarazione fiscale utile.

Bonus TV 2019: quali tv e decoder posso acquistare?

Il bonus di 50€ si presta ad essere utilizzato per tutti i dispositivi atti a ricevere programmi e servizi radiotelevisivi a prescindere dalla piattaforma tecnologia scelta. Gli apparecchi per il digitale terrestre dovranno essere dotati della tecnologia DVB-T2 HEVC. Si configura quindi la possibilità di acquistare decoder, TV e smart TV di nuova generazione.

Bonus TV 2019: lo switch-off del digitale terrestre, regione per regione

Una delle ragioni principali per cui, entro il 2022, i dispositivi per il digitale terrestre dovranno essere dotati di un decoder con tecnologia DVB-T2 è che cambieranno le frequenze di trasmissione.

Le nuove reti in 4G e 5G utilizzeranno, per le comunicazioni ad ampio spettro, la banda 700 Mhz, finora utilizzata per le trasmissioni del digitale terrestre. La RAI ha già presentato il suo piano in previsione dello switch-off, con l’ambizioso progetto di trasmettere solo canali in alta risoluzione ed avere un canale in 4K entro il 2022.

Se siete interessati a conoscere quando lo switch-off avverrà nella vostra regione, vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento.